Volley femminile, Nazionale - Nations League 2021: la Repubblica Dominicana batte l’Italia in quattro set, poi una coraggiosa Italia cede al tie-break contro l’Olanda

14.06.2021 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: oasport.it
Sylvia Nwakalor
© foto di foto FIVB
Sylvia Nwakalor

12.06.2021

La Repubblica Dominicana batte l’Italia con il punteggio di 25-21 25-19 22-25 26-24 nella sfida di Nations League di volley femminile.

Per le azzurre si tratta dell’ottava sconfitta nella manifestazione in corso di svolgimento a Rimini. Tra le ragazze di Giulio Bregoli ottima prova di Camilla Mingardi autrice di ben 26 punti e top scorer della sfida.

Avvio di match decisamente favorevole alla nazionale caraibica che grazie al diagonale vincente di Pena si porta sul 4-6. Le azzurre provano a reagire ma non riescono a contenere la strapotenza fisica di una scatenata De La Cruz che mette giù il 9-14. Le ragazze di Bregoli nella seconda parte del set alzano le percentuali in difesa e con il gran muro di Mazzaro su Rivera tornano in scia (16-17). Purtroppo nel finale l’Italia commette qualche errore di troppo e con il pallonetto di Pena prima e sfruttando l’invasione di Mazzaro la Repubblica Dominicana chiude 25-21.

Il secondo set inizia così come era finito il primo ovvero con le caraibiche decisamente più motivate, Marte vince un contrasto a rete con D’Odorico mettendo a segno il punto del 4-7. Le azzurre questa volta reagiscono con veemenza affidandosi a Mingardi che tira un bolide dopo uno scambio lunghissimo che vale il 10-10. Nella parte centrale, però, le dominicane riescono nuovamente a prendere il largo e con l’ace di De La Cruz, il diagonale profondo di Pena seguito dal muro di Martinez su Omoruyi si portano sul 16-21. Nel finale le ragazze di Kwiek chiudono 25-19.

Nel terzo set l’Italia entra in campo con tutt’altro piglio, il diagonale potente di Melli da posto quattro, infatti, fissa il parziale sul 7-3. Le azzurre riescono a trovare una certa regolarità nel cambio palla e tengono a distanza le avversarie (14-9). La squadra guidata da Bregoli riesce a gestire bene la situazione e con Mingardi che passa in mezzo al muro sale sul 20-17. Nonostante il tentativo di replica delle caraibiche la solita Mingardi mette giù un delizioso pallonetto che chiude il parziale sul 25-22.

La Repubblica Dominicana parte ben nel quarto set con l’ace di De La Cruz che vale il 3-6. Le azzurre non riescono a trovare le contromisure agli attacchi delle avversarie e il divario si allarga ancor di più con il pallonetto lungo della scatenata De La Cruz (16-9). Nella parte finale della sfida l’Italia rientra  sfruttando una serie di errori offensivi delle caraibiche, l’ultimo dei quali viene commesso dal Rivera con un diagonale abbondantemente out. (23-23). Sul più bello arriva, però, l’errore di Mingardi che vale il 24-26 per le dominicane.

Salvatore Serio

-

13.06.2021

L’Italia cede al tie-break contro l’Olanda nell’undicesima partita di Nations League.

Le Orange hanno portato a casa la vittoria col punteggio di 25-21 26-28 20-25 25-21 15-10. La migliore in campo è stata senza ombra di dubbio Sylvia Nwakalor autrice di una prestazione fantastica condita da ben 27 punti.

Avvio di partita estremamente equilibrato, in casa Italia si mette in luce con un bellissimo attacco in mezzo al muro Nwakalor (6-6). Entrambe le squadre riescono a gestire abbastanza agevolmente la situazione di cambio palla, l’ace di di Daalderop, con la collaborazione di Melli, vale il 12-13 in favore delle Orange. Nella seconda parte del parziale le ragazze di Selinger alzano decisamente le percentuali in difesa e con Lohuis che vince un contrasto a rete contro Bosio si portano sul 17-22. Nel finale le olandesi non devono fare altro che controllare e chiudere 21-25.

Anche il secondo set inizia sui binari dell’equilibrio: al muro di Mazzaro su Scholten risponde il primo tempo vincente di Timmerman che fissa il punteggio sul 7-7. Le azzurre replicano colpo su colpo e dopo il diagonale di Buijs ci pensa Nwakalor a mettere giù la pipe vincente (13-13). Le azzurre provano la fuga grazie al doppio muro, prima di Mazzaro e poi di Nwakalor (18-13). Le ragazze di Bregoli calano d’improvviso, in maniera inaspettata e consentono alle Orange di rientrare (20-20). Il finale è un punto a punto estremamente spettacolare chiuso dall’errore in attacco di Timmerman (28-26).

Il terzo set inizia così come si era chiuso quello precedente, ovvero con l’Italia in spinta costante e grazie all’ace di Bonifacio sale 7-4. La reazione delle olandesi arriva per l’ennesima volta in maniera veemente e si chiude con il primo tempo fantastico di Timmerman che ribalta la situazione (10-12). La fase centrale del parziale è estremamente equilibrata con le due squadre che praticamente si equivalgono (20-20). E’ proprio in questo momento che Nwakalor e Mazzaro che si prendono la scena con un muro a testa e un attacco strabiliante e vincente che vale il 25-20.

L’Olanda messa alle strette alza in maniera evidente la qualità del suo gioco e col pallonetto in fast di Lohuis sale subito 3-7. Punto dopo punto, centimetro dopo centimetro, le azzurre cercano di chiudere il gap fino al muro Melli su Plak che fissa il parziale sul 15-15. Il match prosegue su ritmi intensi ma con nessuna delle due compagini che riesce a prendere il largo (20-20). Purtroppo in questo momento si spegne la luce in casa Italia e Plak mette giù la pipe del 21-25.

L’avvio del tie-break è abbastanza equilibrato almeno fino al 3-3. Le Orange diventano più solide in difesa e allungano in maniera sensibile grazie agli errori delle azzurre e all’ace di Lohuis e al primo tempo di Timmerman (4-10). Nel finale alle olandesi non resta che controllare e chiudere 10-15.

Salvatore Serio

-