Il dubbio: la Serie C e le società dal futuro in bilico

13.06.2018 16:00 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 47 volte
Fonte: tuttomercatoweb.com
Il dubbio: la Serie C e le società dal futuro in bilico

Ogni giorno che passa la nuova Serie C sembra perdere un pezzo. Il presente e il futuro della Lega Pro sembra essere costruito su una serie di punti interrogativi legati al destino di ognuna delle società chiamate ad iscriversi al campionato. Nord (senza più contare il Vicenza fresco di “matrimonio” col Bassano), centro o sud non sembra esserci alcuna differenza: i problemi si trovano ad ogni latitudine.

ISCRIZIONE A RISCHIO

Nelle ultime ore hanno fatto rumore le parole del presidente della Juve Stabia Manniello che hanno di fatto aperto alla possibilità di una mancata iscrizione delle Vespe. Una situazione, purtroppo, sempre più comune dato che nei giorni scorsi lo stesso è accaduto a Trapani con il disimpegno della famiglia Morace e negli scorsi mesi a Siracusa dove però si continua a lavorare in cerca di nuovi soci (lo stesso vale per il Matera, ndr).

AAA VENDESI

Sempre in cerca di futuro, ma con il cartello “Vendesi” affisso sulla porta della sede sociale, ci sono moltissimi altri club. Dal Mestre rivelazione dell’ultimo Girone B grazie al lavoro del tandem Serena-Zironelli, al Pro Piacenza che il presidente Burzoni ha messo nelle mani dell’avvocato Cesare Di Cintio, fino ad arrivare a Cuneo, Teramo e soprattutto Reggiana che proprio stamani ha visto la presa di posizione di Mike Piazza e consorte a mezzo stampa. Le neo-retrocesse ? Massimo Secondo a Vercelli aveva annunciato di voler lasciare la società. Poi ha chiarito che, in assenza di offerte, iscriverà comunque la squadra al prossimo campionato, ma il cartello di cui sopra resta. Massimo De Salvo a Novara ha titubato, raccontano le cronache. Poi ha scelto di continuare, con la consapevolezza che la retrocessione in Serie C è tutta oneri e pochi onori.

LE NEO PROMOSSE

Infine alcuni dubbi emergono anche sulle formazioni appena arrivate in Serie D. Non tanto sul fronte societario quanto su quello delle strutture visto che il Gozzano sta continuando a lavorare col Novara per l’utilizzo del ‘Piola’, mentre invece l’Albissola è in contatto con l’amministrazione di Vado per il “Chittolina”.

Luca Bargellini