Volleymercato femminile - Sara Tajè, Elena Bisio, Giada Civitico, Darja Erzen e Federica Busolini

Sara Tajè a Sassuolo - Elena Bisio a Trento - Giada Civitico a Sassuolo - Darja Erzen a Soverato - Federica Busolini a Sassuolo
31.07.2020 14:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Sara Tajè, Elena Bisio, Giada Civitico, Darja Erzen e Federica Busolini

1.

Secondo nome nuovo in casa Green Warriors Sassuolo: dopo Karola Dhimitriadhi, il cui nome è stato ufficializzato nei giorni scorsi, la Società neroverde è lieta di ufficializzare l’ingaggio di Sara Tajè, centrale classe 1998.

Novarese di 187 centimetri, Sara muove i primi passi nel mondo della pallavolo nel settore giovanile dell’Asystel Novara. A 14 anni, passa poi all’Igor Novara dove resta per quattro stagioni e nel corso delle stagioni è impegnata nei campionati giovanili di U16 ed U18 e nei campionati di Serie D (2012 – 2014), Serie C (2014 – 2015) e B1 (2015 – 2016). Prende parte al campionato di B1 anche nella stagione successiva e con la Monticelli Brescia arriva fino alle semifinali dei play off promozione.Nella stagione 2016 – 2017 fa comunque il suo esordio nel campionato di Serie A2, con la maglia di Caserta. L’anno successivo è impegnata sempre in A2 con Olbia, mentre nella scorsa stagione ha difeso i colori della Roana CBF HR Macerata.

Queste le prime parole di Sara Tajè in maglia neroverde:

“La chiamata di Sassuolo mi rende particolarmente felice: credo che per me possa essere un’ottima opportunità dopo la scorsa stagione chiusa anzitempo e con un po’ di amaro in bocca. A Sassuolo arriverò sicuramente con tanta voglia di riscatto”.

“Sassuolo è da qualche stagione in A2 – continua Sara – e già in occasione della finale di Coppa Italia contro Mondovì mi aveva fatto una bella impressione. Nei giorni scorsi ho avuto modo di parlare con Barbolini e anche in questo caso l’impressione è stata positiva: il progetto incentrato sulle giovani mi piace molto. Ho saputo che quest’anno sarò una delle più “vecchie”: è sicuramente un po’ strano perché ero sempre stata abituata ad essere una delle più giovani. Non mi sento però arrivata: ogni anno c’è sempre qualcosa da imparare e da migliorare quindi penso che questa sarà an  che un’occasione di crescita personale oltre che tecnica”.

-

2.

Sarà Elena Bisio a completare il roster della Delta Informatica Trentino 2020/2021.

Opposto classe 2000 di 183 centimetri, Elena è nata e cresciuta pallavolisticamente in Piemonte tra le file della Lilliput Torino, società nella quale ha esordito giovanissima in A2 a soli 15 anni. Dopo la trafila giovanile con la società torinese e due medaglie d’argento conquistate alle finali nazionali giovanili (U16 e U18), nella stagione 2018/2019 la Bisio è protagonista come opposto titolare nella cavalcata trionfale di Talmassons in serie B1, culminata con la promozione in A2 della formazione friulana, guidata in regia dall’ex gialloblù Berasi.

«È un onore poter giocare per questa società, perché tutti me ne hanno sempre parlato molto bene – spiega entusiasta Elena Bisio. Sono una ragazza giovane e ricevere un’offerta così importante da un top team della categoria come la Delta Informatica Trentino è certamente motivo di estremo orgoglio. Per una ragazza della mia età l’obiettivo principale deve essere quello della crescita, atletica ma anche personale e penso che, anche parlando al telefono con Bertini, la scelta di vestire la maglia gialloblù possa rivelarsi davvero indovinata. Giocherò in squadra con tante atlete fortissime, la mia pari ruolo Vittoria Piani su tutte, ed a lei cercherò di rubare quanti più segreti possibili. Dal punto di vista della squadra, il nostro obiettivo sarà quello di lavorare ogni giorno sodo in palestra: i risultati saranno una conseguenza del lavoro che svolgeremo durante la settimana»

Conclude infine la Bisio con un accenno alla città di Trento:

«Adoro il verde e la natura e penso che trascorrere una stagione a Trento sia la scelta giusta. La città l’ho visitata con la mia famiglia due anni fa, è tranquilla ed ordinata, penso ci siano tutti i presupposti per poter stare bene e, soprattutto, per concentrarsi sul lavoro in palestra».

La stagione della Delta Informatica Trentino, alla settima avventura consecutiva in serie A2, scatterà mercoledì 15 luglio con il tradizionale ritrovo presso il Ristorante Pizzeria Panorama – Lievito Madre di Calceranica al Lago, dove alle ore 10.30 si terrà una breve e informale presentazione, con i tradizionali discorsi di inizio anno dei vertici societari, dal presidente Roberto Postal al direttore sportivo Franco Tonetti, e con un momento dedicato alla stampa locale, che avrà così l’occasione di fotografare ed intervistare le nuove protagoniste della rosa gialloblù.

La rosa della Delta Informatica Trentino
Palleggiatrici: Cumino, Ricci
Opposti: Piani, Bisio
Laterali: Melli, D’Odorico, Trevisan, Marcone
Centrali: Fondriest, Furlan, Pizzolato
Libero: Moro

La scheda di Elena Bisio
Luogo di nascita: Novi Ligure (AL)
Data di nascita: 4 giugno 2000
Ruolo: opposto
Altezza: 183 cm

Carriera
2020/2021 Delta Informatica Trentino A2
2019/2020 CUS Torino Volley A2
2018/2019 Volley Talmassons (UD) B1
2017/2018 Lilliput Settimo Torinese (TO) B1
2015/2017 Lilliput Settimo Torinese (TO) B2 e A2

-

3.

Terzo nuovo arrivo in casa Green Warriors Sassuolo: nella prossima stagione vestirà infatti la maglia neroverde anche la giovanissima classe 2000 Giada Civitico .

Centrale milanese di 190 cm, Giada muove i primi passi nel mondo del volley nell’ambito del Consorzio Vero Volley ed in particolare nella Polisportiva Vedanese. A 14 anni passa poi al Volley Bergamo, dove resta per un paio di stagioni (2015 – 2017). Con Bergamo prende parte ai campionati di Serie D, B2 e B1 ed a quelli di Under 16 e Under 18. Nella stagione 2016 – 2017, Giada fa il suo esordio in Serie A1 con la maglia di Bergamo. Nella stagione 2017 – 2018, si sposta al Vero Volley Monza, con cui porta a termine il percorso nel mondo giovanile e prende parte al campionato di B2. Dopo la stagione a Monza, si sposta a Lecco (B1), mentre lo scorso hanno è stata nuovamente impegnata con il Volley Bergamo in Serie A1.

Giada Civitico commenta così il suo arrivo a Sassuolo, con cui prenderà parte nella prima volta in carriera al campionato di Serie A2: 

“Dopo un anno passato al fianco di giocatrici importanti e di grande esperienza come lo scorso a Bergamo, avevo voglia di giocare e poter tornare ad esprimermi sul campo, per trovare i miei punti di forza e lavorare sulle mie debolezze. Penso che Sassuolo possa essere per me un’ottima occasione, per lavorare su di me da un punto di vista tecnico e per confrontarmi con un campionato impegnativo come quello di Serie A2. Ho ovviamente apprezzato molto la filosofia incentrata sulle giovani e penso che questa stagione possa davvero essere l’occasione per vivere un campionato da protagonista”.

“Penso che la prossima possa essere per me anche una stagione di crescita personale, oltre che pallavolistica: per la prima volta nella mia carriera, mi allontanerò davvero da casa. Nelle scorse stagioni, ho fatto avanti ed indietro tra casa e le palestre, anche per via della scuola. L’anno scorso invece vivevo a Bergamo città ma da sola: la prossima sarà quindi la mia stagione di convivenza”.

“Io non vedo l’ora di tornare in palestra: siamo stare ferme tanto tempo e io non sono abituata - continua Giada -. Non vedo l’ora di tornare a provare quell’ adrenalina e quelle emozioni che solo il campo sa darti. A livello di squadra, spero si possa creare un bel gruppo, capace di divertirsi sul campo e di fare bene sul campo”.

-

4.

La voglia di portarla a Soverato da parte del Presidente Matozzo e della  dirigenza tutta era tanta, la trattativa non è stata semplice, ma alla fine l’opposto sloveno Darja Erzen, classe 1997 ha deciso di sposare la causa biancorossa.  

La giocatrice ha accettato con entusiasmo di venire a giocare in Italia; mancina, dotata ottima tecnica, opposto puro, che ha a sua disposizione mezzi fisici e tecnici che possono solo migliorare sotto la guida di coach Napolitano.

La scorsa stagione ha disputato il campionato greco con la maglia del Paok Salonicco ed ha debuttato in nazionale maggiore nel 2018 e ha disputato con la Slovenia guidata da coach Alessandro Chiappini, i Campionati Europei 2019. 

Non vede l’ora di iniziare la sua nuova avventura in Italia, come la stessa biancorossa ha dichiarato:

“Ho accettato con grande voglia di far bene la proposta del Soverato; per me venire a giocare in Italia è molto importante, perché la pallavolo è di alto livello. Spero di poter incontrare presto le mie nuove compagne di squadra, lo staff e, ovviamente, i tifosi. Faremo tutto il possibile per raggiungere i nostri obiettivi”.

-

5.

Quarto nome nuovo in casa Green Warriors Sassuolo, che si prepara ad accogliere un’altra giocatrice giovanissima: si tratta di Federica Busolini , centrale di 187 cm.

Classe ’99, Busolini si va quindi ad aggiungere alle centrali Civitico e Tajè, ufficializzate nei giorni scorsi e ritroverà a Sassuolo Karola Dhimitradhi, sua compagna di squadra e coinquilina la scorsa stagione a Martignacco. Romana, Federica è cresciuta nel vivaio capitolino: muove i primi passi nel mondo del volley all’All Volley e fa parte del CQT Roma e del CQR Lazio. Nel 2015 passa all’Ostia Volley Club, con cui porta a termine il al suo percorso giovanile. Parallelamente, prende parte anche ai campionati di Serie B2 e B1. Nella stagione 2018 – 2019, è promossa in prima squadra e con l’Acqua & Sapone Roma Volley Club prende parte al suo primo campionato di Serie A2. Nella scorsa stagione ha invece vestito la maglia della Libertas Martignacco, chiudendo la stagione con 125 punti messi a terra in 73 set disputati.

Nei giorni scorsi abbiamo raggiunto Federica Busolini telefonicamente e queste sono state le sue prime parole da giocatrice neroverde: 

“Ho scelto Sassuolo perché ho sentito parlare molto bene di coach Barbolini: ho apprezzato la sua chiamata e ho apprezzato il progetto sulle giovani che la Società ha deciso di intraprendere. Non è cosa scontata e non tutte le Società lo fanno: sono contenta di poter giocare con tante atlete giovani e più o meno della mia età, è una cosa che mi piace”.

“Nelle mie due passate stagioni in A2 – continua Federica – ho avuto modo di incontrare alcune volte Sassuolo e si è sempre dimostrata una squadra ostica, con cui può essere difficile giocare e questo secondo me è sintomo di un buon sistema di allenamento”.

In ultimo, un messaggio per i tifosi neroverdi: 

“Speriamo di poterci vedere presto in palestra, oppure a distanza se non si potrà subito venire al palasport. Ai nostri tifosi vorrei dire di credere in questo progetto perché è vero che le squadre giovani possono inizialmente partire svantaggiate ma penso che alla lunga possano poi regalare grandi soddisfazioni”.

-