Volley femminile - Serie A1, sesta Giornata: Conegliano espugna Novara e vola in classifica, Firenze seconda a -5, vincono Scandicci e Busto

11.11.2019 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
Le tre Pantere 'terribili'
Le tre Pantere 'terribili'

Sabato Conegliano espugna Novara e vola in classifica, Egonu e Folie sugli scudi

Una vera e propria battaglia quella tra Novara e Conegliano. L’anticipo della sesta giornata di Campionato era uno dei match più attesi, la “sfida infinita” desta sempre tante emozioni. L’Imoco ha iniziato alla grande, portandosi a casa il primo parziale grazie alle bordate di Paola Egonu, nel secondo set è arrivata la reazione delle padrone di casa, che nonostante le enormi difficoltà hanno avuto la meglio ai vantaggi. Il momento felice di Novara è però durato poco, Egonu e una stupefacente Folie si sono messe la squadra sulle spalle e hanno condotto le campionesse d’Italia ad una stupenda vittoria (21-25, 25-23, 23-25, 18-25).

La miglior realizzatrice del match, neanche a dirlo, è stata Paola Egonu, che ha messo a terra 32 punti, un plauso va fatto anche ad una ritrovata Raphaela Folie, autrice di 17 punti con quattro muri. Nelle fila di Novara sono arrivate due buone prestazioni per Chirichella (10) e per Veljkovic (11).

Cronaca

L’inizio del primo set è stato equilibrato fino al 5-4, quando l’ace di Egonu ha dato l’avvio alla fuga di Conegliano, l’ottimo sistema muro-difesa e la fantastica regia di Wolosz hanno portato le campionesse d’Italia al massimo vantaggio( 8-14). Courtney (12) le ha provate tutte, ma si è andati avanti con 5 break di distacco fino al 18-24, quando una serie di errori in ripetizione di Hill hanno riportato le padrone di casa a -3, è stato qui che è salita in cattedra Paola Egonu: l’opposto della Nazionale ha tirato una bordata da seconda linea, regalando così il primo parziale alle pantere (21-25)

Il secondo parziale è iniziato subito con una serie di scambi interminabili, la prima squadra ad ottenere un break questa volta è stata Novara, la serata no di Hill e gli attacchi di Vasileva hanno portato Chirichella e compagne sul 6-4. E’ stato allora che Wolosz ha iniziato ad affidarsi ad un’ispirata Folie, che a furia di muri e primi tempi ha ribaltato la situazione (9-10). Si è andati avanti in equilibrio, fino a quando una serie di imprecisioni di Conegliano, che chiuderà il set con 12 errori, ha permesso l’allungo di Novara (19-15). Wolosz  prova a mettere in palla Hill da seconda linea e inizia a giocare primi tempi anche con De Kruijf, ciò però non basta e Novara si porta sul 24-21, tocca a Veljkovic chiudere e portare le padrone di casa in parità (25-23).

Nel terzo set Conegliano riprende da dove aveva lasciato, gli errori sono tanti, sia al servizio che in attacco, tuttavia Novara non ne approfitta e le squadre si portano sul 7-7. Due difese spettacolari di Sansonna e un attacco al centro di Veljkovic regalano alle vice-campionesse d’Europa il primo allungo (10-7). Egonu non ci sta ed è allora che mette in campo tutta la sua grinta, Conegliano riesce a riportarsi sul 13-13 e adesso l’inerzia sembra tutta dalla sua parte. Wolosz si inizia ad affidare solo al suo opposto, che non la delude, mettendo a terra diagonali lunghe, strette, pallonetti e mani-out che portano l’Imoco sul 16-19. Hill sembra essersi ripresa ed è proprio un suo attacco a regalare quattro set-point alle pantere, Novara però reagisce e Veljkovic ricuce lo strappo fino al 23-24, quando Courtney spreca la palla della parità regalando il set alle avversarie.

Conegliano parte a razzo nel quarto parziale, Egonu e Folie sono inarrestabili, De Gennaro non fa cadere più nulla e le campionesse d’Italia si portano addirittura sul 1-6. Novara si lascia letteralmente andare, Vasileva abbandona il campo, le attaccanti non riescono più a mettere una palla a terra e le padrone di casa si trovano sotto di nove punti in pochi attimi (5-14). Quando sembrava non esserci più nulla da fare, Conegliano ha abbassato la guardia e Novara ne ha approfittato per ricucire lo strappo fino al 12-16. Santarelli ferma il gioco due volte e suona la sveglia alle sue, Hill sembra tornata quella dei giorni migliori e con una serie di suoi attacchi l’Imoco si porta sul 16-20. Sylla regala sette set-point alle compagne, che chiudono al secondo tentativo, grazie ad un primo tempo fotonico di Folie (18-25)

Giuseppe Aricò

-

Firenze seconda a -5 da Conegliano, vincono Scandicci e Busto

Domenica si è conclusa la sesta giornata della Serie A1 2019-2020 di volley femminile che si era aperta sabato con la disputa di tre partite tra cui il big match vinto da Conegliano contro Novara.

Firenze si issa clamorosamente al secondo posto in classifica a cinque punti di distacco da Conegliano. La grande rivelazione di questo avvio di stagione non smette di stupire e sconfigge Cuneo per 3-1, rimontando dopo aver perso il primo set perso ai vantaggi e facendo sognare il pubblico del Mandela Forum. Prestazione da brividi di Nika Daalderop (22 punti) e di Sylvia Nwakalor (20 marcature, 3 muri, 2 aces), vanno in doppia cifra anche Sarah Fahr (10, 3 stampatone) e Sara Alberti (13, 4 muri) mentre alle piemontesi non è bastata la solita Lise Van Hecke (24).

Successo anche per Busto Arsizio che batte Caserta per 3-1 e si porta al quarto posto a una sola lunghezza da Novara, le Farfalle si sono fatte sorprendere nel primo set di fronte al proprio pubblico ma poi hanno messo il turbo sotto la regia di Alessia Orro e sono riuscite a imporsi grazie allo show di Karsta Lowe e Britt Herbots che sono state capace di segnare rispettivamente 25 e 24 punti mentre tra le fila delle campane vanno segnalati i 20 sigilli di Simon Castaneda e i 17 di Alexa Gray.

Scandicci continua a faticare ma per la quarta volta in stagione è riuscita a vincere al tie-break (ha sempre festeggiato per 3-2 in campionato) battendo Chieri a domicilio, le toscane restano comunque all’ottavo posto in classifica e per il momento sembrano ben lontane dalla possibilità di lottare per lo scudetto come invece ci si aspettava alla vigilia. Il successo è arrivato soprattutto per merito di Magdalena Stysiak (23 punti, 7 muri), di Agnieszka Kakolewska (15) e di Elena Pietrini (14, 3 muri) mentre tra le fila delle piemontesi vanno segnalati i 16 punti di Elena Perinelli. A completare il quadro è la fondamentale vittoria di Bergamo al tie-break contro Perugia nello scontro salvezza.

-

Di seguito i risultati dettagliati della sesta giornata della Serie A1 2019-2020 e la classifica generale del massimo campionato italiano di volley femminile.

-

SERIE A1 VOLLEY FEMMINILE: RISULTATI SESTA GIORNATA

Igor Gorgonzola Novara vs Imoco Volley Conegliano 1-3 (21-25; 25-23; 23-25; 18-25), giocata sabato

Unet E-Work Busto Arsizio vs Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 3-0 (23-25; 25-23; 25-19; 25-18)

Reale Mutua Fenera Chieri vs Savino Del Bene Scandicci 2-3 (25-15; 19-25; 23-25; 25-20; 9-15)

Banca Valsabbina Millenium Brescia vs ÈPiù Pomì Casalmaggiore 1-3 (27-25; 20-25; 19-25; 24-26), giocata ieri

Saugella Monza-Lardini Filottrano 3-0 (25-21; 25-18; 25-23), giocata ieri

Il Bisonte Firenze vs Bosca San Bernardo Cuneo 3-1 (25-27; 24-14; 25-18; 25-18)

Zanetti Bergamo vs Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-2 (19-25; 22-25; 25-18; 25-22; 15-10)

-

CLASSIFICA SERIE A1 VOLLEY FEMMINILE (dopo sei giornate):

Conegliano 20 (7), Firenze 15 (7), Novara 14 (7), Busto Arsizio 13 (6), Casalmaggiore 12 (6), Brescia 11 (7), Chieri 10 (6), Scandicci 9 (6), Monza 7 (6), Bergamo 7 (6), Cuneo 6 (6), Caserta 4 (6), Filottrano 2 (6), Perugia 2 (6). 

Tra parentesi il numero di partite disputate.

Stefano Villa

-