Volleymercato femminile - Helena Havelkova, Beatrice Negretti, Liset Herrera Blanco, Loveth Omoruyi e Giulia Caserta

Helena Havelkova a Perugia - Beatrice Negretti a Monza - Liset Herrera Blanco a Busto Arsizio - Loveth Omoruyi a Conegliano - Giulia Caserta a Marsala
30.06.2020 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Helena Havelkova, Beatrice Negretti, Liset Herrera Blanco, Loveth Omoruyi e Giulia Caserta

1.

Dalla Repubblica Ceca passando dalla Russia arriva alla Bartoccini Fortinfissi Perugia Helena Havelkova , per la schiacciatrice di Liberec classe 1988 è un graditissimo ritorno in Italia dopo la parentesi con la Dinamo Mosca nelle due stagioni scorse.

La sua carriera nelle massime serie del mondo comincia nella sua città natale durante la stagione 2003/2004 con il VK TU Liberec, nell’anno successivo arriva la chiamata dello Slavia Praga dove rimane fino al 2007. L’esordio nel Campionato di A1 Femminile avviene nella stagione 2007/2008 con Sassuolo per poi fare in bis con la stagione 2008/2009, poi il passaggio a Busto Arsizio dal 2009 al 2012 per vincere i suoi primi titoli (Scudetto, Coppa Italia e 2 Coppe CEV). Con la stagione 2012/2013 approda per la prima volta in Russia dove gioca con la Dinamo Krasnodar e conquista la Challenge Cup, la stagione seguente si sposta in Turchia all’Eczacibasi per una stagione, nel 2014 torna in Italia nuovamente a Busto. La stagione 2015/2016 parla polacco, a chiamarla c’è il Chemik di Police, lì trova il titolo polacco ed anche una Coppa di Polonia, il viaggio verso est prosegue nel 2016/2017 all’ombra dei grattacieli di Shangai in forza al Nuzi Paiqui Dui, chiusa la parentesi in estremo oriente torna in Italia con Monza per la stagione 2017/2018, la sete di vittoria però la porta nuovamente in Russia con la Dinamo Mosca nel 2018 vincendo anche in questo caso titolo nazionale e Coppa di Russia, fino a permanere nella scorsa stagione interrotta poi per l’emergenza sanitaria.

La schiacciatrice inoltre è nel giro della propria nazionale sin dal 2007 dove concluse con il 9° posto al Campionato europeo.

Palmares

Club
Campionato italiano: 2011/2012
Coppa Italia: 2011/2012
Campionato polacco: 2015/2016
Coppa di Polonia: 2015/2016
Supercoppa Polacca: 2015
Coppa di Russia: 2018
Suoercoppa russa: 2018
Coppa CEV: (2) 2009/2010, 2011/2012
Challenge Cup: 2012/2013

Nazionale
European League: 2012 (1° Posto)

Premi individuali
European League: Miglior realizzatrice (2011), Miglior ricevitrice (2012)
Coppa Italia: MVP (2012)
Pallavolista ceca dell’anno: 2013
Champions League: Miglior schiacciatrice (2015)
 
Helena Havelkova parla di questa nuova esperienza partendo dalle motivazioni.

“Dopo due anni consecutivi in Russia ho avuto tanta voglia di tornare in Italia e la proposta della Bartoccini Fortinfissi Perugia è stata quella che mi ha convinto di più. Mi piace molto il progetto di squadra che ha in mente coach Bovari, ritroverò alcune ragazze che conosco e con cui ho già giocato, poi non vedo l’ora di conoscere tutto il resto della squadra e di cominciare tutte insieme”. 

Il fascino irresistibile dell’Italia.

“Ho girato quasi tutto il mondo, ma giro giro e trovo sempre l’Italia come il mio paese preferito, il livello del campionato poi è tra i più alti del mondo ci sono tante squadre competitive, questo mi piace molto. Ho seguito un po’ il campionato l’anno scorso, Perugia era la neopromossa ed ha dovuto fare esperienza, quest’anno ci sono tanti arrivi nuovi me compresa e magari potremmo aiutare a fare un passo più avanti per essere competitivi anche con le squadre che puntano più in alto. Personalmente vorrei divertirmi in campo e aiutare la mia squadra a giocare bene, ma non dipende soltanto da noi, vedremo quello che potremo fare e che succederà”.

-

2.

Beatrice Negretti è una giocatrice della Saugella Monza.

Il libero italiano ha sottoscritto un contratto di un anno con la Pro Victoria Pallavolo Monza. Rapida in difesa e precisa in ricezione, Negretti va ad inserirsi nel roster della prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley insieme ad Orro, sua compagna di squadra a Busto Arsizio nelle passate stagioni, Orthmann, Danesi, Heyrman, Parrocchiale, Meijners e Van Hecke. Al momento sono otto dunque le pedine della Saugella Monza che saranno a disposizione del tecnico Marco Gaspari.

CARRIERA IN BREVE

Beatrice Negretti cresce nel settore giovanile di Busto Arsizio, club che la porta in prima squadra nell’ottobre del 2015. Dal 2016 al 2018 veste la maglia delle bustocche in Serie A1 dando un contributo specialmente in ricezione e con velenosi turni al servizio. Nella stagione 2018-2019 approda a Roma, in Serie A2, con la Acqua&Sapone, per poi tornare nella stagione 2019-2020 tra le fila delle bustocche. A gennaio del 2020 si trasferisce alla Pallavolo Argentario Trento in Serie B1. Ora per Negretti è tempo di una nuova avventura, nuovamente in A1 femminile, con la casacca della Saugella Monza.

LE DICHIARAZIONI

“Non ho avuto dubbi sullo scegliere la Saugella Monza ed il Consorzio Vero Volley, visto che credo nei valori del progetto – ha dichiarato il libero della Saugella Monza, Beatrice Negretti -. Penso e spero che riusciremo a fare un bel lavoro tutti insieme. Il prossimo sarà un campionato particolare, vista la lunga pausa che tutte le società hanno vissuto complice l’emergenza per il Covid-19. Dal punto di vista personale darò il 100% in palestra per farmi trovare pronta e supportare le mie compagne facendo gruppo. Ho già giocato con Alessia Orro e non vedo l’ora di tornare in campo insieme a lei. Che squadra è la nostra? Giovane, con ambizioni e motivazioni. Ci impegneremo molto anche in allenamento, puntando a toglierci delle belle soddisfazioni sul campo”.

“Sono convinto che Beatrice ci darà una grossa mano – ha commentato il direttore sportivo della Saugella Monza, Claudio Bonati -. Ha caratteristiche di seconda linea importanti. La sua grinta e determinazione saranno importanti per il gruppo”.

LA SCHEDA

Beatrice Negretti
Nata a Como
Il 16 novembre 1999
Ruolo libero
Altezza 170 cm.

CARRIERA

2015-2016 Unendo Yamamay Busto Arsizio A1F
2016-2017 Unet Yamamay Busto Arsizio A1F
2017-2018 Unet E-Work Busto Arsizio A1F
2018-2019 Acqua&Sapone Roma Volley Club A2F
2019-2020 Unet E-Work Busto Arsizio A1F
2020 – 2021 SAUGELLA MONZA (ITA)
 

SAUGELLA MONZA 2020-2021

Marco Gaspari (allenatore), Alessia Orro (palleggiatrice), Hanna Orthmann (schiacciatrice), Anna Danesi (centrale), Laura Heyrman (centrale), Beatrice Parrocchiale (libero), Floortje Meijners (schiacciatrice), Lise Van Hecke (schiacciatrice), Beatrice Negretti (libero).

-

3.

Sarà una Unet e-work Busto Arsizio a tinte fortemente internazionali quella che si appresta a iniziare la stagione 2020/2021: oltre alle atlete italiane e alle già annunciate Poulter (USA), Gray (Canada), Escamilla (Spagna), oggi la società biancorossa ufficializza la prima giocatrice cubana della sua storia: Liset Herrera Blanco, centrale, classe 1998, nella scorsa stagione in campo nella Ligue A francese.

Giocatrice delle enormi potenzialità fisiche (192cm di pura energia e potenza), debutta in nazionale a soli 15 anni e dal 2017 gioca in Europa con la maglia del Voléro, prima a Zurigo e poi a Le Cannet dove, nell’ultima stagione, si mette in luce con continuità risultando tra le migliori atlete del suo ruolo.

Ora è pronta alla nuova sfida e si presenta così: 

“Mi sento molto felice, so di approdare in un grande team e, da quello che mi è stato detto, in una grande famiglia. E’ un onore per me giocare nella UYBA: era il mio sogno giocare in Italia dopo la buona esperienza al Volero, dove ho avuto coach capaci, che mi hanno aiutata tanto, e sempre ottime compagne: ho avuto l’opportunità di giocare tanto e di crescere, imparando a dare sempre tutta me stessa sul campo e a lottare sempre fino alla fine.

Conosco bene Busto Arsizio: ha tante giocatrici di esperienza, come le confermate Giulia Leonardi ed Alessia Gennari. Leggo che dovrebbe rimanere anche Francesca Piccinini e questo mi farebbe molto piacere: mi piace il suo modo di giocare e la sua energia. Ho sempre amato della UYBA la forza del gruppo e l’incredibile affetto dei suoi tifosi, ho seguito spesso le partite via streaming e quest’anno mi è piaciuta molta la partita che le farfalle hanno giocato con Perugia, vincendo per 3-1: una gara estremamente combattuta che ha messo in luce il carattere e la grinta di Busto Arsizio: mi ha molto colpita quel match.

Per la prossima stagione cercherò di portare tutta la mia energia, tutto il mio meglio, per aiutare il team e per crescere ancora come giocatrice. Mi sto preparando al meglio, studiando anche l’italiano su internet, voglio impararlo in fretta: non credo sarà troppo complicato perchè parlo già spagnolo, non è molto diverso. Per me giocare a Busto Arsizio è una grande opportunità e per questo voglio ringraziare la società del presidente Pirola: prometto di dare il meglio, per la UYBA e per i suoi tifosi che non vedo l’ora di conoscere”.

-

4.

Compirà 18 anni il 25 agosto (è classe 2002), schiacciatrice di 184 cm, un’altra “millennial” che va a inserirsi nell’organico del club Campione del Mondo dopo i tre anni passati al Club Italia Crai, due in A2 e uno in A1 nel 2018/19, ma già nell’orbita gialloblù visto il tesseramento con l’Imoco Volley Pool Piave San Donà dalla scorsa stagione.
Dopo tre anni al Centro Pavesi con le azzurrine e in precedenza gli inizi con la Pro Patria Milano da ragazzina, sarà il salto per la definitiva maturazione di una giovane giocatrice indicata dagli addetti ai lavori come il talento più importante del movimento nazionale tra le under 18. Punto fermo delle nazionali giovanili, Loveth Omoruyi ha vinto nel 2017 l’oro agli Europei Under 16 e nel 2018 una doppietta di medaglie con la conquista dell’argento dell’Europeo Under 17 a Sofia con il premio di miglior schiacciatrice e dell’oro Europeo Under 19 in Albania, titolare nonostante la giovane età. La scorsa estate ha conquistato l’argento sia al Mondiale Under 19 che al Mondiale Under 18 in Egitto con la palma di miglior schiacciatrice del torneo. L’estate scorsa ha anche giocato le Finali Nazionali U18 con l’imoco Volley Pool Piave San Donà.. Ecco le sue prime parole da Birmingham in Inghilterra, dove ha passato il lockdown con la famiglia, trasferitasi lì da due anni:

“Sono qui in Inghilterra da tre mesi, ho approfittato nel lockdown per raggiungere i miei qui visto che negli ultimi due anni li ho visti poco. Ho una sorella di un anno più grande e due fratelli più piccoli che giocano a calcio. Mia mamma da giovane in Nigeria faceva atletica, anche ad alto livello, mio papà ha giocato a calcio. Io ho iniziato a giocare a pallavolo da piccola a Lodi dove vivevamo, a sei anni, seguendo le orme di mia sorella. Ho anche provato con l’atletica dove me la cavavo, ma la pallavolo di piaceva di più e ho scelto questo sport che mi piace tantissimo. Ho fatto tanti anni a Lodi nella società locale, poi sono passata alla Pro Patria, prima dei tre anni al Club Italia. Dall’anno scorso sono stata tesserata dal Volley Pool Piave con cui ho giocato le Finali Nazionali Under 18 l’estate scorsa dove siamo arrivate terze. Adesso è arrivata la chiamata dell’Imoco per la prima squadra, un bel salto per me, ma quando mi ha telefonato Daniele Santarelli non ho avuto dubbi e ho preso questa decisione, adesso non vedo l’ora di iniziare la mia avventura nel volley che conta !”

- Compirai 18 anni ad agosto, con la scuola a che punto sei ?

“Ho finito il quarto anno di scuola superiore, frequento la Scuola di Relazioni Internazionali con indirizzo Marketing, voglio assolutamente finire e dovrò conciliare l’anno prossimo l’ultimo anno di scuola con l’impegno all’Imoco, ma sono tranquilla, ce la farò”.

- Cosa conosci del mondo dell’Imoco Volley ?

“Ho giocato già al Palaverde contro l’Imoco nella stagione 2018/19 con il Club Italia, non avrei mai pensato che dopo poco tempo avrei avuto la chanche di giocarci con la maglia delle Pantere, è un sogno che si avvera e un motivo di orgoglio e di stimolo per me. Spero nel mio piccolo di poter aiutare la squadra nelle tante competizioni che dovremo affrontare, ma soprattutto la grande emozione sarà allenarmi con le migliori giocatrici del mondo e con un gruppo di livello incredibile, davvero tanta roba se ci penso !
Avere la possibilità di essere allenata da uno staff di altissimo livello e di confrontarmi ogni giorno con campionesse come De Gennaro, Sylla, e tutte le altre sarà veramente uno stimolo a dare il massimo e una grande opportunità. Conosco bene Sarah Fahr con cui ho anche diviso la stanza per un anno al Club Italia, sono contenta di ritrovarla e inizieremo insieme la nostra esperienza con l’Imoco”.

- Hai un modello, una giocatrice a cui ti ispiri ?

“Non seguo tantissimo la pallavolo in tivù, e devo dire che più che dal punto di vista del modello tecnico, mi ispira molto Sylla dal punto di vista delle emozioni che trasmette in campo. Io ho un carattere molto introverso, e proprio per questo ammiro molto Miriam, mi piacerebbe affrontare il ruolo della giocatrice come fa lei ed avere il suo carattere estroverso”.

- Cosa sai già fare bene in campo e in cosa secondo te devi migliorare nel tuo sviluppo tecnico ?

“Mi piace molto attaccare, nei colpi d’attacco do certamente il meglio di me, ma negli ultimi anni con il Club Italia e nelle nazionali giovanili ho lavorato molto sulla ricezione e adesso mi sento abbastanza sicura anche lì. Ovvio che comunque devo e voglio migliorare un po’ in tutto il mio repertorio tecnico e penso che non ci sia posto migliore che Conegliano per farlo”.

- Programmi estivi ?

“Starò qui in Inghilterra a godermi ancora la mia famiglia, e sto attendendo la chiamata per iniziare a luglio l’attività con la mia nuova squadra, sto scalpitando perchè davvero non vedo l’ora di iniziare. Intanto sono però anche in ballo gli Europei Under 19 che dovrebbero essere a fine agosto in Croazia, ma non sono ancora confermati, quindi vedremo“.

-

5.

Si registra un nuovo ingresso nella squadra azzurra di Marsale rinnovata per 9/12 al suo interno. Entra a far parte del roster un ultimo elemento ad allestire l’organico. Ad essere più precisi trattasi di una centrale. La centrale in questione è la 21enne Giulia Caserta, nata a Torino, alta 185 cm e reduce dall’annata appena giunta ai titoli di coda con i colori di Itas Martignacco, formazione di serie A2 del Friuli-Venezia Giulia.

Caserta deve all’Unionvolley Pinerolo la trafila nelle giovanili e il salto in Prima Squadra. Complessivamente sette anni di militanza nella societá torinese che l’ha lanciata e che le ha consentito di calcare nella stagione sportiva 2018/2019 sotto la guida tecnica di coach Massimo Moglio il palcoscenico della serie A, categoria conquistata a suon di impegno e bravura nell’annata 2017/2018 di B1 Nazionale con la gioia della promozione. Con questo che si appresta a vivere a Marsala è finanche il terzo torneo di fila di A2 che la classe 1999 andrà a disputare.

Dopo i precedenti ingaggi di Ilaria Demichelis e Sara Colombano si va ad implementare, con il passaggio in azzurro di Caserta, il gruppetto torinese presente nel roster. Alla stessa stregua di diverse giovani che per la stagione agonistica di A 2020/2021 hanno sposato la causa della Sigel, Giulia è alla prima avventura pallavolistica al Sud-Italia e nel caso specifico nella nostra bella ma anche bistrattata Trinacria.

Il parere del capo allenatore Daris Amadio nei confronti della giovane sigellina neotesserata:

"Giulia due anni fa a Pinerolo nel suo primo campionato di serie A, da esordiente, si era messa in luce disputando una grande stagione e finanche ce la siamo trovata di fronte da avversaria nella post-season agli spareggi Salvezza. La passata stagione sempre nella categoria con l’Itas Martignacco si è rivelata cruciale per crescere ancora, tenendo bene a mente che parliamo di una classe ’99. Il suo innesto è in grado di dare una ottima quadratura delle centrali e, in un certo senso viste le caratteristiche di ognuna, completezza al reparto. Ho sentito già la giovane e nelle poche parole pronunciate mi è parsa estasiata nell’intraprendere l’esperienza siciliana”.

Le parole colme di entusiasmo di Giulia Caserta, ultimo colpo azzurro:

"In realtà sono molto felice di venire a giocare a Marsala. Quello che si è creato è un gruppo interamente giovane ma, a mio avviso, che ha le qualità e la forza per emergere e fare bene. Inoltre, sono molto contenta di potere trovare e lavorare affianco di Ilaria Demichelis, persona e sportiva che stimo. Con lei che è quasi una mia compaesana (i due nostri comuni di origine sono praticamente confinanti), ci conosciamo personalmente. Ho avuto modo di mettermi in contatto con l’allenatore Daris. Lui crede indubitabilmente nella crescita ciclica di tutte noi singolarmente nel corso del torneo. Punto a dare una mano alla mia nuova squadra“.

-