IL PUNTO del 01.02.2024 di Nicolò Schira - Un ex Milan e Inter riparte dalla C. Giana, plusvalenza da record. Il Pescara si assicura un gioiello

01.02.2024 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Nicolò Schira
Nicolò Schira

La Giana sa come si fa. Valorizzare talenti dai Dilettanti per poi rivederli in società di categoria superiore. Da Gorgonzola hanno trovato l’occasione giusta per arrivare in alto diversi giocatori. Il caso più celebre ? Tommaso Augello, da anni titolare in Serie A con Sampdoria prima e Cagliari oggi. La plusvalenza record però l’hanno realizzata qualche giorno fa con la cessione di Tommaso Fumagalli al Como per 350 mila euro. Tanta roba. Preso a zero e valorizzato grazie ai tanti gol realizzati. Fuma-gol l’anno scorso era stato decisivo per trascinare nei professionisti la Giana e quest’anno si era confermato al fianco di sopra come capocannoniere del Girone A. Tanto che diversi club avevano bussato alla porta del vicepresidente Cesare Albè per averlo. In primis il Bari, ma pure Modena e Catanzaro. Alla fine l’ha spuntata anche grazie al lavoro sotto traccia fatto dal suo agente Filippo Vergani il Como di Fabregas. Un colpo di scena in piena regola, visto che i lombardi e il procuratore sono riusciti a tenere segreta la trattativa fino a poche ore dalla chiusura. Il classico contropiede in piena regola, che ha permesso alla società di Hartono di sbaragliare le concorrenti. Sul Lago credono tanto in questo ragazzo e sono convinti possa avere un futuro luminoso, tanto averlo contrattualizzato fino al 2027. Alla faccia di chi dice che non ci sono ragazzi di qualità nelle serie inferiori. Ci sono, eccome se ci sono: basterebbe solo andarli a vedere e saperli individuare...

Restiamo in Lombardia e spostiamoci di qualche chilometro all’interno della smisurata zona dell’hinterland milanese. Da Gorzongola andiamo a Sesto San Giovanni, dove può sbarcare un nome da Serie A. In realtà vi è già arrivato da un mesetto, ma finora solo per allenarsi e tenersi in forma. Chiamate di categoria superiore, però, non ne sono arrivate e così per la prima volta alla soglia dei 35 anni Andrea Poli può sbarcare in Serie C. Quella vecchia volpe del diesse Gianni Califano è in pressing da giorni per convincerlo a giocare per la Pro. Realtà seria e tranquilla di provincia dove l’ex Milan e Inter potrebbe chiudere la carriera, facendo da chioccia ai tanti giovani della formazione allenata da Massimo Paci. Lavori in corso ma il pressing è altissimo. Tipo quello che Poli sfoderava in mezzo al campo ai tempi d’oro… 

Daniele Sebastiani e Daniele Delli Carri hanno l’occhio lungo. Da Pescara sono partiti e esplosi tanti talenti nell’ultimo decennio. Molti dei quali scovati in tempi non sospetti dal fiuto del presidente e dalle intuizioni del dirigente. Immobile, Insigne, Lapadula tanto per citare alcuni dei ragazzi arrivati a grandissimi livelli partendo e passando dall’Abruzzo biancazzurro. A proposito di attaccanti: il prossimo gioiello che il Pescara nei prossimi mesi può lanciare in orbita si chiama Luca Sasanelli. Il classe 2004 della Fidelis Andria è uno dei 3-4 giovani Under 20 più forti della nostra Serie D. Insomma, il futuro è dalla sua parte. A Pescara se ne sono accorti e sono pronti a puntarci forte da subito. Occhio perché tra qualche mese questo nome potrebbe diventare un uomo-mercato tra A e B. Non dite poi che non ve l’avevamo detto prima ...

-

Nicolò Schira

-