Volleymercato femminile - Marianna Fiocco, Valentina Barbolini, Veronica Angeloni

Marianna Fiocco a Brescia - Valentina Barbolini a Trento - Veronica Angeloni a Perugia
12.07.2019 14:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Marianna Fiocco, Valentina Barbolini, Veronica Angeloni

1.

La Banca Valsabbina Millenium Brescia annuncia di aver raggiunto un accordo la centrale Marianna Fiocco.

Veronese, classe 1994, compirà venticinque anni il prossimo 1 settembre, la nuova Leonessa è reduce da due stagioni positive in serie A2 alle Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore.

Cresciuta all’Arena Volley Castel Azzano, squadra del sua città, e alta 184 centimetri, Fiocco è rimasta nella formazione scaligera sino alla stagione 2015-2016, esordendo nel campionato di B1, dove è stata avversaria della sua nuova squadra. Nel campionato successivo è passata all’Unione Volley Montecchio Maggiore, sempre in B1, dove ha conquistato la promozione in A2 con il sodalizio vicentino. Nelle due stagioni nel secondo livello del campionato italiano, incrociando nuovamente il cammino della Millenium alla prima, ha realizzato 223 punti in 124 set giocati e 56 gare a referto. Laureata in Scienze Motorie all’Università di Verona, Marianna Fiocco completa il reparti dei posti 3 nello scacchiere di coach Enrico Mazzola e Marco Zanelli, insieme all’americana Symonè Speech, alla canadese Kelsey Veltman e a Monica Mazzoleni.

“Con Marianna completiamo il reparto dei centrali – osserva Emanuele Catania – si tratta di una ragazza volonterosa che ha fatto la “gavetta” crescendo costantemente. Sarà la prima volta a questo livello ma è la persona giusta per aiutarci nei nostri obiettivi”

-

2.

Un’altra preziosa pedina per il roster della Delta Informatica Trentino, pronta ad affrontare il prossimo campionato di serie A2 femminile. Fresca di promozione dalla serie B1 da assoluta protagonista con la maglia di Macerata, la terza laterale della squadra di Matteo Bertini sarà Valentina Barbolini, atleta ventiseienne e figlia d’arte (suo padre Massimo è allenatore di Novara, formazione Campione d’Europa).

Nata a Modena ma residente in Umbria da diversi anni, Valentina si appresta per la prima volta a giocare al nord Italia in quello che sarà il suo secondo anno in serie A2 dopo quello vissuto due anni fa con i colori della Bartoccini Gioiellerie Perugia. Schiacciatrice di posto-4, la Barbolini è particolarmente abile nel fondamentale della ricezione.
Dopo ben nove anni in serie B1 giocati da assoluta protagonista, lo scorso 4 maggio ha ottenuto una promozione storica in serie A2 con la formazione marchigiana dell’Helvia Recina Macerata dominando l’intera stagione e aggiudicandosi la promozione con due giornate d’anticipo.

«Quando mi è arrivata la chiamata da Trento ci ho messo poco tempo per decidere, perché è una realtà cui se ne parla davvero molto bene nell’ambiente nazionale. È una società ambiziosa e con un progetto interessante – commenta Valentina. Sta nascendo una squadra davvero competitiva e mi carica il fatto che non si nascondano gli obiettivi. Coach Bertini lo conosco solo per averlo affrontato da avversario quando sedeva sulla panchina di Pesaro; ha allenato molte mie ex compagne di squadra e me ne hanno solo parlato bene, dunque non posso che avere grandi motivazioni per questa mia scelta di approdare a Trento. Il campionato sarà molto lungo, di conseguenza sono convinta che servirà il contributo dell’intera rosa e cercherò di farmi trovare pronta in ogni circostanza. Per la prima volta in carriera mi troverò ad essere tra le atlete più anziane della squadra, un ruolo importante: vedrò di essere da esempio alle più giovani, oltre che disponibile nel dare loro consigli».

Dopo aver giocato più di un decennio al centro Italia, per la prima volta la Barbolini si sposta al nord.

«Non conosco la città di Trento, ci ho giocato contro due anni fa al mio primo anno di A2 e il palazzetto di Sanbàpolis mi era piaciuto davvero molto, sia come struttura, sia soprattutto per il calore della gente. Sono davvero curiosa di vedere come si vive tra le montagne…».

La scheda di Valentina Barbolini
Luogo di nascita: Modena
Data di nascita: 17 maggio 1993
Ruolo: schiacciatrice
Altezza: 186 cm
Carriera
2019/2020 Delta Informatica Trentino A2
2018/2019 Helvia Recina Macerata B1
2017/2018 Bartoccini Perugia A2
2016/2017 San Giustino (PG) B1
2014/2016 Tuum Perugia Volley B1
2010/2014 Lucky Wind Trevi (PG) B1
2009/2010 Pallavolo Narni (TR) B1
2007/2009 Pallavolo Narni (TR) B2

-

3.

Dopo un tentativo d’ingaggio già nel mercato d’inverno della scorsa stagione, la Bartoccini FORTinfissi accoglie nel suo organico Veronica Angeloni, la schiacciatrice toscana in forza alla Sirio dal 2008 al 2011 torna al PalaBarton.

Giocatrice dalla grande esperienza ai massimi livelli nel campionato italiano (Novara, Chieri, Piacenza, Conegliano e Pesaro per citare alcune sue ex squadre) ha potuto vivere anche alcune esperienza oltre i confini con Odintsovo (RUS) e Saint Raphael (FRA) vincendo con quest’ultima il tricolore, per lei successi anche in maglia azzurra come il Campionato Europeo Juniores del 2004.

Di seguito le sue prime impressioni.

“Per me Perugia è la città del cuore, quando sono venuta a giocare con la Sirio mi sono sentita subito a casa, mi ero ripromessa che sarei tornata e quindi per me sarà una grande emozione, quando la scorsa stagione con la mia ex squadra sono tornata a giocare al PalaBarton avevo le farfalle allo stomaco, lì ho molti bei ricordi. Con coach Bovari già lo scorso anno avevamo parlato di un passaggio in corsa, poi però il rilievo del mio ruolo a Marsala mi ha fatto rimanere in Sicilia fino al termine stagione.

Sono contenta di essere arrivata ora che giocheremo nella massima serie, mi piace impegnarmi molto, se poi lo fai in un luogo dove ti senti a casa è ancora meglio. Da questa stagione mi aspetto di poter dare un grande contributo a tutta la squadra, sia dal punto di vista tecnico che morale perché amo fare gruppo, mi piace dare il massimo sia in campo che fuori, spero di poter trovare spazio per ricavare il mio posto, la cosa più importante per un atleta è quella di dare la propria disponibilità al 100% sia alla squadra che al coach.

Pensando al campionato essendo una neopromossa dovremo cercare di vincere le partite con le squadre del nostro livello, con l’obbiettivo ovviamente di ottenere il miglior risultato possibile, sarebbe bello riuscire ad arrivare tra le prime 8, anche se non sarà facile visto quanto è cresciuto il livello del campionato, negli scorsi anni si erano visti degli alti e bassi ma ultimamente c’è stata una grande crescita dal punto di vista del livello tecnico”.

-