Volley femminile, Serie A1 - 26^ giornata: Perugia corsara, Brescia retrocede in A2, Conegliano chiude imbattuta la regular season, Scandicci batte Trento e sale al quarto posto, Busto Arsizio mette Novara ko

01.03.2021 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
© foto di dallarivolley.com
Volley femminile, Serie A1 - 26^ giornata: Perugia corsara, Brescia retrocede in A2, Conegliano chiude imbattuta la regular season, Scandicci batte Trento e sale al quarto posto, Busto Arsizio mette Novara ko

27 Febbraio 2021

Si chiude con una giornata di anticipo la battaglia per la salvezza in serie A1 femminile che premia Perugia del coach azzurro Davide Mazzanti e condanna Brescia alla discesa fra i cadetti. 

Questo il verdetto della prima di due giornate di gare dell’ultimo turno della massima serie che si chiuderà domani con l’assegnazione del quarto posto.

La Bartoccini Fortinfissi Perugia, guidata da una travolgente Serena Ortolani, risolve la questione andando a vincere 3-1 (25-22, 25-16, 21-25, 25-19) sul campo de Il Bisonte Firenze: un successo decisivo perchè porta le umbre a +5 su Brescia quando entrambe le squadre devono recuperare una sola partita. Primo set equilibrato con le perugine che trovano il break decisivo sul 21-18 e mantengono il cambio palla fino al 25-22 conclusivo. Netto il predominio della squadra ospite nel secondo parziale (25-16). Firenze reagisce nel terzo set ma la squadra di Mazzanti riparte di slancio nel quarto set, vola sul 21-11 e controlla nel finale imponendosi 25-19. Serena Ortolani vera e propria mattatrice del match con 27 punti, 16 punti per Havelkova in casa perugina, mentre per Firenze da sottolineare i 15 punti di Alberti e i 12 di Enweonwu.

Niente da fare, invece, per la Millenium Banca Valsabbina Brescia che si deve arrendere nel derby sul campo della Saugella Monza che mette al sicuro il terzo posto finale in classifica. Le monzesi si impongono 3-1 (25-23, 20-25, 25-13, 25-22) soffrendo nel primo e nell’ultimo set  con Brescia che si è aggiudicata il secondo set della speranza. In casa monzese 12 punti per Danesi, insolita top scorer, 11 punti per Begic, 10 per Van Hecke. Per Brescia 18 punti per Jasper e 14 per Nicoletti non sono bastati.

La Bosca San Bernardo Cuneo chiude con un successo che mette al sicuro un più che buono settimo posto finale. Era uno scontro diretto quello con la VBC E’Più Casalmaggiore ed è uscita una battaglia da cinque set che ha premiato le padrone di casa: 3-2 (23-25, 25-19, 32-30, 16-25, 15-11). Un match che per lunghi tratti ha vissuto sul filo dell’equilibrio ma che ha visto gli alti e bassi delle due formazioni in campo: particolarmente emozionante il terzo set, vinto 32-30 da Cuneo che poi ha ceduto nettamente il quarto set, prima di aggiudicarsi il tie break decisivo per regalare la settima piazza a Cuneo. Le piemontesi tutte in doppia cifra tranne l’alzatrice Signorile: 25 punti per Bici, 17 punti a testa per Giovannini, Candi e Ungureanu e 14 punti per Zakchaiou. Per Casalmaggiore, che potrà ancora giocarsi l’ottava piazza nei recuperi, non sono bastati i 26 punti di Montibeller, oltre ai 13 di Kosareva e i 12 a testa di Vanzurova, Bajema e Melandri.

Vittoria numero 51 e regular season chiusa senza sconfitte per la Imoco Conegliano che, con quasi tutte le seconde linee in campo, espugna con un sofferto 3-1 (25-23, 22-25, 25-23, 33-31) il campo della Reale Mutua Fenera Chieri. La squadra veneta, che pensa soprattutto al ritorno dei quarti di Champions contro Scandicci, dimostra anche di saper soffrire e alla fine chiude il cerchio con 24 successi nella stagione regolare. Gicquel 26 punti, Omoruyi 16, Adams McKenzie 12: le top scorer di Conegliano. Per Chieri 17 punti di Villani, 14 di Grobelna, 11 di Mazzaro.

Enrico Spada

-

28 Febbraio 2021

Oggi si sono disputate le ultime due partite della 26ma giornata della Serie A1 di volley femminile, quella che conclude la regular season del massimo campionato italiano (devono però essere ancora recuperati alcuni incontri durante la prossima settimana). 

Scandicci ha travolto Trento con un secco 3-0 (25-15; 25-18; 25-15) e sale al quarto posto, mentre le dolomitiche restano al decimo posto ma possono ancora puntare all’ottava piazza. A trascinare le toscane sono state Magdalena Stysiak (14 punti, 2 aces) e Mina Popovic (11, 3 muri), i marcature per Elena Pietrini, 8 a testa per Elitsa Vasileva e Marina Lubian. Tra le fila delle ospiti la migliore è stata Francesca Trevisan (10).

Busto Arsizio si è imposta sul campo di Novara per 3-1 (25-23; 25-22; 19-25; 27-25). Le piemontesi, già certe del secondo posto alle spalle di Conegliano e davanti a Monza, non avevano più nulla da chiedere alla regular season. Le lombarde, invece, erano particolarmente motivate a portare via i tre punti e ora sono seste a -2 da Chieri, ma possono operare il sorpasso imponendosi nel recupero. Per puntare alla quarta piazza di Scandicci, invece, le Farfalle dovranno vincere il recupero col massimo scarto e sperare in un ko non al tie-break delle toscane. Prestazione di rilievo da parte delle attaccanti Alexa Gray (26 punti), Camilla Mingardi (19) e Alessia Gennari (13), mentre alle padrone di casa non sono bastate Britt Herbots (14) e Caterina Bosetti (16).

Stefano Villa

-