FOCUS TC - Serie C, 29^ giornata: la Top 11 del Girone A

Modulo 3-4-3
10.03.2021 18:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Giacomo Gattuso
Giacomo Gattuso

Nel segno dei fratelli Gatto. La lotta per il primato nel girone A  vive del duello a distanza tra i due attaccanti di Como e Pro Vercelli, entrambi a segno nei rispettivi successi di misura su Pro Sesto e Pistoiese. Alle loro spalle frena ancora il Renate che non va oltre il pareggio a reti bianche contro una Carrarese in emergenza, con solo 14 giocatori effettivi a causa del Covid. Cade il Lecco, agganciato al quarto posto dall'Alessandria. Vincono anche Pro Patria e Juventus U23. Sul fondo della classifica scatti di Lucchese, Giana Erminio e Olbia.

Di seguito la Top 11 della 29^ giornata di TuttoC.com.

PORTIERE

Ivan Lanni (Novara): nega il pareggio al Lecco opponendosi con un riflesso felino alla conclusione a colpo sicuro di Capogna. Parata spettacolare e fondamentale nell’economia della partita.

DIFENSORI

Filippo Delli Carri (Juventus U23): sul pezzo per tutti i novanta minuti, gioca una gara di grande attenzione priva di sbavature. Ci mette tanto carattere, rendendosi pericoloso anche sui calci piazzati.

Matteo Di Gennaro (Alessandria): il primo gol con la nuova maglia pesa quanto un macigno perché permette di ottenere in extremis la seconda vittoria di fila. Difensore goleador, sono già 4 in campionato.

Marco Migliorini (Novara): tira fuori dal cilindro una mezza rovesciata che lascia tutti di stucco, compreso il povero Pissardo. Prodezza che apre la strada a una delle più belle prestazioni offerte dagli azzurri.

CENTROCAMPISTI

Francesco Mezzoni (Pro Vercelli): dopo la prima da titolare a poche ore dal suo arrivo, era finito un po’ in disparte giocando solo qualche spezzone. Rilanciato dall’inizio ripaga la fiducia arando la fascia destra.

Roberto Biancu (Olbia): sblocca il risultato con una rete fantastica, partendo in progressione dalla sinistra prima di disegnare un arcobaleno. Play, mezzala o trequartista, cambia poco: fa sempre la differenza.

Nicolò Palazzolo (Giana Erminio): è il giocatore più decisivo della squadra e anche stavolta non fa eccezione. Non solo decidendo il match col suo quinto centro stagionale ma anche salvandone uno sulla linea.

Davide Di Quinzio (Alessandria): quello che qualche anno fa era chiamato gol alla Del Piero potrebbe essere ribattezzato come gol alla Di Quinzio visto che già ne aveva fatti di simili a Como e a Pisa. Applausi.

ATTACCANTI

Emmanuel Latte Lath (Pro Patria): segna e si diverte a far segnare i compagni. Sponda intelligente per Kolaj, firma sul raddoppio, calcio di rigore procurato e trasformato. Difficile chiedergli di più.

Flavio Bianchi (Lucchese): come un rapace, induce all’errore Risaliti e piomba sul pallone respinto dalla traversa per depositarlo in fondo al sacco. Concede il bis dal dischetto raggiungendo la doppia cifra.

Massimiliano Gatto (Como): parte dalla panchina, perché non è al meglio. Eppure dal modo in cui entra in campo non si direbbe: approfitta dello svarione di Maldini per involarsi verso la porta e battere Facchin.

ALLENATORE

Giacomo Gattuso (Como): percorso netto in casa: otto successi su otto e vantaggio inalterato sulla Pro Vercelli in vista dello scontro diretto. Gestione oculata degli uomini a disposizione: Gatto e Ferrari, risparmiati inizialmente per alcuni guai fisici, si rivelano determinanti subentrando a gara in corso.

Marco Pieracci

-