FOCUS TMW - Serie C, la Top 11 del girone A: doppietta per Bortolussi

Modulo 3-4-3
17.12.2019 19:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Ivan Javorcic
Ivan Javorcic

Finisce in parità il big match di giornata tra Pontedera e Monza. I granata si confermano formazione ostica per tutti e hanno le carte in regola per arrivare a giocarsi la promozione attraverso i playoff come già accaduto nel recente passato. Crisi per il Siena, sconfitto per 4-0 da un Novara in giornata di grazia e capace di costruire innumerevoli occasioni da gol. Beffardo pareggio interno per una Carrarese acciuffata in extremis dalla Pianese, fondamentale successo dell’Alessandria sulla Pro Vercelli di mister Gilardino.

Di seguito la Top 11 di TuttoMercatoWeb dopo la diciannovesima giornata di campionato nel girone A.

Portiere

Luca Zanotti (Como): l’Albinoleffe ha provato in tutti i modi a passare in vantaggio, ma il portiere lariano ha sfoderato una prova di grandissima attenzione e qualità. Le ha prese tutte, sia in uscita sia tra i pali.

Difensori

Giacomo Sciacca (Alessandria): gol importante, decisivo quanto fortunoso. L’intenzione era quella di crossare, ma nessuno ha toccato il pallone e il portiere della Pro Vercelli non ha avuto la reattività necessaria.

Manuel Lambordoni (Pro Patria): pone fine all’assedio dei bustocchi chiudendo la pratica con sette minuti d’anticipo. Gol preziosissimo che lo ripaga dei tanti sacrifici fatti per conquistare la maglia da titolare. La sua punizione è chirurgica.

Andrea Sbraga (Novara): dopo qualche stagione altalenante sta ritrovando quella continuità che forse mancava dai tempi di Pisa. Insuperabile per tutto l’arco della partita, stravinto il duello con Guidone.

Centrocampisti

Andrea Masetti (Pro Patria): ha qualità e si vede da subito, quando punta l’uomo lo salta quasi sempre e con disinvoltura. Perfetto il suo inserimento in occasione della rete dello 0-1.

Andrea Caponi (Pontedera): splendido l’assist per De Cenco che vale l’1-1, ma per tutta la partita è il faro del centrocampo granata. Giganteggia a cospetto dei colossi del Monza.

Francesco Gelli (Albinoleffe): nella “battaglia” di Como spicca la prestazione di un calciatore ormai titolare inamovibile e che ha dettato legge a centrocampo giocando una marea di palloni sempre con intelligenza. Insostituibile per personalità e intelligenza tattica.

Giuseppe Caso (Arezzo): il gol del pareggio lo segna Gori, ma in realtà è tutto suo. A tempo quasi scaduto ha coraggio e lucidità: punta tre uomini, li salta con disarmante bravura e serve un assist perfetto per il compagno.

Attaccanti

Matteo Momentè (Pianese): all’ultimo respiro, proprio quando la Carrarese pregustava la vittoria. Salta più in alto di tutti e trasforma il cross della disperazione nel momento più bello della sua esperienza con questa maglia.

Daniele Arrighini (Alessandria): batte Saro sfruttando un lancio millimetrico di Cosenza, nell’inedita veste di rifinitore. Poco dopo ci prova di testa e sfiora l’incrocio dei pali.

Mattia Bortolussi (Novara): settimo e ottavo gol stagionale per uno degli attaccanti più interessanti del girone. Nel primo tempo salta D’Ambrosio e batte Confente, nella ripresa approfitta di un goffo intervento del portiere e sigla la doppietta personale.

Allenatore

Ivan Javorcic (Pro Patria): le dichiarazioni in sala stampa sanno tanto di esame di maturità superato. La sua squadra vola basso, ma allo stesso tempo non nasconde più le proprie ambizioni.

Luca Esposito

-