Beach volley femminile - World Tour: annullati tutti i tornei fino a Roma, stop anche a Vienna e Amburgo, resiste Gstaad

02.04.2020 13:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
Beach volley femminile - World Tour: annullati tutti i tornei fino a Roma, stop anche a Vienna e Amburgo, resiste Gstaad

Il World Tour di beach volley rischia di saltare quasi completamente nel 2020 che doveva essere anno olimpico. Piovono le cancellazioni, come è giusto che sia e, per ora, sono davvero pochi i tornei del circuito mondiale a resistere alla “mannaia” dettata dall’epidemia di Coronavirus. Tra i tornei più importanti al momento solo il Major Series di Gstaad resta programmato dal 7 al 12 luglio ma, se l’evoluzione dell’epidemia non sarà positiva nelle prossime settimane, potrebbe essere cancellato.

La notizia più dolorosa arriva dalla Fipav con la ormai scontata conferma della cancellazione della tappa del World Tour di Roma, che avrebbe chiuso la finestra di qualificazione olimpica. Da capire anche come cambierà il calendario del prossimo anno con l’inserimento dei Giochi Olimpici perchè Roma, nel 2021, avrebbe dovuto ospitare i Mondiali di beach volley che, a questo punto, potrebbero essere spostati di un anno e disputarsi nel 2022. Questo il testo del comunicato:

"La Federazione Italiana Pallavolo, in accordo con la Federazione Internazionale, con Sport e Salute e con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, comunica che il torneo 5 Stelle di Roma, originariamente in programma dal 9 al 14 giugno 2020, è stato annullato. Tutte le parti hanno convenuto che quest’anno, a causa della pandemia legata al COVID-19, non ci siano le condizioni necessarie per poter disputare la tappa del World Tour, in quanto la salute e il benessere di tutti i partecipanti rappresentano la massima priorità per tutti i co-organizzatori del torneo. Fipav, Fivb, Sport e Salute e Coni, inoltre, garantiscono il massimo impegno per organizzare nel migliore dei modi un evento di beach volley nel 2021 e per questo nei prossimi mesi continueranno a lavorare a stretto contatto”.

Ai tornei cancellati già dopo la prima ondata di contagi, si sono aggiunti negli ultimi giorni il 4 stelle di Itapema (Brasile), il 3 stelle di Jurmala (Lettonia) dal 6 al 10 maggio, il 4 stelle di Ostrava (Repubblica Ceca) dal 20 al 24 maggio, il 4 stelle di Varsavia (Polonia) dal 27 al 31 maggio, il 4 stelle di Mosca dal 3 al 7 giugno, il torneo 1 stella di Miguel Pereira (Brasile) all’11 al 14 giugno, l’1 stella di Raja Ampat (Indonesia) dall’11 al 14 giugno, il torneo 1 stella di Ios (Grecia) dal 12 al 14 giugno, il Major Series di Vienna dall’11 al 16 agosto e le World Tour Finals di Amburgo dal 19 al 23 agosto. 

Considerato che non si disputerà quest’anno il Campionato Europeo (che non era ancora stato programmato dalla CEV) e che il campionato mondiale Under 21 in programma in Thailandia a Roi Et è stato posticipato a novembre, dal 10 al 15, e tenendo conto che molti dei tornei che non si sono disputati in questo periodo potrebbero essere piazzati tra settembre e ottobre (non i Major series, tutti cancellati tranne Gstaad) al momento questi sono i tornei del World Tour ancora in programma: Klaipeda (Lituania) dal 2 al 5 luglio (1 stella femminile), Gstaad (Svizzera) dal 7 al 12 luglio Major Series, Qidong (Cina) e Daegu (Corea del Sud solo femminile) dal 9 al 12 luglio, Larnaka (Cipro) 2 stelle femminile dal 10 al 12 luglio, Espinho (Portogallo) 4 stelle dal 15 al 19 luglio, Buyed (Corea del Sud) 1 stella femminile dal 30 luglio al 2 agosto, Lubijana (Slovenia) 1 stella dal 30 luglio al 2 agosto, Vaduz (Liechtenstein) 1 stella dal 5 all’8 agosto, Busan (Corea) dal 6 al 9 agosto 1 stella femminile, Rubavu (Rwanda) 2 stelle dal 19 al 22 agosto.

Enrico Spada

-