Hockey Pista, Nazionale Femminile - Per le Azzurre un quarto posto ai WSG 2022 che vale oro

14.11.2022 20:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: fisr.it
Sousa (Port.) e Lapolla (Ita)
Sousa (Port.) e Lapolla (Ita)
© foto di fisr.it

11.11.2022

Italia sconfitta dalla Spagna in semifinale (5 - 1)

L'Italia femminile si piega alla forza della Spagna, pluricampionesse d'Europa e del Mondo che risolvono la semifinale solo nel secondo tempo.

Le azzurre vanno a segno con la capitana Pamela Lapolla nel primo tempo poi devono soccombere a metà della ripresa alla velocità delle iberiche che annoverano le migliori atlete al mondo. Rimane la grande prestazione del primo tempo e rimane la volontà di sorprendere ancora nella Finale per il Bronzo domani alle ore 22:30 (18:30 locali) contro il Portogallo della star Marlene Sousa. Negli ultimi 5 incontri, 3 vittorie portoghesi e 2 italiane, mentre l'ultimo successo italiano è datato Mondiale 2019 vinto per 3-2, mentre nell'ultimo scontro all'Europeo vinse il Portogallo per 3-2.

-

ITALIA - SPAGNA = 5-1 (1-1, 4-0)

Italia: Caretta, Ghirardello, Lapolla, Tamiozzo, Maniero - Santochirico, Lorenzato, Berti, Rossetto, Meneghello - Coach: Giudice
Spagna: Vicente L, Busquets, Puigdueta, Florenza, Piquero - Colomer, Roces, Lolo, Casarramona (C), Salvat - Coach: Munoz

Marcatrici: 1t: 9'01" Piquero (pen.shot) (S), 16'15" Lapolla (I) - 2t: 8'06" Florenza (S), 10'09" Busquets (S), 21'23" Colomer (S)

Arbitri: Torres (Por), Mizutamari (Arg)

-

Massimo Giudice si affida per la Semifinale Mondiale al quintetto che sempre ha giocato fino a qui, Caretta, Ghirardello, Lapolla Tamiozzo, Maniero. La risposta di Munoz è Vicente, Puigdueta, Busquets, Florenza e Piquero. Italia  scende in pista in marcatura ed in maniera completamente opposta alla semifinale mondiale a Barcellona.

Le migliori occasioni sono tutte delle veloci spagnole, Caretta si erge in un muro invalicabile anche sulla doppia parata su Puigdueta e Florenza al quinto minuto. Atterramento in area di Busquets di Tamiozzo e sul rigore, Piquero realizza il vantaggio. Dopo 11 minuti la Spagna ha già attuato tutti i cambi a propria disposizione e proprio durante questi cambi arriva la prima vera occasione azzurra sull'asse Maniero-Lapolla. Decisiva la neutralizzazione del portiere spagnolo sul doppio tapin della materana. Fatica a ripartire l'Italia ma la difesa è estremamente chiusa e concede davvero poco alle avversarie. La prima azione razionale delle azzurre va a segno, sfruttando anche un atteggiamento aggressivo in attacco che lascia uno spazio in difesa, che trova preparata capitan Lapolla, insaccando davanti a Vicente, per l'1-1 dopo 17 minuti. Il primo tempo rimane bloccato sul solito canovaccio, con le pluricampionesse europee e mondiali ad attuare un lungo possesso palla ed a continui tiri sia dalla distanza con le incursioni di Colomer ed intorno alla porta con i tiri di Busquets e Florenza. Entro la fine del tempo la Spagna ha cambiato di nuovo tutte le ragazze ritornando al quintetto iniziale, ma attuando questi cambi, l'Italia per due volte si trova davanti al portiere avversario, Tamiozzo e Ghirardello su tutte. In tutto queste continue azioni spagnole, si erge come migliore della partita la vicentina Veronica Caretta, autrice di una serie infinita di parate tra cui una triplice conclusione di Busquets al 23esimo, che mantiene le azzurre ancora in partita.

Spagna poco precisa in avvio di ripresa e l'Italia allena parzialmente la morsa dalle parti di Caretta. Traversa in contropiede di Florenza sullo sbilanciamento in avanti delle italiane. Lo stesso bomber del campionato spagnolo, la numero 4 Florenza riesce a ribattere in rete una corta respinta di Caretta ed insacca il gol del 2-1. Ancora una ripartenza vincente delle iberiche al 10'09" che trovano ampio spazio in difesa e Busquets realizza il 3-1. La Spagna cambia atteggiamento offensivo e l'Italia per due volte sfiora il secondo gol, prima con Ghirardello con un tiro dalla lunga distanza e poi con Tamiozzo in una pallina sporca in mezzo all'area. E' un'Italia che però lotta ad armi pari dopo la lunga fase di occasioni iberiche, dimostrando ancora una volta un carattere che nessuno fino a qui ha dimostrato in questo Campionato Mondiale. Quarta rete della "Roja" a sei minuti dalla fine ancora con Florenza (doppietta). Ancora Spagna allo scadere trova lo scambio veloce cercato per tutta la gara tra Piquero e Colomer con le azzurre evidentemente sulle gambe per lo sforzo profuso in tutto l'arco del match.

Sarà finale di bronzo per le azzurre che cercheranno quel sogno di medaglia che questo gruppo assolutamente meriterebbe. Appuntamento alle ore 22:00 (ore 18 locali) per la finale contro il Portogallo.

"Avevamo pianificato la partita proprio in questa maniera - esprime il CT Massimo Giudice -. Le ragazze hanno dato tutto fino al 3-1 poi ovviamente la fatica si è fatta sentire. Sono molto soddisfatto di questo gruppo e di come abbiamo lavorato fino a qui per arrivare pronti a giocarci un faccia a faccia contro le migliori giocatrici del mondo".

"Per noi è stata una grande partita di carattere ed una dimostrazione di quanto abbiamo lavorato in questi ultimi anni. Il gruppo ha dimostrato grande compattezza. Ora dobbiamo resettare tutto e rimanere pronti per la finale di domani perchè ci meriteremo il bronzo - commenta il portiere Veronica Caretta , la MVP della semifinale.

-

DOVE GUARDARE LA NAZIONALE

Tutte le gare di San Juan sono trasmesse in diretta su www.worldskategames.tv
Per consultare i risultati in diretta http://rinkhockey.wsgargentina2022.com/

-

Campionato Mondiale Senior Femminile allo stadio UPCN di San Juan

Domenica 6 novembre - Prova pista ore 19:00 locali
Lunedì 7 novembre ore 16:00 (ore 20:00 italiane) - Giornata n.1 - Argentina x Italia = 2-1
Martedì 8 novembre ore 12:00 (ore 16:00 italiane) - Giornata n.2 - Italia x Colombia = 6-1
Mercoledì 9 novembre ore 10:00 (ore 14:00 italiane) - Giornata n.3 - Germania x Italia = 1-1
Giovedì 10 novembre ore 8.30 (ore 12:30 italiana) - Quarti di finale - Italia x Cile = 2-1
Venerdì 11 novembre - allo stadio ALDO CANTONI - ore 13:00 (ore 17:00 italiane) - Semifinale - Italia x Spagna = 1-5

Sabato 12 novembre - allo stadio ALDO CANTONI - Finale per il bronzo ore 18:00 locali (22 italiane) - Italia x Portogallo

-

12.11.2022

Il cuore delle Azzurre non basta per il Portogallo, invalicabile il muro portoghese nella finale per il Bronzo davanti a 2000 persone

Non si compie il sogno della Nazionale Italiana Femminile di regalarsi una medaglia di bronzo. Rimane la conferma come quarta forza mondiale, la conferma più importante vista la crescita del livello generale della competizione intercontinentale. Il Portogallo vince 3 a 0 grazie alle tre reti del talento classe 2006 Severino che riesce a superare la grande prestazione di Caretta soprattutto nel secondo tempo, quando il calo fisico delle azzurre è stato più evidente. Due i pali delle azzurre più diverse occasioni parate dal portiere avversario che potevano cambiare le sorti del match. 

-

ITALIA - PORTOGALLO   0 - 3  (0-1, 0-2)

Italia: Caretta, Maniero, Lapolla (C), Ghirardello, Tamiozzo - Santochirico, Lorenzato, Berti, Rossetto, Parlato - Coach: Giudice
Portogallo: Vicente C, Ferreira, Moncovio, Sousa (C), Silva M - Severino, Santos, Batista, Teixeira, Vieira - Coach: Antunes

Marcatrici: 1t: 23'08" Severino (P) - 2t: 11'30" Severino (S), 15'33" Severino (S)
Espulsioni: 1t: 11'55" Lapolla (2') (I) - 2t: 11'30" Tamiozzo (2') (I)

Arbitri: Davegno (Arg), Carrera (Arg)

-

Quintetto inamovibile per coach Giudice, Ghirardello, Lapolla, Maniero e Tamiozzo. Antunes risponde con Sousa, Silva, Moncovio e Ferreira e tra i pali Vicente.

Miracolo di Caretta già dopo 2 minuti, salvando sulla linea una doppia conclusione della capitana portoghese Sousa, tra cui un'alzata e schiacciata. L'Italia alza la testa dopo un avvio faticoso mantenendo a lungo il possesso palla ma non riesce ancora a trovare una conclusione, cosa che però risulta più facile alle avversarie. Al minuto 6 Ghirardello atterra Sousa in area ma è ancora Caretta a neutralizzare sul rigore tirato da Santos. Azione rapida di Tamiozzo al minuto 12 che serve la velocissima Ghirardello che sfiora la rete, nella prima vera occasione azzurra, dopo una fase in cui il Portogallo ha cercato di velocizzare la sua manovra ma impattando sull'ottima difesa itaiiana. Più reattive le lusitane ma anche l'Italia si fa vedere davanti, grazie ad una meravigliosa azione di Ghirardello al 16° minuto, dribblando mezzo Portogallo arriva anche al tiro, deviato dal portiere. Lapolla recupera una pallina vagante e si trova davanti al portiere che devia, ma nella ripartenza successiva la stessa capitana ferma fallosamente un'avversaria e permette al Portogallo un nuovo tiro da fermo: Maria Sofia Silva non riesce ancora a superare la vicentina Caretta. La conseguente inferiorità vede un'attenta difesa azzurra. Il Portogallo perviene al vantaggio al 23'08" con la giovanissima Severino che devia in rete un tiro dalla distanza, forse nel miglior momento azzurro, quando finalmente il team era riuscito ad uscire dalla morsa lusitana.

Nella ripresa palo di Lapolla dopo 4 minuti, in un cambio generale di atteggiamento alla gara, molto più aggressivo per il team di Giudice. Caretta ci mette ancora del suo, neutralizzando due contropiedi di Silva. Raddoppia il Portogallo all'11esimo minuto su tiro diretto, dopo il cartellino blu comminato a Tamiozzo per aggancio. Terza rete ancora di Severino al minuto 15, un tiro dalla media distanza in velocità. Un'Italia che arriva a fine gara molto stanca ma con la consapevolezza del grande percorso fatto anche in questo Mondiale.

"Riconfermare il quarto posto di Barcellona non era semplice ma ci siamo riuscite - spiega il CT Massimo Giudice -. Per il movimento italiano non è poco questo risultato. Hanno fatto un'impresa queste ragazze, nonostante alcune di loro erano-anche debilitate sia dalle stanchezza delle partite ma anche da malanni stagionali. Dobbiamo lavorare ancora di più per presentare il prossimo Europeo una formazione più lunga, lavorare sulle più giovani che erano presenti oggi qui e che saranno il futuro della Nazionale, per poter poi giocarci il podio nel Mondiale in Italia." 

"Volevamo migliorarci ancora di più rispetto a Barcellona - parla la numero 7 Erika Ghirardello -. Anche se eravamo stanche volevamo vincerla. Siamo abbastanza amareggiate dal risultato. Il nostro movimento sta costruendo alla base per avere più ragazze che giocano e soprattutto che il livello generale si alzi."

-

Campionato Mondiale Senior Femminile allo stadio UPCN di San Juan

Domenica 6 novembre - Prova pista ore 19:00 locali
Lunedì 7 novembre ore 16:00 (ore 20:00 italiane) - Giornata n.1 - Argentina x Italia = 2-1
Martedì 8 novembre ore 12:00 (ore 16:00 italiane) - Giornata n.2 - Italia x Colombia = 6-1
Mercoledì 9 novembre ore 10:00 (ore 14:00 italiane) - Giornata n.3 - Germania x Italia = 1-1
Giovedì 10 novembre ore 8.30 (ore 12:30 italiana) - Quarti di finale - Italia x Cile = 2-1
Venerdì 11 novembre - allo stadio ALDO CANTONI - ore 13:00 (ore 17:00 italiane) - Semifinale - Italia x Spagna = 1-5
Sabato 12 novembre - allo stadio ALDO CANTONI - Finale per il bronzo ore 18:00 locali (22 italiane) - Italia x Portogallo = 0-3

-

Nella foto: le due capitane, Marlene Sousa (Portogallo) e Pamela Lapolla (Italia) - Photo Credit: Marzia Cattini

-