Volleymercato femminile - Benedetta Sartori, Ofelia Malinov, Serena Scognamillo, Hanna Orthmann, Alessia Masciullo

Benedetta Sartori a Busto Arsizio - Ofelia Malinov a Chieri - Serena Scognamillo a Cuneo - Hanna Orthmann a Novara - Alessia Masciullo a Macerata
01.08.2023 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Benedetta Sartori, Ofelia Malinov, Serena Scognamillo, Hanna Orthmann, Alessia Masciullo

29/05/2023

Benedetta Sartori a Busto Arsizio

E’ un gradito ritorno a casa quello di Benedetta Sartori, centrale cresciuta proprio con la maglia del settore giovanile della UYBA che, dopo tre anni alla Futura Volley Giovani in A2 e l’ultima stagione in A1 a Casalmaggiore, ritrova la cupola della e-work arena.

Nata a Milano il 14 aprile 2001, ha iniziato a giocare con la Focol Legnano, mettendosi in evidenza e passando poi alla cantera di viale Gabardi, dove è arrivata a giocare nella squadra iscritta al campionato di serie B2 entrando anche nel giro delle nazionali giovanili: proprio con la maglia azzurra nel 2018 ha vinto il campionato europeo Under 19.

Nonostante la giovanissima età, Benedetta Sartori torna alla UYBA con una già buona dose di esperienza raccolta nei tre anni di serie A2 e nell’ultima stagione nella massima serie. Anche lei, come le già annunciate Frosini, Carletti e Piva, è nel gruppo di lavoro della nazionale italiana di coach Mazzanti: 4 atlete biancorosse in maglia azzurra, a dimostrazione del talento delle giovani del nuovo roster bustocco.

Queste le prime parole della centrale, che vestirà la maglia biancorossa per almeno 2 stagioni: 

“Io sono cresciuta nelle giovanili della UYBA e ora che ho la possibilità di giocare con la prima squadra realizzo il mio sogno di bambina. La chiamata di un coach come Velasco è un ulteriore motivo di orgoglio per me. Sono andata via qualche anno fa dalla UYBA che ero una ragazzina, ora torno donna: sono cresciuta tanto, sia a livello pallavolistico che umano.

Nell’ultimo anno a Casalmaggiore ho approcciato la massima serie e ho imparato tante cose che porterò con me anche nella mia avventura a Busto Arsizio. E’ arrivata anche la chiamata in nazionale maggiore, qualcosa che non mi aspettavo ma che mi gratifica molto: io lavoro tutti i giorni per diventare una giocatrice migliore e sapere che qualcuno ha notato qualcosa in me mi stimola a cercare di fare ancora meglio.

Alla UYBA ritroverò giocatrici che conosco molto bene e con cui ho già giocato in passato: Giuditta Lualdi, Federica Carletti e Rebecca Piva; in generale credo che la squadra che sta nascendo sia piena di talenti diversi: ogni giocatrice potrà portare alla squadra il suo e tutti insieme, sotto la guida di un tecnico come Velasco, contribuiranno a creare qualcosa di veramente speciale”.

-

29/05/2023

Ofelia Malinov a Chieri

Ofelia Malinov è la nuova palleggiatrice della Reale Mutua Fenera Chieri ’76.

Nata a Bergamo il 29 febbraio 1996, 185 centimetri, figlia dell’allenatore bulgaro Atanas Malinov e dell’ex pallavolista Kamelia Arsenova, approda in B1 nel 2011 alla Bruel Bassano dove resta fino al 2015. Col passaggio al Club Italia debutta prima in A2, quindi in A1. Nel 2016 gioca a Conegliano, mentre nel 2017 disputa con Bergamo la sua prima stagione da titolare in A1. Nel 2018 arriva a Scandicci, difendendone i colori per quattro stagioni e mezza prima di trasferirsi nel gennaio 2023 al Bisonte Firenze. L’annuncio della alzatrice italiana arriva a tre giorni da quello di Anna Gray. Lungo e proficuo il rapporto di “Lia” con la maglia azzurra, dalle selezioni giovanili fino alla nazionale Seniores con cui vince un argento (2018) e un bronzo (2022) nel campionato mondiale, un bronzo (2019) e un oro (2021) nel campionato europeo, e l’oro nella VNL del 2022. Nel settembre 2021, insieme agli altri componenti dell’Italia campione d’Europa, viene nominata Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Le prime parole di Ofelia Malinov con la maglia di Chieri raccontano di un periodo per lei particolare:

“Sono felicissima. La proposta di Chieri è arrivata in un periodo non facile in cui proprio non stavo bene. Questo interesse nei miei confronti mi ha fatto molto piacere: è stato un po’ una sicurezza“.

In Piemonte, la palleggiatrice azzurra ritrova Giulio Bregoli, a lungo suo viceallenatore in nazionale:

“La sua presenza è uno dei motivi che mi portano a Chieri. Mi piace molto come allenatore, come modo di fare, anche come persona… I risultati si vedono. Stagione dopo stagione, l’asticella si è alzata sempre di più".

E poi un piccolo bilancio della propria carriera:

“Mi piace pensare che le cose più belle debbano ancora arrivare. Il primo salto importante che ho fatto è stato al Club Italia, dove per la prima volta non sono stata allenata dai miei genitori: lì sono un po’ entrata nel mondo dei grandi. Ogni stagione mi ha lasciato qualcosa. Ovunque sia andata, è stata una grande esperienza: a Conegliano, a Bergamo dove ho fatto il mio primo anno di titolare in A1, poi a Scandicci con l’opportunità di giocare in un top team. È stato un percorso lungo. In questi anni sono successe tante cose che mi hanno arricchito come persona e come atleta. Mi porto dentro tutte le cose positive che ci sono state in questi anni“.

Questa estate per Malinov sarà la prima senza la maglia azzurra e potrà dedicarla interamente al suo nuovo club:

“Dopo tanti anni in cui non mi ero mai fermata, un’estate senza nazionale fa strano anche a me. Ma si arriva a un punto in cui una persona sente il bisogno di staccare un po’. È stato un distacco forzato: a seguito di tutto quello che è successo quest’anno avevo necessità di fermarmi. Per come sono, voglio fare le cose bene: se non sono al 100% non mi va di farle. C’era questo bisogno di prendermi un po’ di tempo e spazio per ripartire ancora meglio“.

Infine un pensiero rivolto ai tifosi:

“Innanzitutto faccio i complimenti per tutto l’ambiente che c’è a Chieri. Quando si viene da fuori è sempre tosta giocare in quel palazzetto. La cosa bella è vedere la passione, il tifo verso la propria squadra: penso che per i giocatori sentire il sostegno sia una delle cose più belle, e mi piace tantissimo. Anche un mese fa tutto il contesto mi ha fatto una buonissima impressione. Sono entusiasta all’idea di vivere tutto questo da dentro. Non vedo l’ora di arrivare, conoscere tutti e fare questo anno insieme. Sono bella carica per questa esperienza, per cercare di alzare il livello per gli obiettivi che vuole raggiungere la società“.

-

29/05/2023

Serena Scognamillo a Cuneo

Sarà il libero Serena Scognamillo a guidare la seconda linea della Cuneo Granda Volley nella stagione 2023-2024.

La talentuosa giocatrice romana, classe 2001, sarà al debutto nel massimo campionato dopo quattro stagioni in Serie A2, di cui le ultime due a Brescia, dove si è affermata tra le migliori specialiste nel ruolo. A Cuneo ritroverà un folto gruppo di giocatrici con cui ha condiviso esperienze importanti nelle nazionali giovanili, come Enweonwu, Scola e Tanase (con cui conquistò l’argento agli Europei Under 18 nel 2017) e naturalmente coach Massimo Bellano. 

Già da domani (martedì 30 maggio) Scognamillo sarà al lavoro a Cuneo con la compagna di reparto Federica Ferrario e con le stesse Scola, Enweonwu e Tanase per il secondo e terzo periodo di allenamenti, che prevedono sedute di pesi presso le palestre 4Fit e sedute di tecnica presso la palestra della ex media 4 di via Bassignano 14 a Cuneo.

“Quando è arrivata la chiamata di Cuneo – spiega il libero – non ci ho pensato su due volte: per me è un onore e una grandissima opportunità, che sono determinata a sfruttare al meglio. Ho tanta voglia di dimostrare di essere all’altezza di questa nuova sfida, e so che qui, grazie alla presenza di un coach come Massimo Bellano, ci sono tutti i presupposti per farlo. Avendo già lavorato con lui so quanto tiene alla crescita delle giovani, e so che con lui potrò migliorare ancora tanto dal punto di vista tecnico e tattico“.

“Le due stagioni con Brescia, con una coppa vinta e due finali disputate – continua Scognamillo –, mi hanno insegnato molto e mi hanno lasciato la consapevolezza di potermi mettere alla prova in Serie A1. I miei riferimenti nel ruolo ? Impossibile non citare Moki De Gennaro, ma guardo con ammirazione anche un libero fenomenale come Brenda Castillo. Dopo qualche giorno di riposo affronto con entusiasmo questo mese di giugno in palestra, un’occasione preziosa per lavorare sulla tecnica e conoscere compagne, staff, tifosi e città“.

-

30/05/2023

Hanna Orthmann a Novara

Sarà la stella tedesca Hanna Orthmann a completare il reparto schiacciatrici della Igor Volley: classe 1998, l'attaccante Lüdinghausen è reduce da una stagione e mezza in Turchia, tra le fila del THY Istanbul, dopo quattro anni e mezzo (prima a Monza, poi a Scandicci) nel campionato italiano, dove è arrivata giovanissima. Con la divisa di Monza ha vinto la Challenge Cup 2019, condividendo quella stagione con la sua nuova compagna in azzurro Anne Buijs, e la CEV Cup 2021.

Attualmente è impegnata alla Volley Nations League con la nazionale tedesca, della cui squadra seniores fa parte dal 2017.

Enrico Marchioni (direttore generale Igor Gorgonzola Novara):

"Hanna è un giocatore importante, che ha grandi doti offensive e che ha maturato, nonostante la giovane età, già una bella esperienza giocando per club importanti. C'è stata la possibilità di portarla a Novara e lo abbiamo fatto con la convinzione che possa essere una bella occasione per entrambi: per lei per compiere un ulteriore salto di qualità e per noi per ripartire da un'atleta forte e con ulteriori margini di crescita. Siamo fiduciosi che possa diventare uno dei punti di riferimento della squadra".

Hanna Orthmann (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara):

"Per me l'Italia è come una seconda casa, ci sono stata quattro anni e mezzo e sono cresciuta tanto. Tornare nel campionato italiano è un po' come tornare a casa, inoltre Novara è un club prestigioso che si mantiene costantemente al top in Italia e in campo internazionale e di conseguenza è stato facile prendere la decisione di legarmi al club. Il mio obiettivo è migliorare, come ogni anno, e con le compagne costruire qualcosa di bello: la squadra è molto rinnovata ma vogliamo arrivare il più avanti possibile, conquistando anche un posto in Europa. Soprattutto, mi auguro che si riesca a creare un bel clima e che ci si possa divertire: non vedo l'ora di iniziare questa avventura".

-

30/05/2023

Alessia Masciullo a Macerata

La CBF Balducci HR Macerata continua la sua lunga fase di volley mercato per la stagione 2023-24 mettendo a segno un altro colpo: la giovane regista Alessia Masciullo, classe 2004 per 183 cm di altezza, è ufficialmente una nuova giocatrice arancionera.

La palleggiatrice romana arriva a Macerata dopo l’ultima stagione disputata con la maglia della BSC Materials Sassuolo in Serie A2 (insieme agli altri nuovi arrivi Civitico, Busolini e Vittorini), annata in cui è stata chiamata diverse volte in campo, con 13 presenze tra prima fase a gironi e Pool Promozione. L’arrivo di Alessia Masciullo completa il reparto delle palleggiatrici che può contare già su un altro nuovo arrivo, quello di Asia Bonelli.

Dopo aver mosso i primi passi prima nel Volley Frascati e poi nel prestigioso settore giovanile romano del Volleyrò Casal de Pazzi (con cui ha disputato il campionato di Serie B1 nel 2019-20), prima di arrivare in pianta stabile in Serie A a Sassuolo, Alessia Masciullo può anche vantare le esperienze vissute con la Fenice Pallavolo Roma in B2 (2020/21) e con le giovani della Bartoccini Perugia sempre in B2 nel 2021-22, stagione in cui è stata anche in varie occasioni aggregata alla formazione umbra di A1.

“Ho trovato fin da subito la proposta della CBF Balducci un’occasione imperdibile – racconta Alessia Masciullo dopo la firma del contratto – si tratta di un club solido, con grandi ambizioni, ed essere stata scelta per far parte di questa squadra è per me un onore. Trovo il luogo perfetto dove poter crescere ed esprimermi al meglio. Mi hanno sempre parlato molto bene della società e della sua organizzazione. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare in palestra con una squadra di così alto livello, con determinazione e costanza per raggiungere tutti gli obiettivi per questa stagione“.

“Le mie ambizioni – continua la regista – sono sicuramente quelle di migliorare sempre di più, mettermi in gioco in una nuova realtà, in una squadra per alzare nuovamente l’asticella e il mio livello di gioco. Non conosco ancora l’ambiente della CBF Balducci né la città ma ho grandi aspettative: le giocatrici che conosco e che hanno fatto tappa a Macerata nella loro carriera la ricordano con il sorriso. Inoltre non sarò sola, ma ritroverò ben 3 mie compagne di squadra della stagione passata e di questo sono molto felice. Ho tanto da imparare e farlo in una squadra di così alto livello è per me molto stimolante. Gli obiettivi di squadra sono molto alti e sicuramente ci impegneremo tutte fin da subito per creare un gruppo solido e coeso per poter affrontare al meglio questa stagione“.

-