Il fatto della settimana (di Marco Pieracci)

04.07.2021 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Marco Pieracci
Marco Pieracci

La notizia che getta nello sconforto una delle piazze più calde della Serie C comincia a circolare nella serata di lunedì: la domanda di iscrizione presentata dalla Casertana risulta incompleta, perchè priva della fideiussione di 350mila euro, indispensabile per garantire la partecipazione al prossimo campionato.

Un fulmine a ciel sereno, o quasi, visto che le situazioni che destavano maggiori preoccupazioni sembravano altre e invece allo scadere della mezzanotte, termine ultimo per il deposito, nella sede fiorentina della Lega Pro sono arrivate 50 domande complete, comprese quelle di Catania, Teramo, Novara e sia pur con qualche riserva pure della Paganese, impegnata nella rateizzazione di debiti pregressi con il fisco mentre per le nove squadre neopromosse dalla D ci sarà tempo fino a lunedì.

Ma cosa è successo esattamente ? A spiegare il corto circuito che ha determinato l'esclusione è stato il presidente rossoblu Giuseppe D'Agostino: 

"Mi sono fidato troppo di chi aveva fatto la fideiussione nella scorse stagioni. Solo pochi giorni fa mi ha fatto sapere di non poterla emettere. Non c'era tempo, ho fatto il possibile".

Parole che sanno di rassegnazione anche se la società, prima di indire il silenzio stampa per tutti i propri tesserati, si è impegnata a presentare ricorso contro tale decisione basando la sua linea difensiva sulla natura tecnica dell'imprevisto e facendo leva sugli assegni circolari per 350mila euro esibiti come garanzia della solidità del club. 

Sul punto però la Covisoc ha regole chiare e stringenti che impediscono di integrare successivamente le domande originarie pervenute in forma incompleta. Per questo le concrete possibilità che venga accolto sono molto ridotte

Marco Pieracci

-