Volleymercato femminile - Veronica Bisconti, Virginia Berasi e Maria Elena Aluigi, Federica Nonnati, Cecilia Vallicelli, Ilaria Bonvicini ed Emanuela Fiore

Veronica Bisconti a Macerata - Virginia Berasi e Maria Elena Aluigi a S.G. Marignano - Federica Nonnati a Marsala - Cecilia Vallicelli a Talmassons - Ilaria Bonvicini ed Emanuela Fiore a S.G. Marignano
29.06.2020 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Veronica Bisconti, Virginia Berasi e Maria Elena Aluigi, Federica Nonnati, Cecilia Vallicelli, Ilaria Bonvicini ed Emanuela Fiore

1.

Veronica Bisconti sarà il libero della CBF Balducci Macerata a partire dal prossimo campionato.

Sarà dunque ancora nelle Marche il futuro pallavolistico della giocatrice classe 1991, dopo la scorsa stagione alla Lardini Filottrano.

Un curriculum costellato di esperienze in Serie A, sia A1 a Busto Arsizio, Vicenza, Modena, Scandicci e Filottrano, che A2 a Monza e Soverato.

“Lo staff, sia tecnico che dirigenziale della CBF Balducci mi ha dato sin da subito un’impressione di grande disponibilità – ha dichiarato Veronica Bisconti. Questo è sicuramente un valore aggiunto per la società di Macerata e spero proprio che possiamo toglierci delle soddisfazioni insieme.”

-

2.

A Marignano Virginia Berasi sarà la nuova palleggiatrice.

Trentina doc, dopo aver passato qualche stagione in Triveneto, dove conquista la promozione in A2 con il CDA Talmassons, si mette in mostra tanto da conquistarsi la chiamata della Delta Informatica Trento. Inizia la stagione come sostituta di Moncada il cui infortunio le offre l’occasione di giocarsi le proprie carte. Senza timori reverenziali, Virginia, dirige la squadra alla vittoria della Coppa Italia e alla conquista del primo posto nel pool promozione.

La sua carriera comincia tra le fila del Castel Stenico dove milita fino alla serie C prima del trasferimento a 16 anni in serie B2 con il Lizzana. Dopo due anni in Vallagarina sale di categoria militando al Neruda in B1 prima di tornare nuovamente al Lizzana. Dopo queste esperienze, nel 2014 la Berasi decide di trasferirsi a Talmassons in serie B2 prima e B1 poi; un’annata trionfale, la prima, in cui centra la vittoria della Coppa Italia e del campionato di B2. Una breve parentesi per motivi di studio a Udine prima di approdare per la stagione 2017/18 a Rovigo in B2.  Poi nuovamente a Talmassons dove, da regista, titolare ha vinto il campionato di B1.

È come già detto lo scorso anno a Trento.

A completare il settore palleggiatrici arriva dal Virtus Orsogna la 19enne Maria Elena Aluigi che, a dispetto della giovane età, ha già al suo attivo buone esperienze da titolare anche nelle fila dell’Anderlini Modena.

Palleggiatrice, proveniente da Fano, classe 2001, dopo le esperienze a Pesaro emerge nel corso della  stagione giocata nell’Anderlini Modena, dove raggiunge il terzo posto in Coppa Italia, il quarto posto nelle finali nazionali Under 18 a Vibo Valentia e dove sfiora la promozione in serie B1 arrivando fino alla finale dei playoff.
-

3.

Si dipana diligentemente nella conduzione del mercato la Sigel Marsala che persegue fieramente nella cosiddetta “linea verde”. È la volta di Federica Nonnati, opposto di 185 cm, ad essere annunciata come nuova giocatrice azzurra per la stagione sportiva 2020/’21. Nonnati, abruzzese di Pescara, approda a Marsala forte dell’esperienza di un anno in seconda serie nazionale con la Roana Cbf H.R. Macerata allenata da coach Paniconi.

Nelle Marche con un ruolo da gregaria nel team la classe 1999 era la vice dapprima di Smirnova per tutta la durata del torneo (tra l’altro nel girone “B”  lo stesso in cui ha militato Marsala) e infine di Taborelli, ex Marsala che a sua volta ha sostituito la collega russa ma solo per poche apparizioni di Regular-Season e Pool Salvezza. La Nonnati a Macerata era arrivata da una convincente e irripetibile annata di B/1 (2018/2019) ad Altino in provincia di Chieti (nella cui squadra c’erano le ex lilybetane Jessica Panucci e Martina Lorenzini) che per poco e dopo il ricorso ai Play-Off non sfociava in una storica promozione in A2. I suoi inizi pallavolistici si devono all’Antoniana Volley dove ci è rimasta fino alla stagione 2017/2018.

Salgono a due le nuove arrivate di provenienza Macerata dopo il precedente toccato alla neosigellina Giorgia Mazzon, schiacciatrice annunciata ormai da settimane. Così come per altri esempi relativi alle nostre nuove tesserate, Federica è una pallavolista che tra pochissimi mesi comincerà la propria avventura al Sud e su un’Isola: la Sicilia.
Daris Amadio, allenatore della Prima Squadra, ci dice sul neoacquisto:

Federica ha bei colpi e belle soluzioni d’attacco. Basti ricordare che a Macerata, da debuttante in A, Nonnati era la prima sostituzione sull’opposto titolare e che spesso ha portato alla causa arancione punti pesanti per gli sviluppi concitati di un set. Lei è un opposto e presenta comunque le caratteristiche per attaccare ovviamente da posto due ed essere impiegabile come attaccante di posto quattro. Sono sicuro che ci tornerà utile nel corso del campionato e che da noi saprà dare un contributo. Dovrà crescere ancora molto nell’esperienza in questa e nelle prossime annate, trattandosi solamente di una classe 1999“

Si esprime così Federica Nonnati nelle sue prime dichiarazioni da neo-azzurra:

"Ricevere ancora una volta una chiamata dalla categoria mi ha lusingata. Ho avuto referenze davvero buone sulla Società e sulla sua serietà: fattori determinanti nella mia scelta che hanno fatto propendere alla fine di spostarmi in un posto così geograficamente distante. Sono stata in contatto telefonicamente sia con il tecnico Amadio che con il direttore Buscaino e dalle loro parole si evinceva quanto carichi ed elettrizzati fossero alla prospettiva del torneo che andremo ad affrontare. Con l’opportunità che mi è data, colgo finanche l’occasione di ringraziare entrambi per la fiducia”.

Nel frattempo, il mercato delle atlete impazza come una trottola ed è imminente l’annuncio di un ulteriore elemento che farà parte della squadra di A2 affidata al tecnico Amadio.

-

4.

Dopo le riconferme di Cristante al palleggio e Barbazeni al centro ecco la nuova regista della CDA Talmassons: Cecilia Vallicelli, classe 1993, ravennate, 182 cm d’altezza, vanta esperienze di rilievo in carriera.

Ha cominciato a muovere i primi passi nella Teodora Ravenna, ma il salto nella pallavolo dei grandi avviene con la Norda Foppapedretti Bergamo, ammirando da vicino i trucchi del mestiere da una campionessa come Eleonora Lo Bianco. Dopo un biennio a Vercelli in B1, la chiamata dalla A2 di Puntotel Sala Consilina. Anche una parentesi lontano dall’Italia: nella massima serie in Francia nella squadra di Le Cannet (A) stagione 2014/’15. La stagione seguente prosegue alla Beng Rovigo in A2 e successivamente in B1 con Martignacco. Poi con la squadra della propria città, Ravenna (piazza che nel femminile ha un illustre passato), conquista la A2 ottenendo la conferma nei due anni successivi sempre in A2. Lo scorso anno a Marsala è stata avversaria della CDA nella pool salvezza.

Il DS  De Paoli:”Con la conferma della giovane Cristante e l’arrivo di Vallicelli abbiamo sistemato anche il palleggio. Devo dire che anche nelle scorse stagioni Vallicelli era stato un giocatore di nostro interesse. Al di là delle sue qualite tecniche, ci è piaciuto l’entusiasmo e le motivazioni con cui ha accetttato di tornare in Friuli da protagonista in Serie A.”

Cecilia Vallicelli:”Sono davvero contenta ed emozionata per questa super nuova avventura. Le nostre strade si erano incrociate già due volte e questa volta tutto è andato a buon fine. Non vedo l’ora di cominciare e di tornare in palestra  per questa nuova ed emozionante stagione.”

Sempre più vicino infine l’accordo con Smirnova che dalla Russia fa sapere di voler gradire molto una sua riconferma a Talmassons.

-

5.

Altri due tasselli si incastrano nel puzzle del nuovissimo roster della Omag Consolini Volley edizione 2020/21: il libero Ilaria Bonvicini e il “martello mancino” Emanuela Fiore come opposto.

Ilaria Bonvicini, milanese, classe ’97, arriva dalla Saugella Team Monza. A soli 15 anni è già nel Villa Cortese in B1. Si trasferisce per un biennio ad Orago in B1 e l’anno successivo esordisce in serie A1 con le azzurrine del Club Italia. Nel 2016/17 è di nuovo in B1 con il Garlasco per passare poi nel 2018 alla Saugella team Monza. Ilaria ha vestito anche la casacca azzurra nella categoria pre-juniores nel 2013, agli Europei Juniores del 2014 e ai Mondiale Juniores 2014. In quest’ultima manifestazione si è guadagnata la medaglia di bronzo.

Il giovane libero, con un passato da schiacciatrice, sarà a disposizione di coach Stefano Saja per la prossima stagione e cercherà di mettere a frutto l’esperienza maturata in questi anni di serie A1 con il Club Italia prima e con Monza poi.

Il primissimo commento di Ilaria:

“Sono molto contenta di iniziare questa nuova avventura e di poter giocare per questa società, di cui ho sempre sentito parlare molto bene. Ho parlato con l’allenatore e sono sicura che lavoreremo molto per cercare di raggiungere i nostri obiettivi. Non vedo l’ora di iniziare questa stagione e di conoscere tutti i tifosi e l’ambiente”.

Emanuela Fiore negli ultimi due anni è stata una grande protagonista nelle fila dell’Hermaea Olbia. Plurilaureata, tifosissima della Roma ed ottima interprete di Beach Volley, Emanuela ha deciso di approdare a San Giovanni in Marignano con entusiasmo e voglia di mettere a disposizione la sua esperienza.

Nata a Priverno, (LT) classe ‘86, Fiore è un opposto di 185 centimetri apprezzata sia per la qualità dei suoi attacchi che per la grinta che è in grado di trasmettere alle compagne. La nuova giocatrice della Omag ha conosciuto il volley all’età di 8 anni, quando – seguendo le orme di Manuela Leggeri – ha intrapreso la trafila giovanile nella squadra della sua città fino ad approdare alla Serie D. Il suo talento è stato notato dal Latina Volley che, ad appena 16 anni, le ha permesso di esordire tra le “grandi” in B1. Nel 2003 ha vinto lo Scudetto Under 17 con il Volleyrò Casal de Pazzi. Successivamente ha difeso a lungo i colori della Sabaudia Pallavolo in Serie B (conquistando anche una Coppa Italia di categoria) per approdare successivamente nell’IHF DI Frosinone, in Serie A2 dove ha vissuto una delle stagioni più felici della sua carriera, mettendo in bacheca un’altra Coppa Italia. Dopo una breve parentesi alla Savino Del Bene Scandicci, sempre in A2, nel gennaio 2014 è scesa di categoria per accompagnare la VolAlto Caserta alla promozione dalla Serie B1 all’A2. Un grave infortunio al ginocchio subito a Perugia, l’ha costretta a ripartire dalla B: prima Terracina, poi all’Idea Volley Bologna guadagnando le attenzioni della Lilliput Settimo Torinese, compagine con cui ha potuto riabbracciare la massima serie disputando, peraltro, un campionato di altissimo livello. Nel 2017/18 Emanuela ha disputato un buon campionato con la Bartoccini Perugia, mentre le ultime due stagioni le ha trascorse in Sardegna nell’Hermaea Olbia.

Abbiamo sentito anche Emanuela:

“Sono molto entusiasta per questa opportunità poiché ho sempre provato grande ammirazione per questa società negli anni e da avversaria ho avuto sempre una grande stima. Più di qualche volta, non nego, ho desiderato di farne parte. Conosco questo campionato e, anche se ci saranno formazioni molto più organizzate a livello tecnico, so che a San Giovanni non manca la voglia di fare bene.Ho già avuto un primo contatto con il coach ed ho capito subito che viaggiamo sulla stessa lunghezza d’onda e i presupposti sono sacrificio, pazienza e voglia di mettersi in gioco sempre e alla pari con chiunque, per questo mi aspetto di far parte di una squadra che non mollerà nulla e combatterà col coltello tra i denti per l’obiettivo. Inoltre, ogni volta che ho giocato contro questa squadra, ho potuto ammirare un palazzetto rumoroso e pieno di energia; molte volte ho sentito pressione su di me e la mia squadra ma allo stesso tempo una sensazione molto positiva poichè il pubblico è caloroso e attaccato fortemente a questa realtà. Sono felice di essere a San Giovanni e condividere presto tutto quest. La tifoseria è sempre l’ottavo giocatore in campo e a San Giovanni si fa sentire, un elemento per me fondamentale perché adoro circondarmi di persone grintose e cariche !
Ringrazio il Presidente Stefano Manconi e l’allenatore Stefano Saja per avermi dato questa opportunità !”

-