Dho di petto - Adesso abbiamo delle certezze

Crisi azzurra
20.11.2020 09:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: novara.iamcalcio.it
© foto di novara.iamcalcio.it
Dho di petto - Adesso abbiamo delle certezze

Un’altra settimana di passione è quella che stanno vivendo i tifosi azzurri dopo la sconfitta casalinga contro il Renate, un match che ha confermato i pensieri che io e la maggior parte dell’ambiente vicino al Novara avevano nell’ultimo periodo; il Renate era il test giusto, l’avversaria che con una prova convincente abbinata ai tre punti poteva farci uscire dalla crisi, invece in campo si è visto il solito Novara con tanti troppi punti interrogativi. Facile prendersela con Zigoni, i due gol sbagliati erano facili, con i se e con i ma non si va da nessuna parte come più volte detto ma se fa il 2 a 1 a dieci minuti dalla fine difficile che la perdiamo; per un attaccante come lui il gol è fondamentale, detto questo è uno dei pochi che ha fatto la partita che doveva fare; mi preoccupa di più vedere Piscitella esterno in un 3-5-2 o Cisco attaccante, entrambi hanno denotato dei limite quasi imbarazzanti così come Mbaye che sembrava arrivare da un’altra galassia, se le altre soluzioni per sostituire Buzzegoli erano peggio mi vengono i brividi, Bianchi con la sua esperienza non avrebbe potuto fare meglio ?

A questo punto dell’articolo qualcuno si starà chiedendo cosa centra quel titolo, colgo la palla al balzo e ve lo spiego: siamo certi di non lottare per le posizioni di vertice, questa squadra manca di fame, di grinta e probabilmente anche la rosa non è adeguata alla categoria; ci sono stati sprazzi di partita in cui Panico, Migliorini e altri giocatori sono sembrati di categoria superiore ma se dalla B sono scesi in C non è perché erano attratti dalla nostra piazza, la C è il loro campionato ma una squadra pericolosamente senza voglia e mordente come la nostra nella terza serie non vince. Colgo con piacere la notizia del ritiro, abbiamo la certezza di dover fare punti subito per evitare brutte sorprese, il girone è livellato quindi se fuori casa offriamo prestazioni come Sesto San Giovanni e Lecco di punti ne porteremo a casa veramente pochi; il Piacenza sembra finora una squadra di bassa classifica, è fondamentale fare punti sabato a qualunque costo, non serve la prestazione di anni fa quando gli azzurri lanciatissimi in vetta alla B vinsero due a uno con una rete di Bertani nei minuti finali. Bei tempi, nove anni fa vicini alla A, oggi vicini alla D; meglio esagerare che trovarsi a marzo in dodicesima-tredicesima posizione e dover affrontare con una rosa senza carattere un rush finale insidioso e pericoloso. Quest’anno somiglia sinistramente al 2018/2019 ma almeno due anni fa avevamo l’attenuante di aver iniziato tardi la stagione per la questione ripescaggio si ripescaggio no e soprattutto alcuni tifosi potevano prendersela con MDS; ora non serve guardarsi indietro, una partita alla volta usciamo da questa situazione nel minor tempo possibile. Con la speranza di poter fare un editoriale con altri toni settimana prossima…

Avanti Novara !!!

Marco Dho

-