Carrarese, Ciancio: "Dobbiamo continuare a subire sempre meno"

18.10.2019 18:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Simone Ciancio
Simone Ciancio

Simone Ciancio, duttile terzino in forza alla Carrarese, ha fornito in un'intervista ai canali della società un punto della situazione in vista dei prossimi impegni:

"A Novara prevedo una sfida equilibrata con tante difficoltà da dover affrontare.

A dire il vero anche per i nostri avversari non sarà semplice affrontare la Carrarese e le caratteristiche di cui disponiamo. 

C'è rammarico per non aver vinto a Gozzano e Gorgonzola perché quattro punti in più ci consentivano di esercitare una certa pressione su chi ci precede.

Dopo Siena vogliamo tentare un colpo grosso anche in Piemonte di modo da rafforzare ancora di più le nostre convinzioni"

Il difensore ha poi parlato del suo ambientamento nella squadra marmifera:

"Il reparto arretrato è all'altezza della situazione sia sugli  esterni che al centro, dalla nostra abbiamo una composizione del pacchetto difensivo in cui ci sono calciatori di esperienza che vantano trascorsi importanti in categoria e giovani molto interessanti come Rizzo, Mezzoni e Badan che sono prospetti che ci torneranno utili.

Dobbiamo continuare a subire sempre meno anche perché lì davanti a chi dai la casacca non sbagli mai perché parliamo di gente che ha una qualità fuori dalla norma ,in grado di trovare la giocata per vincere una partita in ogni istante e ciò deve essere sfruttato sempre di più e meglio".

Come chiosa finale le considerazioni post-Pergolettese, gara vinta per 3-0 davanti il pubblico di fede gialloblu:

"La gara si è sbloccata subito e poco dopo abbiamo avuto l'occasione per il raddoppio non sfruttata.

Successivamente abbiamo faticato di fronte ad alcune loro giocate con sovrapposizioni continue sulle corsie laterali che ci hanno messo in difficoltà nonostante sapessimo benissimo le caratteristiche dei nostri avversari.

La scossa del triplice cambio a cinque minuti dal termine della prima frazione non è stata una bocciatura per tre compagni di squadra che stavano facendo il loro come tutti ma , piuttosto, un segnale di discontinuità in una partita che stava avendo una piega a noi non favorevole.

Nella seconda frazione di gioco , ci siamo sistemati ed abbiamo chiuso la gara abbastanza agevolmente.

La porta inviolata è altro aspetto importante perché non subire goal è la base per costruire qualcosa di davvero competitivo".

Giacomo Principato

-