Volleymercato femminile - Adelina Ungureanu e Rosamaria Montibeller

Adelina Ungureanu a Busto Arsizio - Rosamaria Montibeller a Novara
11.05.2021 14:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
Volleymercato femminile - Adelina Ungureanu e Rosamaria Montibeller

1.

Adelina Ungureanu è ufficialmente una nuova giocatrice della Unet e-work Busto Arsizio.

L’atleta romena (nata il 29 luglio 2000 a Botosani) giocherà nel 2021/22 la sua terza stagione italiana dopo i primi due anni super positivi con la maglia della Bosca San Bernardo Cuneo. Ungureanu va a rafforzare il reparto schiacciatrici della UYBA e porterà tutte le sue qualità che i numeri del campionato ben dimostrano: Adelina ha realizzato 290 punti in 21 partite (media 13.8 a gara, 37% offensivo), ha realizzato 19 ace con la sua potente battuta al salto, ha ricevuto ben 443 palloni con una percentuale di perfezione più che buona (36.3%), è stata tra le primissime del ruolo a muro con 31 opposizioni vincenti.
Ungureanu (187 cm di altezza), ha esordito in terra natia nella Dinamo Bucarest nella stagione 2017-18 e ha centrato il secondo posto in campionato con la CSM Bucarest nella stagione seguente; fa parte della nazionale romena ed è stata recentemente nominata dalla CEV ambassador di Eurovolley 2021, i campionati europei di pallavolo che si svolgeranno in Serbia, Croazia, Bulgaria e Romania.

L’annuncio di Adelina Ungureanu è stato comunicato venerdì durante la terza puntata di UYBA Mystery Room, un programma inedito live ogni venerdì alle 13.30 su Instagram che ha visto partecipare, invitate a sorpresa sul momento, Jovana Stevanovic e Valentina Diouf (replica domani alle 12 su Facebook, sempre disponibili sui canali social UYBA anche le prime due puntate della serie, in cui erano intervenuti Helena Havelkova, Camilla Mingardi, Lucia Bosetti, Rossella Olivotto, Maurizio Colantoni e Giorgia Zannoni).

Queste le prime parole da farfalla di Adelina Ungureanu:

“Sono in ritiro con la mia nazionale per preparare i prossimi impegni internazionali, il primo dei quali sarà per noi la Golden League, e sono molto contenta per la mia prossima stagione a Busto Arsizio. E’ una società che seguo da tanto tempo, fatta di persone serie e che punta sempre sulle atlete giovani, facendole crescere moltissimo: ho scelto la UYBA anche per questo, perchè voglio migliorare ancora tanto la mia pallavolo e sono sicura che questo sarà l’ambiente giusto per farlo. So anche che alla e-work arena c’è una tifoseria molto calda e ho voglia di conoscerla, sperando naturalmente che il pubblico possa tornare presto nei palazzetti. Sarà la mia terza stagione in Italia: la prima non è stata semplice, per la lingua, l’adattamento, il livello di pallavolo che ho subito capito essere molto diverso rispetto a quello che avevo vissuto in passato.

Ringrazio Cuneo perchè lì sono maturata tanto, sia come pallavolista che come persona. Felicissima ora del mio passaggio a Busto Arsizio, che è una grande squadra: spero di potermi inserire bene in un gruppo che ho potuto apprezzare da avversaria la scorsa stagione e, con piacere, so essere stato confermato praticamente in blocco. Felice anche di ritrovare alla UYBA la mia amica Giorgia Zannoni. Non vedo l’ora di cominciare, ma per ora mi concentro sulla nazionale: all’orizzonte ci sono anche gli europei, che giocheremo in casa e per cui la CEV mi ha nominato ambassador; è stata per me una grande gratificazione e sono onorata di poter promuovere in prima persona questo grande evento“.

Con l’arrivo di Ungureanu salgono a 9 le giocatrici già confermate del roster 21/22 della UYBA: il nome dell’atleta romena si aggiunge a quelli di Stevanovic, Gray, Poulter, Mingardi, Bosetti, Olivotto, Zannoni ed Herrera Blanco.

-

2.

La Igor Gorgonzola Novara fa “13” annunciando un altro importante colpo di mercato, con la firma di Rosamaria Montibeller.

L’opposto verdeoro, reduce da una stagione a Casalmaggiore e attualmente impegnata con la nazionale brasiliana a Saquarema, in preparazione alla Volley Nations League, torna agli ordini di Stefano Lavarini, con cui ha già lavorato al Minas (Brasile), vincendo la Champions League sudamericana. Per lei un contratto annuale, con scadenza a giugno 2022.

Classe 1994 e nativa di Nova Trento da una famiglia di origini italiane, Rosamaria ha iniziato la carriera nel Sao Caetano (2011-2013), per poi passare al Campinas, al Pinheiros e poi al Minas, con cui ha giocato nel triennio 2015-2018. Protagonista con il Praia Clube nel 2018-2019, è poi arrivata in serie A1 dove ha disputato le ultime due stagioni con le maglie di Perugia e Casalmaggiore. Dal 2015 è anche protagonista con la maglia della nazionale seniores (dopo aver vissuto tutta la trafila delle selezioni giovanili, vincendo anche il campionato mondiale under23 del 2015, venendo premiata come miglior opposto) con cui ha vinto un campionato sudamericano (2017), un World Grand Prix (2017) e l’argento alla Grand Champions Cup (2017).

Il direttore generale Enrico Marchioni:

“Ci aspetta una stagione con tanti impegni ravvicinati e in cui puntiamo, come lo scorso anno, ad andare il più avanti possibile in ogni competizione.

Avremo bisogno dell’apporto di una rosa ampia e in questo senso, l’arrivo di Rosamaria arricchisce ulteriormente il nostro parco attaccanti, con un’atleta che garantisce esperienza, entusiasmo e grinta.

Avremo due giocatrici di altissimo livello praticamente in ogni ruolo e questo ci aiuterà anche a tenere un livello molto elevato negli allenamenti e di preparare al meglio ogni sfida, portando l’intero roster a crescere costantemente e a tenere alta l’asticella“.

Rosamaria Montibeller:

“Per me è un’occasione speciale, Novara è un club che seguo fin da giovanissima e per il quale ho sempre avuto una simpatia speciale e oggi sono felice e orgogliosa di entrarne a far parte. Vestirò la maglia di un grande club, che ha raggiunto tanti traguardi e vinto tanti trofei e alla cui storia spero di contribuire a mia volta.

L’idea di lavorare con Stefano Lavarini, dopo la bella esperienza fatta al Minas, e con tante compagne di livello internazionale, che ho conosciuto da avversarie con il club o con la nazionale, mi ha portata a scegliere Novara, così come la possibilità di realizzare quel sogno che avevo fin da quando ho scelto di proseguire la mia carriera lontano da casa: disputare la Champions League !

In Brasile ho tantissimi fan, la loro vicinanza mi aiuta a sentire il legame, che è profondo, con la mia terra e cerco di sfruttare i social network molto proprio per alimentare il mio rapporto con i tifosi, che mi danno un’energia e una carica importanti per raggiungere i miei obiettivi“.

-