Volleymercato femminile - Sveva Parini, Sara Panetoni

Sveva Parini a Marsala - Sara Panetoni a Firenze
01.06.2020 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Sveva Parini, Sara Panetoni

1.

Ancora un annuncio nel parco atlete della Sigel Marsala che risulta essere molto attiva in queste ore. Ad aggiungersi, in ordine di tempo, alle recentissime riconferme di Caruso, Vaccaro e Soleti e alla ufficialità della Demichelis, è Sveva Parini in arrivo dalla Olimpia Teodora Ravenna (A2).

In Romagna alle dipendenze di coach Simone Bendandi, nella stagione passata, è andata a completare una batteria di posti-3 fortissima e ben assortita che annoverava i nomi di Ludovica Guidi e Alice Torcolacci. Parini, promettente centrale di 186 cm di altezza, è pronta a vivere il secondo anno di fila in seconda serie nazionale grazie alla chance che le offre il sodalizio lilybetano.

Classe 2001, come la futura compagna di reparto Sara Caruso, Sveva Parini ha tra i punti di forza di essere presente a muro e, nonostante sia una centrale, è sicura nel fondamentale della difesa. Di certo non nuova ad esperienze lontano da casa sua, quella di Marsala sarà sua la prima esperienza al Sud-Italia. Il tecnico Daris Amadio e la dirigenza azzurra puntano sull’entusiasmo della comasca di Albavilla e sulla sua preparazione tecnica che porta in dote.

A questo proposito fanno capolino le dichiarazioni del capo-allenatore Daris Amadio che  sulla giovane ci dice:

"Sveva è una atleta, a dispetto della giovane età (è una classe 2001), su cui si può fare affidamento in chiave immediata. Sono convinto che crescerà in maniera esponenziale nel rendimento di mese in mese a Marsala e questo potrà avvenire con la continuità del gioco e dell’impiego. Inoltre, è una giovane che si distingue per struttura fisica data anche e non solo dalla statura. Di lei so che è di grande disponibilità e che lavora con dedizione e con spirito di sacrificio“.

LA CARRIERA

Sveva Parini inizia vicino casa a muovere i primi passi in questo sport. La prima società a “scommettere” su lei è stata la C.S. Alba Volley del presidente Graziano Crimella, con la quale ha proprio “bruciato” le tappe. A soli 14 anni compiuti arrivano le prime convocazioni al Centro Federale Pavesi in qualche collegiale della Nazionale Italiana giovanile di volley e il debutto in B1 con la Tecnoteam. L’anno dopo, da tesserata della C.S. Alba Volley, invece la doppia convocazione ai raduni per allenamenti e stage per le selezioni Nazionali e Regionali (Trofeo delle Regioni rappresentando la Lombardia) della Nazionale Italiana Juniores. Poi tre anni, dal 2016 al 2019, all’Agil Volley Novara (il primo torneo lo disputa in B1, i restanti due in B2), diventandone col tempo capitano di questa formazione. Nell’estate 2018, da giocatrice azzurra di Novara, viene convocata su segnalazione del tecnico federale Massimo Bellano ad uno stage di allenamento e amichevoli della Nazionale Italiana Juniores. Nella terza e ultima annata, 2018/2019, con i colori azzurri a Novara da capitano raggiunge la promozione dalla B2 alla B1 ed è vicecampionessa d’Italia categoria U-18 (in finale affrontato il VolleyRò CdPazzi). A giugno 2019 il balzo in serie A. La chiamata è di un club blasonato che ha fatto la storia della pallavolo italiana ed europea come la Olimpia Teodora Ravenna che la ingaggia, spuntandola su altre sette società di serie A2 che avevano chiesto informazioni sul suo conto.

LE PAROLE DI SVEVA PARINI

"Sono estremamente felice dell’opportunità datami dai dirigenti di Marsala, ai quali va il mio grazie, di continuare il mio percorso in una squadra di serie A. Per me sarà la prima volta che andrò a giocare al Sud e questo rappresenta solamente che uno stimolo. Spero vivamente che la situazione di emergenza sanitaria in atto possa cessare il più presto possibile in modo da potere avviare questo importante anno. Sono contenta del progetto sportivo che mi è stato presentato e saprò dare il mio contributo. Non vedo l’ora di cominciare“.

-

2.

Il Bisonte Firenze si assicura le prestazioni di un altro fra i prospetti più interessanti della pallavolo giovanile italiana: alla corte di coach Marco Mencarelli arriva il libero classe 2000 Sara Panetoni, che nell’ultima stagione ha giocato in A2 con il Club Italia, e che proprio Mencarelli conosce molto bene, avendola allenata con la nazionale italiana under 18 e avendoci vinto insieme anche un mondiale di categoria.

La ventenne romagnola, che ha firmato un contratto biennale, si è già messa in mostra soprattutto in A2 con il Club Italia e con la Conad Ravenna, e al contempo ha ottenuto numerosi successi con le nazionali giovanili, compreso il titolo di miglior libero negli Europei Under 19 vinti nel 2018: per il suo secondo campionato di A1 (dopo quello disputato con il Club Italia nel 2018/19 da seconda di De Bortoli) ha scelto la maglia numero 9, e avrà l’opportunità di crescere e di mostrare le sue qualità accanto all’altro giovane libero de Il Bisonte, Maila Venturi.

LA CARRIERA

Sara Panetoni nasce il 6 maggio 2000 a Lugo, in Romagna, e muove i suoi primi passi nella Fulgur Bagnacavallo, per poi passare, nel 2014, alla Teodora Ravenna, con la quale debutta in B2 a soli 14 anni. A 16 passa all’altra squadra di Ravenna, l’Olimpia, giocando il suo primo campionato in B1 ed ottenendo una promozione che le permette, nella stagione successiva, di esordire in A2 nella Conad Ravenna, nata dalla fusione fra Olimpia e Teodora. Nel frattempo si guadagna le prime convocazioni nelle nazionali giovanili, mietendo subito successi con l’under 18 guidata da quello che sarà anche il suo coach a Firenze, Marco Mencarelli: nel 2017 vince l’oro al Festival olimpico della gioventù europea e si laurea campionessa del mondo alla rassegna iridata in Argentina, mentre nel 2018 conquista l’oro agli Europei Under 19 in Albania, prendendosi anche il premio di miglior libero della manifestazione. Al termine dell’estate si trasferisce al Club Italia, debuttando in A1 a 18 anni e rimanendo nella franchigia federale anche nella stagione successiva in A2: in mezzo, nel 2019, la medaglia d’argento con la nazionale under 20 ai mondiali di categoria, adesso invece il nuovo salto in A1, con la maglia de Il Bisonte Firenze.

LE PAROLE DI SARA PANETONI

“Sono molto entusiasta di cominciare questa nuova avventura e credo che Il Bisonte possa farmi crescere molto come giocatrice e come persona. Ho scelto Firenze perché me ne hanno sempre parlato bene, mi hanno presentato un progetto interessante e questo mi ha fatto scattare la molla. Mi aspetto un anno di crescita personale e di squadra: credo che il fatto di non conoscerci possa essere un punto di forza per lavorare con determinazione fin da subito, e un modo per creare il gruppo”.

-