In ricordo di Guglielmo Oppezzo, calciatore azzurro

Nel 2019 Tuttonovara ricorda, nel giorno anniversario della nascita, i calciatori, gli allenatori, i dirigenti e i membri dello staff del Novara Calcio che ora sono nell'Azzurro del cielo
11.06.2019 09:50 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Guglielmo Oppezzo
Guglielmo Oppezzo

L'11 giugno 1926 nacque a Balzola, comune della provincia di Alessandria, in Piemonte, Guglielmo Oppezzo detto Memo, calciatore italiano, che morì il 22 aprile 1978 a Torino, comune capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Piemonte, all'età di 51 anni.

Oppezzo giocò a calcio come centrocampista nel ruolo di mediano dal 1945 al 1961. 

Tuttonovara gli rivolge un caro ricordo.

 

Caratteristiche tecniche

Guglielmo Oppezzo era un tipico mediano di scuola piemontese, duro, ma anche discretamente dotato dal punto di vista tecnico e in possesso di un ottimo tiro dalla distanza.

 

Carriera

Calciatore

Guglielmo Oppezzo iniziò a giocare nel 1945 nella Serie B-C Alta Italia con la Pro Vercelli, ben presto ammessa d'ufficio in Serie B. Con la Pro giocò due campionati cadetti e poi ne seguì le sorti in Serie C nel 1948-49.

Nell'estate del 1949, arrivò per lui la grande occasione; esordì in Serie A con il Novara il 13 novembre 1949 in Novara-Venezia (5-1). Nei due anni successivi diventò una colonna della squadra piemontese e fece convergere sulla sua persona le attenzioni di molti club che andavano per la maggiore.

Dal 1951 al 1953 giocò quindi ancora nella massima Serie con la maglia della Sampdoria, la squadra dei milionari, come fu soprannominato il sodalizio nato dalla fusione di Andrea Doria e Sampierdarenese, che non lesinava nei piani di potenziamento della rosa. Coi doriani, Oppezzo confermò ciò che si sapeva di lui: in pratica, non sbagliava una partita, il suo rendimento medio era altissimo.

Entrò così nel giro azzurro, anche se non riuscì mai a vestire la maglia della selezione maggiore; collezionò 1 presenza nella Nazionale Under-21 e 1 nella Nazionale Under-23.

Nell'estate del 1953, fu la Juventus ad interessarsi a lui e la trattativa andò a buon fine. In bianconero, però, la concorrenza era forte e a volte gli toccava guardare la gara dalla tribuna. In pratica si trasformò in un rincalzo di lusso, anche se nella stagione 1955-56 riuscì a tornare in pianta stabile tra i titolari.

L'età però avanzava e, nell'estate del 1957, Oppezzo venne ceduto al Palermo, in Serie B, totalizzando complessivamente 80 presenze fra i cadetti.

Chiuse la sua carriera in Serie D nella Trinese, giocandovi dal 1958 al 1961.

 

Ecco in sintesi la carriera di Guglielmo Oppezzo. Nell'ordine sono indicate le stagioni, le squadre di club (con → sono segnati gli eventuali prestiti) e le Nazionali nelle quali militò, il numero di presenze in campionato e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Squadre di club

1945-49 - Pro Vercelli - 88 (9)
1949-51 - Novara - 53 (5)
1951-53 - Sampdoria - 69 (3)
1953-57 - Juventus - 77 (4)
1957-58 - Palermo - 22 (0)
1958-61 - Trinese - 54+ (?)

Nazionale

1952 - Italia U-21 - 1 (0)
1953 - Italia U-23 - 1 (0)