Auguri a Andrea Mantovani, calciatore italiano, difensore azzurro dal febbraio 2016 all'agosto 2018, 2 Serie B (Torino, Chievo), Oro Europei di calcio Under-19

Nel 2020 Tuttonovara fa gli auguri di buon compleanno ai calciatori e agli allenatori di calcio viventi che vestono o hanno vestito la maglia Azzurra
22.06.2020 09:20 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Andrea Mantovani
Andrea Mantovani

Il 22 giugno 1984 nasce a Torino, città capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Piemonte, Andrea Mantovani, calciatore italiano, che oggi dunque compie 36 anni.

Alto 1,85 per 77 kg., gioca a calcio come difensore nel ruolo di centrale o di terzino sinistro (piede sinistro) dal 1989. Attualmente è svincolato dal 2019.

Tuttonovara gli fa i migliori auguri di buon compleanno !

-

Nota

Andrea Mantovani è sposato con Elisa Leka, (nata nel 1985) con cui ha convissuto a partire dal quindicesimo giorno di fidanzamento e a cui ha fatto la proposta di matrimonio dopo tre mesi complessivi di frequentazione; la cerimonia si è svolta il 20 giugno 2009. La coppia aveva già un figlio, Louis Carlos, nato a novembre 2008. Il 10 aprile 2012 è nata la secondogenita, Maria Chloe.

-

Caratteristiche tecniche

Calciatore

Nato come difensore centrale, Andrea Mantovani è in grado di giocare anche sulle fasce esterne, sia destra che sinistra. In caso di necessità può giocare in una difesa formata da tre uomini o come esterno di centrocampo in una linea mediana formata da cinque giocatori.

-

Carriera

Calciatore

Andrea Mantovani inizia a giocare nel 1989, a cinque anni, nelle Giovanili del Torino, con le quali rimane fino al 2002.

Dal 2000  veste le maglie di tutte le Giovanili della Nazionale italiana, dall'Under-15 all'Under-21 e partecipa agli Europei Under-16 del 2001

Nel 2001-2002 viene talvolta convocato dal Torino in prima squadra in Serie B. Nel 2002 firma il suo primo contratto, un quadriennale a 2,4 milioni di lire al mese, aumentabili a 2,8 in caso di promozione della squadra nella massima Serie. Esordisce poi il 19 gennaio 2003 in Torino-Como (0-0) della 17ª giornata di Serie A, sostituendo Gianluca Comotto nel finale del primo tempo. Chiude la prima stagione con 8 presenze, di cui 4 da titolare.

Nel 2003 vince l'Europeo con la Nazionale Under-19, giocando da capitano (16 partite con questa selezione).

Dopo la retrocessione del Torino nel 2003, Mantovani viene ceduto in prestito in Serie B alla Triestina. Qui gioca da titolare, collezionando a fine stagione 39 presenze in campionato con le prime reti da professionista: segna al Messina nella 24ª giornata e al Palermo nella 44ª giornata.

Nella stagione 2004-2005 torna in B a Torino dove gioca 28 partite della stagione regolare (con un gol all'attivo) più 4 incontri nei play-off vinti dalla squadra granata; conquistata quindi la promozione, la società fallisce ed i giocatori rimangono svincolati.

L'11 agosto 2005 firma un contratto con il Chievo insieme al compagno di squadra Giovanni Marchese. Viene poi ceduto in compartecipazione alla Juventus per un milione di euro. Aggregato ai clivensi, nella prima stagione in Veneto gioca 4 partite di campionato (chiuso al settimo posto divenuto quarto dopo le vicende di Calciopoli) ed una di Coppa Italia. Nel 2006 il Chievo riscatta l'intero cartellino del giocatore dalla Juventus, in quel tempo travolta dal caso Calciopoli, per circa 300.000 €. Nella stagione 2006-2007 gioca 18 partite in campionato (terminato con la retrocessione in Serie B), 4 partite in Coppa Italia, e 3 partite delle coppe europee, che risultano essere le sue prime in ambito internazionale: gioca infatti le due partite del terzo turno preliminare di Champions League contro i bulgari del Levski Sofia, in cui la squadra viene eliminata e retrocessa in Coppa UEFA, competizione nella quale Mantovani gioca l'andata del primo turno contro i portoghesi dello Sporting Braga al termine del quale i clivensi sono eliminati anche da questa competizione. A fine stagione, il 16 giugno, rinnova il contratto con la società veronese fino al 2012.

Mantovani prende anche parte ai campionati europei del 2006 con la Nazionale Under-21

Nella stagione 2007-2008 con il Chievo gioca 37 partite di Serie B su 42, segnando 4 gol (record personale) ed ottenendo l'immediata promozione in Serie A vincendo il campionato; disputa anche una partita in Coppa Italia.

Nel 2007 partecipa nuovamente agli europei con la Nazionale Under-21; con la massima selezione giovanile disputa in tutto 16 partite.

Nel giugno del 2008 Mantovani firma un nuovo contratto di quattro anni con la società veneta. Nell'annata 2008-2009 gioca 31 partite in Serie A (con 2 gol) ed una partita in Coppa Italia. Nella stagione 2009-2010 le presenze in campionato sono 36 (con 3 reti), mentre quelle in Coppa Italia sono 2. Nella sesta e ultima annata in gialloblu, la 2010-2011, gioca un ottimo campionato con 31 partite all'attivo. In scadenza di contratto nel giugno 2012, lascia la squadra veneta - di cui era divenuto uno dei giocatori più importanti - dopo 169 presenze complessive con 9 reti totali.

Il 6 luglio 2011 viene acquistato dal Palermo per 3,5 milioni di euro, con cui firma un contratto quadriennale da 700.000 euro a stagione. Il Presidente della società, Maurizio Zamparini, aveva già ufficiosamente comunicato l'ingaggio del giocatore il 30 giugno; in Sicilia ritrova Stefano Pioli, già suo allenatore nell'ultima stagione al Chievo. Il 28 luglio esordisce in maglia rosanero in occasione della sfida di andata del terzo turno preliminare di Europa League allo Stadio Renzo Barbera contro gli svizzeri del Thun (2-2), giocando titolare. Il 22 gennaio 2012, in Palermo-Genoa (5-3) della 19ª giornata di campionato, realizza la sua prima rete in maglia rosanero (quella del parziale 3-1). Nella partita della 30ª giornata giocata il 1º aprile e vinta per 3-1 in trasferta contro il Bologna, Mantovani indossa la fascia di capitano rosanero per la prima volta, vista la sostituzione di Giulio Migliaccio a cui subentra Igor Budan, l'infortunio di Federico Balzaretti e l'assenza di Fabrizio Miccoli; mantiene la fascia fino all'espulsione, cedendola quindi ad Abel Hernández, anch'egli capitano per la prima volta. Due giornate dopo, in Fiorentina-Palermo (0-0) dell'11 aprile, è capitano per la prima volta da inizio partita. Capitano per la terza ed ultima volta contro il Parma, colleziona 27 presenze complessive in stagione (24 in campionato, una in Coppa Italia e 2 in Europa League, realizzando un'ulteriore rete in Inter-Palermo (4-4) del 21º turno. Nel 4-4-2 di Devis Mangia trova poco spazio, giocando 5 partite di cui 2 da subentrato; poi, una volta subentrato Bortolo Mutti sulla panchina rosanero, Mantovani chiude la stagione da titolare spesso in una difesa composta da 3 uomini. La stagione 2011-2012 si conclude con la salvezza del Palermo in Serie A. Iniziata in ritardo la stagione 2012-2013 a causa di problemi fisici. Nella partita contro il Milan della nona giornata di campionato, giocata il 30 ottobre, rimedia una lesione del legamento crociato anteriore sinistro; operato il 9 novembre, la prognosi è di quattro mesi. La stagione si conclude con la retrocessione dei rosanero, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Rientra in campo nell'ultima partita di campionato del 19 maggio 2013, subentrando al 63' a Nicolas Viola nella gara persa per 3-1 contro il Parma; era tornato ad allenarsi con la squadra a pieno regime appena dal 25 aprile.

Non convocato dal Palermo per il ritiro estivo in vista della stagione 2013-2014, il 29 agosto 2013 si trasferisce al Bologna con la formula del prestito con diritto di riscatto, ritrovando ancora una volta Stefano Pioli come allenatore. Esordisce due giorni dopo nella gara di campionato pareggiata per 2-2 contro la Sampdoria (seconda giornata), subentrando a Marek Čech al 65'.

A fine stagione fa ritorno a Palermo, svincolandosi tuttavia in maniera consensuale dai rosanero l'11 settembre 2014.

Durante la sessione invernale di mercato, il 1º febbraio 2015 si accorda con il Perugia, in serie cadetta; con gli umbri raggiunge a fine stagione i play-off, persi al turno preliminare contro il Pescara.

Il 28 luglio 2015 viene ceduto a titolo definitivo al Vicenza con cui firma un contratto di durata biennale.

Il 30 gennaio 2016 passa al Novara. Firma un contratto di due anni e mezzo, raggiungendo nella regular season l' ottavo posto utile a partecipare ai playoff per la serie A. Gli Azzurri ottengono un ottimo risultato essendo una neopromossa. Al preliminare dei playoff incontrano il Bari piazzato quinto in classifica. Nella partita unica giocata a Bari il Novara ottiene la qualificazione per la semifinale vincendo 3-4 dopo i tempi supplementari in una gara spettacolare ed emozionante. In semifinale il Novara incontra il Pescara e viene sconfitto nel doppio confronto. Il Pescara poi approda in Serie A vincendo la finale contro il Trapani. Mantovani chiude la stagione con con 36 presenze, 2 in Coppa Italia col Vicenza, 31 presenze nel campionato di Serie B (17 col Vicenza e 14 col Novara) e 3 presenze nei playoff di Serie B col Novara.

Il 24 agosto 2018 viene acquistato a titolo definitivo dal L.R. Vicenza, in Serie C ritornando nel capoluogo berico dopo 2 anni e mezzo. Scende per la prima volta in Serie C, pur di giocare ancora con la maglia biancorossa. Conclude la stagione con 21 presenze e un gol contro il Sudtirol, più una partita di Coppa Italia Serie C. Il Vicenza conclude la stagione regolare 2018-19 in ottavo posto e raggiunge i Playoff, ma esce al primo turno avendo pareggiato contro il Ravenna.

Dal 1° luglio 2019 è svincolato.

-

Ecco in sintesi la carriera di Andrea Mantovani. Nell'ordine sono indicate le stagioni, le squadre di club (con → sono segnati i prestiti) e le Nazionali nelle quali ha militato e che ha allenato, il numero di presenze in campionato da calciatore e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Giovanili

1989-2002 - Torino

Squadre di club

2001-03 - Torino - 8 (0)

2003-04 → Triestina - 39 (2)

2004-05 - Torino - 28 (1)

2005-11 - Chievo - 157 (9)

2011-13 - Palermo - 30 (2)

2013-14 → Bologna - 21 (0)

2014-15 - Palermo - 0 (0)

2015 - Perugia - 9 (0)

2015-16 - Vicenza - 17 (0)

2016-18 - Novara - 60 (0)

2018-19 - L.R. Vicenza - 22 (1)

dal 2019 - svincolato

Nazionale

2000-01 - Italia U-16-15 - 26 (1)

2001 - Italia U-17 - 1 (0)

2002 - Italia U-18 - 6 (0)

2001-03 - Italia U-19 - 12 (0)

2003-06 - Italia U-20 - 3 (0)

2004-07 - Italia U-21 - 16 (0)

-

Palmarès

Calciatore

Club

Competizioni nazionali

Serie B: 2   (Torino: 2004-05, Chievo: 2007-08)

Nazionale

 Europei di calcio Under-19: Oro, Liechtenstein 2003

-

Dati di mercato

Procuratore: ?????

Valore attuale: 150 mila € (aggiornato al 20/giu/2019)

Valore più alto: 3,80 mln € (al 30/giu/2010)

-