Rassegna stampa - LA STAMPA: "Gli Emirati sbarcano a Novara, Ferranti deve decidere entro settembre se passare la mano"

28.07.2023 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: lastampa.it
Rassegna stampa - LA STAMPA: "Gli Emirati sbarcano a Novara, Ferranti deve decidere entro settembre se passare la mano"
© foto di lastampa.it

Gli estremi dell’intesa non cambiano, ma l’incontro di venerdì scorso ha segnato un passo avanti nella trattativa.

L’intero pacchetto di quote del Novara fc può passare da Massimo Ferranti a Naser Altamimi. Entro il 30 settembre il presidente del club azzurro dovrà decidere se riprendere l’8% delle quote cedute dieci giorni fa all’emiro oppure consegnargli anche il resto della torta. Non si possono escludere soluzioni intermedie, ipotesi per il momento non incluse nel patto di riservatezza, con Ferranti che manterrebbe una percentuale di minoranza.

Venerdì l’ingegnere si è seduto al tavolo in un ristorante di Milano con Altamimi e gli avvocati Felice Massa ed Emiliano Nitti. Il primo è un professionista vicino al titolare del club, presente spesso al Piola, e legale del Racing city group di cui l’emiro è proprietario assieme al discusso Morris Pagniello e a Mako Yanez Villagran, Nitti è un collega con incarichi di prestigio nei consigli di amministrazione di aziende che operano in vari settori. Volto noto dei programmi sportivi di Telelombardia, negli anni scorsi ha assunto diversi incarichi di responsabilità e rappresentanza in progetti calcistici finiti male. È stato presidente della Pro Patria retrocessa dalla C alla D nel 2016, presidente e in seguito legale del Cuneo retrocesso e poi fallito nel 2019, consigliere di amministrazione per un mese del Livorno nel 2020 e subito dimesso. A luglio è stato annunciato il suo ingresso nel cda della Caronnese (Eccellenza) con il ruolo di direttore generale. L’avvocato è l’uomo incaricato di rappresentare Altamimi nei rapporti con il Novara raccogliendo informazioni sullo stato di salute del club. In questi giorni Ferranti approfondirà invece la conoscenza dell’emiro, un ex cestista e judoka: è segretario della federazione nazionale di questo sport di arti marziali e tesoriere di quella mondiale. Controlla un paio di attività minori nel mondo del fitness e a Ferranti ha spiegato di essere soprattutto titolare di una società di componenti per l’edilizia.

Altamimi ha affermato di essere interessato all’acquisto del Novara per conto proprio, ma che sarebbe pronto a valutare l’ingresso di investitori a cui potrebbe accedere per rafforzare il progetto. L’emiro ha inoltre escluso il coinvolgimento di Pagniello nell’operazione, definendo il Novara un mondo a parte ed escludendo quindì l’idea che il club azzurro finisca nel calderone del controverso programma internazionale Racing. 

Filippo Massara

-