IGOR Volley Novara - Giornata speciale sabato per il fisioterapista azzurro Alessio Botteghi

11.09.2019 10:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: agilvolley.com
Alessio Botteghi
Alessio Botteghi

E’ stato un gran giorno quello di sabato per il fisioterapista azzurro Alessio Botteghi, ricevuto nella sua Città di Castello dal Sindaco Luciano Bacchetta, al quale ha mostrato nientemeno che la Champions League, la Coppa dei Campioni vinta da Novara il 18 maggio scorso nella finalissima di Berlino contro Conegliano.

Alla cerimonia erano presenti anche la moglie di Alessio, Valentina, i genitori e altri familiari nonché i dirigenti del Città di Castello Pallavolo maschile. Alessio Botteghi, oltre alla Champions League, ha vinto quest’anno e lo scorso anno anche la Coppa Italia e nel 2017 lo Scudetto e la Supercoppa Italiana.

Il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore allo sport Massimo Massetti hanno dichiarato:

“Con orgoglio e gratitudine oggi abbiamo ricevuto in comune un altro tifernate che in ambito sportivo ha conquistato prestigiosi traguardi tenendo sempre alto il nome della città, in uno sport come il volley, che ha connotato la nostra storia cittadina con numerosi successi. Grazie Alessio per questa gradita visita e un caloroso augurio a nome di tutta la collettività tifernate per la tua brillante carriera”.

Da parte sua Alessio ha così risposto alle parole del sindaco:

“Con la Champions League di Berlino abbiamo chiuso un cerchio di vittorie iniziato con Scudetto e Supercoppa nelle stagioni passate e continuato con la Coppa Italia per due anni consecutivi. Per me è un grandissimo onore portare nella mia città, al sindaco e a tutti gli amici tifernati di tanti anni di pallavolo, questo prestigioso trofeo. Desidero ringraziare la mia società, Igor Volley, nelle persone del presidente Suor Giovanna Saporiti, dei main sponsor Fabio Leonardi ed Eraldo Precetti e del D.G. Enrico Marchioni che 4 anni fa mi ha coinvolto in questo progetto vincente. Ovviamente i ringraziamenti sono anche le ragazze, lo staff tecnico e lo staff medico con cui ho avuto la fortuna di condividere questo percorso”.

Il Comune di Città di Castello ha donato ad Alessio una copia del libro della Pinacoteca Comunale.

-