Il punto sulla Serie C (di Tommaso Maschio)

22.01.2021 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Tommaso Maschio
Tommaso Maschio

Partiamo da un assunto assodato: il Bari non può fallire per il secondo anno consecutivo l'assalto alla Serie B. Non soltanto per il blasone e l'importanza della piazza, che sappiamo contare fino a un certo punto quando si tratta di risultati sportivi (altrimenti il Sassuolo non sarebbe in Serie A, figuriamoci a giocare per un posto in Europa), ma anche per quanto investito in questi anni dalla proprietà firmata De Laurentiis. La squadra biancorossa attualmente viaggia a -8 da una Ternana imbattibile e che sembra non avere punti deboli e per provare il tutto per tutto in questa seconda parte di stagione avrebbe avuto bisogno non solo di rinforzi, ma di una strategia programmatica chiara.

E invece al momento campeggia uno zero alla voce acquisti, con le voci che si rincorrono senza sosta e, almeno dall'esterno, la sensazione che vi sia molta confusione attorno a quanto c'è da fare per rinforzare la rosa di Auteri con giocatori che possano far fare il salto di qualità. Davanti, nonostante da più parti sia evidente la necessità di qualcuno che dia una mano ad Antenucci, sembrano in uscita sia Simone Simeri (destinato all'Ascoli in cambio del terzino sinistro Sarzi Puttini) sia Adriano Montalto, che nelle ultime ore sta scalando posizioni in casa Pescara. Due cessioni pesanti, nonostante l'ampiezza dell'attacco pugliese, che rischierebbero di indebolire l'attacco biancorosso oltremodo in una stagione ancora lunga. Certo al loro posto potrebbe arrivare il giovane Luca Pandolfi dalla Turris, ma al momento la trattativa appare in stallo senza contare che sul giocatore si stanno muovendo anche altre squadra.

C'è poi il nodo di Hamlili da sciogliere. Il centrocampista, ex capitano tra l'altro, è ai margini del progetto, ma al momento non si registrano trattative per la sua cessione col rischio che il giocatore resti a Bari da scontento magari bloccando l'arrivo di un sostituto in mezzo al campo – da Di Noia a Falzerano a inizio gennaio i nomi si sprecavano – che sia più adatto al gioco di Auteri. Al momento però gli unici ingressi sembrerebbero essere quelli di Sarzi Puttini e di Rolando, due esterni di centrocampo che andrebbero a infoltire una batteria già ampia e di valore.

Certo da qui al primo febbraio il tempo non manca per mettere a segno colpi che possano far fare un ulteriore salto di qualità alla squadra, ma al momento il bilancio è negativo con una confusione che certo non aiuta a capire in che direzione voglia muoversi il Bari per colmare il gap di punti che la divide dalla capolista Ternana.

Tommaso Maschio

-