Il punto sulla Serie C - Il fatto della settimana: le cinque escluse promettono battaglia: il ricorso al Collegio di Garanzia ultima spiaggia per evitare il baratro (di M. Pieracci)

18.07.2021 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Marco Pieracci
Marco Pieracci

L'atteso Consiglio Federale di giovedì scorso ha confermato in blocco le decisioni della Covisoc, estromettendo dal prossimo campionato di Serie C Carpi, Casertana, Novara, Paganese, Sambenedettese, prendendo altresì atto della rinuncia da parte del Gozzano.

Adesso per le cinque società (sei includendo il Chievo in B) resta solo il ricorso al Collegio di Garanzia del CONI, terzo e ultimo grado di giustizia sportiva, per ribaltare il tutto.

Il verdetto definitivo verrà emesso solo il prossimo 27 luglio ma onor del vero l'impossibilità per le società ricorrenti di allegare nuovo materiale alla propria tesi difensiva rende molto difficile una revisione.

Se per la Casertana il destino è segnato, le altre nutrono ancora qualche speranza di non perdere il professionismo. Maggiori quelle di Paganese in attesa di un parere della Commissione Tributaria sulla ristrutturazione del debito e Sambenedettese col neo presidente Renzi impegnato a dimostare l'estraneità a dinamiche e responsabilità imputabili alla precedente gestione.

Quasi disperata la situazione di Carpi e Novara, appese ad un filo. A seguire l'evoluzione della vicenda come spettatrici interessate il Cosenza, che si candida a prendere il posto del Chievo e le pretendenti ai posti vacanti in C mediante ripescaggi e riammissioni le cui richieste saranno presentabili entro lunedì 19 mentre il termine per le domande di sostituzione del Gozzano scade il 21 luglio.

Marco Pieracci

-