Volleymercato femminile - Katerina Valkova, Valeria Papa, Sara Panetoni, Anna Haak, Ivonne Montano

Katerina Valkova a Busto Arsizio - Valeria Papa a Chieri - Sara Panetoni a Vallefoglia - Anna Haak a Cuneo - Ivonne Montano a Perugia
03.08.2023 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: facebook.com
Volleymercato femminile - Katerina Valkova, Valeria Papa, Sara Panetoni, Anna Haak, Ivonne Montano

31/05/2023

Katerina Valkova a Busto Arsizio

La e-work Busto Arsizio completa il reparto palleggiatrici per la stagione 23/24 con l’ingaggio di Katerina Valkova, giocatrice ceca classe 1996, quest’anno in forza alla squadra tedesca del Munster in Bundesliga: affiancherà la già annunciata Jennifer Boldini nella cabina di regia del nuovo team di coach Velasco.

La nuova farfalla, 178cm di altezza, ha iniziato la carriera in terra natia giocando dal 2013 al 2018 nel TJ Ostrava e nel 2018/19 nel PVK Olymp Praha, mentre dalla stagione successiva si è trasferita in Germania vestendo la maglia del Suhl. Tornata per un anno in Repubblica Ceca (VK UP Olomouc nel 2020/21), si è poi spostata stabilmente in Germania: con la squadra del Munster ha disputato due buone stagioni, acquisendo esperienza e consapevolezza dei propri mezzi. Katerina Valkova fa parte della nazionale ceca.

Ecco le sue prime parole in biancorosso: 

“Sono onorata della chiamata da parte della UYBA e di un coach come Velasco, non vedo l’ora di arrivare a Busto Arsizio e migliorarmi tanto con lui e il suo staff: è veramente qualcosa di incredibile per me”.

“L’esperienza in Bundesliga mi ha aiutata a crescere, perchè il livello medio del campionato è sicuramente più alto di quello in Repubblica Ceca; soprattutto nell’ultima stagione tanti team hanno presentato una pallavolo di altissima qualità. Sicuramente in Italia sarà ancora più difficile, perchè lì c’è uno dei migliori campionati al mondo a mio parere, sono davvero impaziente di vedere sul campo tante campionesse e confrontarmi con loro. Ora sono impegnata con la mia nazionale: a brevissimo partirà la Golden League e poi prepareremo gli Europei che saranno una grandissima vetrina per noi, così come le qualificazioni olimpiche in Cina a settembre. Poi penserò solo alla UYBA, alla quale voglio portare le mie qualità: credo di essere una giocatrice che sa fare gruppo e cerca di creare le migliori connessioni tra le compagne, è fondamentale per una palleggiatrice”. 

“Mi piace combattere su ogni palla, lavorare sodo e migliorarmi sempre per essere performante anche al servizio, a muro ed in difesa: cercare di essere una giocatrice completa penso che sia una delle mie qualità migliori. Katerina fuori dal campo ? Non riesco a stare ferma e a rilassarmi troppo: sono una ragazza aperta e gentile, ho bisogno di curare i rapporti con gli amici, la famiglia e, perchè no, anche praticare altri sport”.

-

31/05/2023

Valeria Papa a Chieri

Valeria Papa è, con le statunitensi Madison Kingdon e Avery Skinner, il terzo tassello del reparto schiacciatrici/ricevitrici della nuova Reale Mutua Fenera Chieri ‘76.

Genovese classe 1989, 183 centimetri, inizia a giocare a pallavolo a 15 anni d’età in serie D nella VBC Genova, arrivando fino alla B2. Dal 2012/2013 è alla Neruda Bolzano: in tre stagioni sale dalla B1 all’A1, vincendo nel 2015 la Coppa Italia di serie A2. Le tappe successive sono Busto Arsizio, di nuovo Neruda, e Scandicci fra il 2017 e il 2019 (fra le sue compagne Ofelia Malinov). Nel 2019/2020 si trasferisce in Brasile al Flamengo, quindi torna in Italia a Roma con cui vince il campionato di A2 (con lei Ilaria Spirito) e gioca mezza stagione in A1 prima di accasarsi in Germania al Postdam. Nel 2022/2023 difende i colori di Vallefoglia.

“Il mio è stato un percorso un po’ particolare – spiega Valeria Papa – . Ho iniziato tardi a giocare a pallavolo, senza esperienze giovanili alle spalle. Ho fatto tutti i gradini, dalle categorie minori fino all’A1, proprio come Chieri: si può dire che siamo cresciuti insieme, da lontano. Con Chieri ci eravamo già “corteggiati” in passato, è una realtà che conosco molto bene, e di cui ho sentito anche parlare molto bene, al di là dei risultati che si commentano da soli. Conosco Max Gallo da una vita. Con Giulio Bregoli abbiamo avuto un colloquio davvero costruttivo: mi è piaciuto molto il suo approccio. A una società come questa non è difficile dire sì“.

Laureata in Lettere, amante della lettura e della scrittura, appassionata di cinema e serie tv, Valeria si descrive con due parole:

“Sorriso e determinazione“.

Quindi fissa i punti fermi per la sua prima stagione in biancoblù:

“Ho sempre apprezzato Chieri per la sua crescita fatta di piccoli step. Spero di dare il mio contributo per un altro passettino in avanti. Al di là di questo, credo che la cosa più importante sia impegnarsi tutti i giorni, per arrivare a fine stagione con la consapevolezza di aver sempre dato il massimo“.

-

31/05/2023

Sara Panetoni a Vallefoglia

Sara Panetoni è il nuovo libero della Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia; proviene dal Bisonte Firenze.

Ventitrè anni, nativa di Lugo (Ravenna), ha iniziato a giocare nella Teodora Casadio, una delle storiche e più vincenti società della pallavolo italiana. Per lei arriva prestissimo l’esordio in Serie A2 e la convocazione nella nazionale Under 18, con la quale ha vinto la medaglia d’oro al Festival Olimpico della Gioventù Europea 2017 e, subito dopo, al Mondiale di categoria. L’anno dopo è campionessa d’Europa sia con l’Italia Under 18, ricevendo anche il premio come migliore libero della competizione, che Under 19. Dopo quattro stagioni trascorse a Ravenna, nella stagione 2018-19 debutta in Serie A1 unendosi al Club Italia. Con l’Italia Under20 è medaglia d’argento al campionato mondiale 2019. Nella stagione 2020-21 si accasa al San Casciano (A1) e nel 2022, sempre con la maglia dell’Italia, vince la medaglia d’oro ai XIX Giochi del Mediterraneo. È attualmente in Turchia, con la nazionale senior, impegnata nella Volleyball Nations League (VNL).

Nella scorsa stagione con le Bisontine, Panetoni si è fatta carico di 388 ricezioni e con soli 12 errori diretti, è stato il miglior recettore della squadra Bisonte; ai suoi numeri della stagione regolare si aggiungono 305 difese positive. Un rendimento molto positivo, che si è prolungato anche nelle 5 partite che la squadra fiorentina ha giocato nei play-off.

“Quella che sta nascendo è una Megabox giovane e solida, nel solco di quel progetto nato al momento della promozione in A1 – dice il presidente Ivano Angeli –. Panetoni è una giocatrice forte, di personalità, che ci darà entusiasmo. E sono convinto che tutte le nuove arrivate portino nuove energie anche a coloro che sono state confermate”.

LE DICHIARAZIONI

- Da Firenze a Vallefoglia: dopo anni trascorsi tra Ravenna e Club Italia è arrivata la conferma della tua maturità tecnica: quali sono i tuoi nuovi obiettivi ?

“Mi aspetto di migliorare tanto dal punto di vista tecnico e tattico e di crescere come atleta e come persona. In più, ho tanta voglia di mettermi in gioco e di dare un grande contributo alla Megabox nella realizzazione degli obiettivi che la società ha davanti”.

- Stai lavorando a testa bassa con la Nazionale: hai avuto tempo per dare un’occhiata a quelle che saranno le tue nuove compagne di squadra ?

“Sì, certo. Ho guardato con molto interesse alle compagne che mi accompagneranno in questo nuovo viaggio e sono entusiasta di conoscerle e iniziare con loro. Credo che la Megabox sia una squadra che può fare molto bene e sono sicura che lavoreremo bene insieme a tutto lo staff”.

- Come sta andando il lavoro con il tecnico Mazzanti e con le tue attuali compagne di Nazionale ?

“Vestire la maglia dell’Italia è sempre un onore e un privilegio in quanto rappresenti il tuo Paese e chiunque vorrebbe essere al nostro posto. Abbiamo avuto poco tempo per conoscerci e lavorare insieme prima dell’inizio della competizione, ma ci stiamo allenando bene e con entusiasmo e per questo sono molto fiduciosa. È un’estate lunga e siamo solo all’inizio”.

- Come sarà la prossima stagione di A1 ?

“Come sempre sarà un campionato difficile e fatto di alti e bassi, ma si cercherà di lavorare e di dare sempre il 100% per raggiungere gli obiettivi fissati. Bisognerà essere pazienti, non mollare mai e provare a divertirsi”.

- Cosa fai quando non giochi a pallavolo ?

“Studio e amo viaggiare. Mi sono appena laureata in Scienze dell’educazione e della formazione e ora dovrò scegliere come proseguire il mio percorso di studi. Per quanto riguarda il viaggiare, appena ho un po’ di tempo, mi organizzo per andare da qualche parte”.

-

31/05/2023

Anna Haak a Cuneo

Dall’ASPTT Mulhouse vicecampione di Francia allenato da François Salvagni alla Serie A1: Anna Haak, schiacciatrice svedese classe 1996, è una nuova giocatrice di Cuneo.

Dopo quattro stagioni nella Ligue A francese tra Vandœuvre-lès-Nancy e Mulhouse, Haak si misura per la prima volta con il campionato italiano forte anche dell’esperienza in CEV Champions League maturata nelle ultime due stagioni. Prima dell’approdo a Cuneo, per lei un’intensa estate in Nazionale, che prende ufficialmente il via oggi (mercoledì 31 maggio) con il debutto in Golden League contro la Bosnia Erzegovina a Lund (Svezia) e culminerà con i Campionati Europei in programma dal 15 agosto al 3 settembre.

GIOCATRICE COMPLETA E SOLIDA 

Anna Haak, 179 centimetri di altezza, cresce pallavolisticamente nell’Engelholms VS con il quale nel 2015, al termine della sua terza e ultima stagione, si laurea campione di Svezia. Dalla Svezia agli Stati Uniti per gli studi universitari, prima a Miami, dal 2015 al 2017, poi alla Marquette University, a Milwaukee, dal 2017 al 2019. Nell’estate del 2019 il ritorno in Europa, con l’annata in maglia Vandœuvre Nancy Volley-Ball, che le vale la chiamata di François Salvagni a Mulhouse. Nella stagione 2020/2021 l’ASPTT Mulhouse conquista titolo nazionale, Coppa di Francia e Supercoppa di Francia, mentre nelle ultime due annate deve inchinarsi al Volero Le Cannet. Per Haak nello scorso campionato 332 punti in 31 partite e 35 in 5 partite in CEV Champions League. Solida in ricezione, efficace in attacco e a muro grazie a un’ottima elevazione, Haak è una giocatrice dal notevole bagaglio tecnico.
Con la maglia gialloblù della sua Nazionale nel 2021 raggiunge i quarti di finale dei Campionati Europei disputatisi tra Serbia, Croazia, Romania e Bulgaria e nel 2022 trionfa in Silver League. Nella Golden League che per la Svezia delle sorelle Haak, Anna e Isabelle, inizia oggi, le avversarie nel girone A sono Belgio e Bosnia Erzegovina; nel girone B si sfidano Romania, Slovacchia e Repubblica Ceca, nel girone C Ungheria, Ucraina e Francia.

Anna Haak, schiacciatrice Cuneo Granda Volley: 

“Ho sempre sentito parlare bene di Cuneo e non vedo l’ora di conoscere lo staff tecnico, le nuove compagne, la città e i tifosi e capire dove potremo arrivare insieme. Dopo gli Stati Uniti e la Francia, l’Italia e Cuneo rappresentano un’occasione importante per proseguire il mio percorso di crescita: sono entusiasta di questa nuova sfida. Le stagioni negli Usa mi hanno permesso di conciliare gli studi di marketing e la pallavolo di alto livello: è stata un’esperienza molto preziosa”. 

“Prima di arrivare a Cuneo c’è un’estate importante da vivere in Nazionale, prima in Golden League, dove il livello sarà più alto rispetto alla Silver League vinta l’anno scorso, poi ai Campionati Europei, dove l’obiettivo sarà raggiungere i quarti di finale come nell’ultima edizione. Non sarà semplice, ma abbiamo alle spalle due anni di lavoro in più sotto la guida dello stesso coach e tante giocatrici che sono migliorate tanto grazie alle rispettive squadre di club“.

ANNA HAAK 
Nata a Mulhouse (Francia) il 19 settembre 1996
Altezza: 179 centimetri
Ruolo: schiacciatrice
Carriera
2023-2024 Cuneo Granda Volley (Serie A1)
2020-2023 ASPTT Mulhouse (Ligue A Féminine)
2019-2020 Vandœuvre Nancy Volley-Ball (Ligue A Féminine)
2017-2019 Marquette University (Milwaukee, Stati Uniti)
2015-2017 University of Miami (Stati Uniti)
2012-2015 Engelholms VS (Svezia)

CUNEO GRANDA VOLLEY 2023/2024
Palleggiatrice: Noemi Signorile, Francesca Scola
Opposta: Terry Ruth Enweonwu
Schiacciatrici: Alice Tanase, Lena Stigrot, Anna Haak
Centrale: Anna Hall
Liberi: Federica Ferrario, Serena Scognamillo
Allenatore: Massimo Bellano

-

31/05/2023

Ivonne Montano a Perugia

Prende sempre più fisionomia l’assetto per la prossima stagione della Bartoccini-Fortinfissi Perugia, con l’arrivo di Ivonne Montano anche la fase offensiva trova un profilo ben preciso.

Opposto classe 1995 di nazionalità colombiana torna in Italia dopo la sua prima stagione nel mondo della pallavolo di vertice dove esordì nella Stagione 2013/2014 nella Openjobmetis Ornavasso. L’annuncio di Montano arriva dopo quello di Asia Cogliandro dei giorni scorsi. La stagione seguente vola in Germania al Postdam, nella Stagione 2018/2019 cambia ancora paese pur restando in Europa andando al club francese dell’Olympique Mougins, per il 2019/2020 si sposta a nord con le svedesi dell’ Orebro VBS dove vince la Coppa di Svezia ed il titolo di MVP della Lega Svedese. Nella Stagione 2020/2021 torna verso sud in Svizzera con la formazione del Zesar VFM Franches-Montagnes dove resta per due stagioni imponendosi come miglior marcatrice della Stagione 2021/2022. Nel 2022 si sposta verso est con le turche del Muratpasa Bld, mentre la scorsa Stagione vola ancora più ad est trovando posto nel club sudcoreano del Suwon Hyundai E&C Hillstate. Ora si sente pronta per tornare a misurarsi con la pallavolo italiana.

Le prime parole di Ivonne Montano da giocatrice perugina:

“Una delle cose che mi ha fatto accettare la proposta del presidente Bartoccini è stato il commento positivo ricevuto dal mio manager, sia per quel che riguarda l’organizzazione che livello del club. Devo ammettere di aver ricevuto altre offerte da altri club, ma l’idea di tornare in Italia e di più in questo club ha avuto la meglio su tutti, mi hanno convinta con la loro filosofia di lavoro che vorranno adottare e delle loro aspirazioni, che ovviamente hanno attirato la mia attenzione. Non è la prima volta che gioco in Italia, ho avuto l’opportunità di giocare con l’Ornavasso nel 2013 quando stavo per compiere 18 anni, quella poi è stata la mia prima esperienza da professionista“. 

L’opposta colombiana conclude:

“Mi ha sempre colpito il modo di giocare degli italiani, ho sempre detto che sono giocatori molto tecnici, inoltre ho sempre avuto la fortuna di conoscere persone molto gentili ed amichevoli. Per quest’anno il mio obbiettivo è quello di poter aiutare il più possibile la squadra a raggiungere il traguardo della promozione in Serie A1, vorrei continuare a crescere sempre di più e poter contribuire anche con la mia esperienza. Penso che sarà una stagione molto interessante, ho sempre voluto tornare in Italia e sento che mi divertirò molto a stare qui a Perugia“.

-