Arezzo, Dal Canto: "Novara ? Ai playoff mai visto squadre materasso, ma se dovessimo uscire non ci dormirei la notte"

15.05.2019 15:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Alessandro Dal Canto
Alessandro Dal Canto

Alessandro Dal Canto tiene alta l'attenzione dell'Arezzo in vista del playoff col Novara di mercoledì e nella conferenza stampa prepartita analizza:

“Abbiamo chiuso la parentesi del campionato meglio di ogni più rosea aspettativa, siamo stati contenti, ma adesso chiudiamo questa pagina così come i complimenti relativi che si porta via il vento e ne apriamo un’altra. L'unico obiettivo da porci è cercare di arrivare fino in fondo. Quello che di buono abbiamo fatto l’hanno visto tutti, adesso dobbiamo provare a fare il meglio che possiamo”.

Sulla squadra piemontese ha quindi proseguito:

"2-3 giocatori sono quelli che hanno vinto lo spareggio contro di me col Padova per andare in Serie A, questo la dice già lunga sul loro organico. Annovera tanti buoni giocatori, al di là di quelli di sei anni fa, ma per il turno che andiamo ad affrontare se avessimo incontrato la Carrarese non sarebbe cambiato molto. Sono due squadre forti che hanno la necessità di venire qua a vincere.

Non dobbiamo andare in campo per fare calcoli e quindi speculare sul fatto che abbiamo due risultati. Faranno una partita gagliarda, oltretutto il Novara ha fatto benissimo fuori casa durante il campionato. Sappiamo anche che ai playoff una squadra materasso io non l'ho mai vista. Non dobbiamo farci prendere dall'ansia".

Ha poi così proseguito:

"Non dobbiamo andare con leggerezza perché abbiamo fatto un buon campionato, ma sarebbe stupido se dicessi che comunque vada mercoledì sarei contento. Se mercoledì uscissimo, non ci dormirei la notte. Che non siamo un organico costruito per vincere per forza, quello sì; ma coi nostri alti e bassi durante il campionato abbiamo tenuto testa a squadre blasonate e questo ci deve dare la convinzione che mercoledì abbiamo le nostre chance di passare il turno come ce le ha il Novara e non tanto perché ha vinto a Siena.

A questi livelli è tutto equilibrato. Anche in una partita dove si è ben organizzati, Cacia o Eusepi possono tirare fuori la giocata. Nella normalità della categoria, loro hanno giocatori che non sono 'normali' e con queste squadre bisogna tenere il livello di attenzione alto. Loro hanno costruito la squadra per vincere e l'unica cosa che mi preme è che i ragazzi vadano in campo con tensione".

Valeria Debbia