Volley femminile - Le migliori italiane della 15^ giornata di A1: profumo di azzurro con Malinov, Bosetti e Pietrini grandi protagoniste

18.01.2022 13:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: oasport.it
Caterina Bosetti
Caterina Bosetti

Volley, le migliori italiane della 15^ giornata di A1

C’è tanto azzurro tra le migliori italiane della seconda giornata di ritorno, dove si torna a giocare su quasi tutti i campi. A partire da Malinov, fino ad arrivare a Bosetti e Pietrini, passando per Bonifacio e anche per qualche nome nuovo, anche potenziale come Omoruyi e Squarcini: sono loro le grandi protagoniste di questo turno che segna l’uscita (si spera) dall’ondata di contagi da Covid che ha caratterizzato il massimo torneo femminile.

SARA BONIFACIO: Gioca titolare al posto di Chirichella e non fa affatto rimpiangere l’azzurra con una grande prestazione a 360 gradi: 12 punti, 2 ace, 3 muri e l’83% in attacco. Non male come terza centrale…

CATERINA BOSETTI: Mette il sigillo nella vittoria di Novara a Casalmaggiore. Mette a segno 10 punti con 3 ace e il 41% in attacco ma soprattutto assicura un prezioso 70% in ricezione alla sua squadra.

ELENA PIETRINI: Decisiva a Bergamo con 19 punti all’attivo in 4 set: 44% in attacco, 48% di positività in ricezione, un muro e due ace. Sempre nel vivo dell’incontro.

OFELIA MALINOV: E’ in forma e non perde occasione per dimostrarlo. Gioca una bella partita riuscendo a innescare a turno tutte le attaccanti a disposizione e mette a segno anche 6 punti, bottino tutt’altro che scontato per un’alzatrice.

FEDERICA SQUARCINI: E’ sotto osservazione da un po’ da Mazzanti e anche nei trova sempre il modo di mettersi in luce. Spinge Cuneo al successo contro Trento con 20 punti all’attivo, 3 ace, 5 muri, il 63% in attacco,

VITTORIA PIANI: Nel punto portato a casa da Trento sul difficile campo di Cuneo c’è la firma ben visibile dell’opposto trentino che chiude il match con 22 punti all’attivo e il 43% di positività in attacco con 3 ace.

LOVETH OMORUYI: Gioca titolare e nello score mette per una volta il naso avanti rispetto a Paola Egonu chiudendo con 14 punti all’attivo con il 55% in attacco, 2 muri e un ottimo 59% in ricezione.

CAMILLA MINGARDI: Quando è on fire è difficile fermarla e infatti Vallefoglia non ci riesce. In tre set mette a segno ben 21 punti, tutti in attacco dove chiude con il 55% di positività. Inarrestabile.

Enrico Spada

-