Ripescaggi Serie B - Verso la decisione del Consiglio Federale: forse un nuovo cambio di format, la clamorosa proposta che riguarda playoff e playout

Una situazione delicatissima per quanto riguarda il campionato cadetto, la decisione del Consiglio Federale, sono ore caldissime
29.10.2018 15:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: calcioweb.eu
Gabriele Gravina
Gabriele Gravina

Sono ore caldissime per il campionato di Serie B, negli ultimi giorni è arrivata la sentenza del Consiglio di Stato che ha ribaltato la decisione del Tar del Lazio confermando il format del torneo cadetto a 19 squadre.

Finita ? Macchè. E’ prevista per domani la giornata decisiva, si riunisce infatti il Consiglio Federale che prenderà una decisione definitiva con il presidente Gravina pronto a chiudere definitivamente la vicenda, è stata fissata per il 15 novembre una camera di Consiglio per esaminare la vicenda ma non ci saranno sorprese rispetto alla decisione che verrà presa nella giornata di martedì.

Secondo indiscrezioni raccolte nelle ultime ore sono in arrivo possibili sorprese con il cambio di format che rappresenta al momento una soluzione possibile.

ORE 11:00

Franco Frattini in un’intervista ha accusato la Lega B di avere avuto “una reazione furibonda e aggressiva per difendere il loro interesse”.

Mauro Balata replica al presidente del Collegio di Garanzia dello Sport: “Abbiamo fatto due ricorsi a fronte di oltre 60 da parte dei club in più sedi, se questa è una difesa furibonda… Poi si tratta dell’intervista del presidente del Collegio di Garanzia e di un altissimo magistrato del Consiglio di Stato in un momento del genere: lascio agli altri le opportune considerazioni. C’è stata una delibera della Figc nel 2015 che già andava in questa direzione, nel frattempo sono fallite 154 società e anche quest’anno ci sono state situazioni straordinarie con città vilipese da alcune situazioni e alcuni personaggi. Abbiamo deciso lealmente di votare Gravina dopo un confronto molto intenso, ora deve avere la forza di fare le riforme, la prima quella dei campionati, perché il nostro sistema così non regge. Servono regole più stringenti e rigorose per stabilire chi ha diritto e chi no di accedere al calcio. Anche nel nostro mondo ci sono avventurieri e personaggi che hanno finalità addirittura di natura criminale e imprenditori sani che si stanno sempre più allontanando dal calcio”.

ORE 11:12

“Rispetteremo le valutazioni che farà il Tar a cui il club si è rivolto”. Mauro Balata, presidente della Lega di serie B, attende l’udienza del 6 novembre davanti al Tribunale amministrativo regionale per capire la decisione sulla riammissione dell’Entella.

“Gli avvocati mi dicono che c’è un problema pregiudiziale legato al fatto che il Cesena, nel momento in cui e’ arrivata la decisione del Collegio di Garanzia, era già fallito. Quella decisione avrebbe dovuto essere appellata davanti alla Corte d’appello federale e credo che ci sia un vizio in radice”, le sue parole ai microfoni di “Radio Anch’io Sport” su RadioUno. 

“Questo alone di incertezza permane ma non dipende da noi. Abbiamo subito 60 ricorsi e oltre da parte di tutte le società coinvolte nella vicenda dei ripescaggi. Noi ne abbiamo fatti solo due, l’ultimo al Consiglio di Stato perchè ci sono principi giuridici granitici che già esistono nella giustizia amministrativa e sportiva. La nostra è una posizione assunta dalla Lega nella sua totalità e autorizzata con delibere certificate dall’ultima decisione del Consiglio di Stato e assunte in maniera valida e responsabile da parte della Figc. La Lega di B è stata autorizzata a presentare il proprio calendario e a far partire il proprio campionato, siamo a un quarto della stagione e ancora si parla di stravolgimento”.

La Serie B ha dunque le idee chiare, il campionato deve rimanere a 19 squadre ma la situazione non è poi così fluida. L’intenzione del presidente Gravina è quella di mettere un punto esclamativo già nella giornata di martedì e quindi potrebbe decidere di riammettere già domani l’Entella in Serie B ed intanto riportare il campionato a 20 squadre.

E non è di certo finita. In caso di conferma della Serie B a 19 (o 20 con la riammissione dell’Entella), nei confronti dei club interessati al ripescaggio (Catania, Novara, Siena, Ternana e Pro Vercelli) si dovrà procedere ad un maxi risarcimento di circa 12 milioni di euro per ogni club, situazione che non conviene a nessuno. Ecco perchè il passaggio a 22 squadre o 23 squadre non è assolutamente da escludere con la graduatoria che dovrebbe essere la seguente: Novara, Catania, Siena, Ternana, Pro Vercelli. 

RIPESCAGGI SERIE B LIVE, PROVIAMO A… SBILANCIARCI, TUTTE LE POSSIBILI IPOTESI

1. LA SERIE B RIMANE A 19 SQUADRE E’ UNA SOLUZIONE PROBABILE, SI TORNA SUBITO IN CAMPO E NEI CONFRONTI DEI CLUB VERRA’ VERSATO UN MAXI RISARCIMENTO DA 12 MILIONI DI EURO PER OGNI SOCIETA’.

2. AL MOMENTO CI SENTIAMO DI SBILANCIARCI SULLA RIAMMISSIONE DELL’ENTELLA, LA SERIE B A 20 SQUADRE E’ LA SOLUZIONE AL MOMENTO PIU’ PROBABILE. 

3. TERZA IPOTESI IL CAMPIONATO A 22 SQUADRE CON IL RIPESCAGGIO DI NOVARA E CATANIA E LA RIAMMISSIONE DELL’ENTELLA.

4. ULTIMA IPOTESI DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE, SERIE B A 23 SQUADRE CON LA RIAMMISSIONE DELL’ENTELLA ED IL RIPESCAGGIO DI NOVARA, CATANIA E SIENA.

PER IL CAMPIONATO DI SERIE C INVECE NON SONO PREVISTI IN ALCUN CASO RIPESCAGGI, L’UNICA NOVITA’ SAREBBE IL CAMBIO DI GIRONE DELLA VITERBESE DAL GRUPPO C A QUELLO A IN CASO DI RIAMMISSIONE DELL’ENTELLA IN SERIE B. 

RIPESCAGGI SERIE B LIVE, LA PROPOSTA INTERESSANTE, SERIE B A 22 SQUADRE, ABOLIRE PLAYOFF E PLAYOUT

Sul web nelle ultime ore sta circolando una proposta interessante che non è assolutamente da sottovalutare. La possibilità di un passaggio della Serie B a 22 squadre è una soluzione concreta ma un problema sarebbe quello delle tante partite ravvicinate per recuperare tutto il terreno perso negli ultimi mesi. Ecco una possibile soluzione: abolire playoff e playout per evitare di giocare ogni tre giorni ed arrivare alla fine del campionato ad inizio luglio. Quindi disputare solo la regular season con tre promozioni e quattro retrocessioni, una soluzione da prendere assolutamente in considerazione. Non ci resta che attendere, le prossime ore si preannunciano caldissime.