La Pro porta a casa un buon punto con il Brescia, ma spreca troppe occasioni da gol

I lombardi sbagliano un rigore, finale nervosissimo dopo l’espulsione di Ghiglione
 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 16 volte
Fonte: lastampa.it
La Pro porta a casa un buon punto con il Brescia, ma spreca troppe occasioni da gol

La Pro Vercelli continua la sua striscia positiva e dopo le vittorie con Ascoli e Cremonese porta a casa un buon punto contro il Brescia (0-0) al termine di una partita che, ai punti, avrebbe meritato di fare sua dato che le occasioni per andare in vantaggio le ha avute sia nel primo che nel secondo tempo. Partita molto nervosa, soprattutto nel finale per alcune decisioni discutibili dell’arbitro, soprattutto l’espulsione di Ghiglione che pare esagerata. Le tensioni sono poi sfociate in un parapiglia generale scoppiato sotto la palazzina degli spogliatoi sotto gli occhi del guardalinee. 

La Pro scende in campo con il 3-5-2 con Morra e Reginaldo in avanti, mentre nel Brescia bomber Caracciolo parte dalla panchina. Dopo venti minuti di studio, la Pro colleziona dal 19’ al 22’ tre occasioni da gol senza sfruttarle: prima con un tiro al volo di Ghiglione su cross di Mammarella fuori di poco, poi con Reginaldo che svirgola un bel cross dalla destra e infine con Castiglia che colpisce debolmente di testa. Dal possibile vantaggio alla beffa il passo è breve perché nel finale Bisoli sbaglia un calcio di rigore assegnato dall’arbitro per un fallo di Bergamelli, che entra a gamba tesa al limite dell’area. All’intervallo è 0-0. 

Nessun cambio nella ripresa ed è sempre la Pro a tenere il pallino del gioco, rendendosi più volte pericolosa soprattutto con la sua arma migliore, i tiri da fuori di Castiglia. La partita è viva e tosta e l’ingresso di Kanoute dà vivacità ai bianchi. La Pro protesta anche per un intervento del portiere del Brescia in uscita su Germano lanciato a rete, ma l’estremo difensore tocca la palla. Nel finale arriva l’espulsione di Ghiglione per un discutibile fallo da ultimo uomo. Decisione che con alcune altre situazioni gestite male dall’arbitro porta al finale concitato. Un punto che ci sta per la Pro che però adesso deve trovare punti difficili con Salernitana e Palermo.  

Alessandro Nasi