Volley femminile, Champions League - Conegliano vince al tie-break la spettacolare battaglia contro Scandicci

26.02.2021 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
Le ragazze di Conegliano
© foto di dallarivolley.com
Le ragazze di Conegliano

E’ stata una vera e propria battaglia sportiva quella tra Scandicci e Conegliano, nella gara d’andata dei quarti di finale di Champions League.

Le Pantere si sono imposte con il punteggio di 17-25 29-27 28-30 25-23 17-15. Una partita a dir poco incredibile nella quale hanno brillato particolarmente le stelle di Paola Egonu, autrice di ben 38 punti, e Magdalena Stysiak capace di metterne a referto 28.

Dopo un inizio di match molto equilibrato è Scandicci a prendere in mano le operazioni sfruttando un lunghissimo turno al servizio di Stysiak, che consente alle toscane di piazzare il break di 5-0 che fissa il punteggio sul 12-6. Le venete sono contratte e troppo fallose mentre le ragazze di Massimo Barbolini sembrano decisamente più in partita e con il fantastico primo tempo di Popovic si portano sul 18-13. Nel finale serve a poco il tentativo di arrembaggio di Egonu e compagne che sono costrette ad arrendersi 25-17.

Scandicci parte forte anche nel secondo set e grazie al granitico muro di Popovic su Butigan si porta sul 7-5. Questa volta la reazione delle campionesse d’Italia in carica non si fa attendere e con un delicato primo tempo di Folie ritrovano la parità (12-12). Nella fase centrale del parziale Conegliano alza moltissimo i giri del motore e con la scatenata Egonu si porta avanti 23-18. Nonostante l’inerzia del set sia dalla parte delle ragazze di Daniele Santarelli, le toscane trovano la forza di tornare sotto, sfruttando anche un clamoroso passaggio a vuoto delle avversarie. Prima l’ace di Stysiak poi il monster block di Vasileva fissano il punteggio sul 23-23. Inizia un estenuante punto a punto sbloccato dal mani fuori di Hill che vale il 29-27 in favore delle Pantere.

Neanche a dirlo è ancora Scandicci a dominare nella fase iniziale del terzo set con Stysiak molto concreta a differenza delle avversarie che commettono tantissimi errori (9-3). Le toscane provano a gestire ma nella fase centrale del parziale sono nuovamente le venete a prendere in mano la situazione con il muro di Folie su Stysiak che vale il 14-13. La partita è entusiasmante e viaggia su un labilissimo equilibrio spezzato dall’attacco vincente di Adams seguito dal monster block di Egonu su Vasileva (22-20). Il finale è nuovamente incandescente con Malinov che trova un muro punto in grande stile su Hill (24-24). Segue una serie di set point per le ragazze di Barbolini, alla fine ci pensa Stysiak a togliere le castagne dal fuoco (30-28).

Il quarto set inizia sui binari dell’equilibrio fin quando Popovic non trova il muro su Folie che vale il 10-6 in favore di Scandicci. Tanto per cambiare Conegliano reagisce alla grande e torna in scia con De Kruijf che vince un contrasto a rete contro Malinov (15-14). Al mani out di Stysiak risponde la bordata imprendibile di Egonu che porta la contesa sul 20-20. In questa circostanza, però, le Pantere trovano la zampata nel finale grazie alla solita Egonu, che viene cercata con regolarità da Wolosz, e chiudono sul 25-23.

Non poteva che essere il tie-break a decidere una partita così accesa e spettacolare. Scandicci è la prima squadra a provare l’allungo con l’ace di Lubian, seguito dal mani fuori di Courtney (7-3). Ma come hanno dimostrato a più riprese, le ragazze di Conegliano non mollano mai fino alla fine e quindi seguendo il leitmotiv del match Egonu gioca un diagonale strettissimo che vale l’11-10. Alla schiacciatrice azzurra risponde Stysiak con un bolide che consegna il primo match point alle toscane (14-13), annullato dall’attacco vincente di Sylla. A prendersi la scena nel finale è Hill che trova l’ace che consegna la vittoria alle Pantere.

Salvatore Serio

-