Rassegna stampa - LA STAMPA: "Stadio Piola, conto alla rovescia: un mese di tempo per rifare il manto sintetico"

10.07.2023 17:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: lastampa.it
Stadio Novara (Silvio Piola)
Stadio Novara (Silvio Piola)

Un mese per rifare il campo sintetico allo stadio Piola. Giovedì sono iniziati i lavori del progetto finanziato dal Comune e assegnato a Italgreen, la stessa azienda che nel 2010 aveva posato il terreno arrivato ormai a fine vita. L’attività di manutenzione straordinaria doveva cominciare lunedì, ma dall’ente locale hanno spiegato che i tecnici della ditta bergamasca erano impegnati su un altro cantiere durato più del previsto a causa della pioggia. Così la consegna del campo indicata da Italgreen per il 5 agosto potrebbe slittare di qualche giorno.

«Ma anche considerando eventuali disagi per il maltempo, l’azienda ci ha informato che i lavori si concluderanno entro il 10 e cioè in tempo per l’inizio del campionato di calcio» assicura Ivan De Grandis, assessore allo Sport.

In questa prima fase si sta aspirando l’intaso e rimuovendo il vecchio manto che il Comune intende stoccare e ridistribuire in varie sezioni alle società del territorio. L’iniziativa consentirebbe di risparmiare i costi di smaltimento recuperando una superficie non più adatta ai campionati dei professionisti , ma che può essere riutilizzata a livello dilettantistico giovanile.

«A carico delle associazioni interessate rimarrebbero i costi di preparazione del terreno per la posa - puntualizza De Grandis -. Abbiamo chiesto un preventivo per quantificarlo, poi organizzeremo un confronto. L’investimento richiesto sarebbe comunque inferiore a quello necessario per realizzare un nuovo progetto».

In base al cronoprogramma presentato da Italgreen, lo smontaggio richiederà sei giorni di lavoro. Poi si procederà con la sistemazione del sottofondo e con il collaudo della Lega.

Nella seconda metà di luglio comincerà la posa del nuovo terreno, costituito sempre da erba artificiale. Obiettivo del Novara fc è avere il campo a disposizione il prima possibile per il rodaggio della prima squadra, che dal 16 al 23 luglio sarà in ritiro in Val d’Aosta e dal 24 a inizio agosto si allenerà a Bellinzago in accordo con il Bulè.

Il debutto ufficiale della nuova stagione coinciderà con il primo turno della Coppa Italia di categoria il 20 agosto, ma non è detto che si giochi al Piola: bisogna attendere il sorteggio della Lega. Il campionato scatterà il 27, ma anche in questo caso è presto per sapere se il Novara esordirà in casa. Oltre alle gare interne, il campo dovrebbe ospitare anche gli allenamenti della prima squadra tutto l’arco della stagione. Il club azzurro sta prendendo anche in considerazione l’idea di ridurre la capienza dell’impianto dagli oltre 17 mila posti attuali a circa 7.500. Ai tifosi sarebbe inibito l’accesso alla parte superiore della curva e in altre sezioni più contenute per compattare il pubblico e garantire un risparmio sui costi di gestione a livello logistico e per il servizio di sicurezza.

In settimana si è tenuta una prima riunione in prefettura e nei prossimi giorni dovrà essere prodotta la documentazione necessaria per capire se la domanda di deroga possa essere presentata.

La scorsa stagione al Piola il picco di spettatori era stato raggiunto per il derby con la Pro Vercelli con 4.189 presenze sugli spalti.

Filippo Massara

-