Volley femminile - Le giovani italiane da seguire in A1 nel 2020-2021: che attesa per Omoruyi, Scarabottini il nome nuovo

26.06.2020 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport.it
Volley femminile - Le giovani italiane da seguire in A1 nel 2020-2021: che attesa per Omoruyi, Scarabottini il nome nuovo

L’Italia non sarà un paese per giovani ma quando si parla di pallavolo femminile il serbatoio delle babies nostrane è sempre piuttosto pieno e anche in vista della stagione 2020/2021 c’è un manipolo di ragazze nate a cavallo del 2000 (qualcuna anche dopo) pronta ad essere lanciata nella massima serie. Già nelle ultime stagioni si è assistito ad un utilizzo abbastanza diffuso delle ragazze italiane provenienti dal Club Italia ma non solo e per l’annata in arrivo ne è pronta una nuova “infornata” con una decina di atlete di grande prospettiva pronte ad affrontare l’impatto con la massima serie.

In particolare ne abbiamo scelte otto sulle quali puntare i fari in vista della prossima stagione in un’annata in cui non ci sarà la vetrina delle nazionali giovanili e dunque le ragazze dovranno puntare tutto o quasi su un campionato dove sarà difficile ritagliarsi anche solo un piccolo spazio nei vari sestetti titolari e l’obiettivo numero uno sarà quello di fare esperienza ma, visto l’andamento degli anni passati, mai dire mai.

LOVETH OMORUYI (CONEGLIANO): schiacciatrice, campionessa europea Under 19 Femminile ed ex giocatrice del Club Italia, cresciuta tra le fila della Pro Patria Volley Milano, ha scelto il palcoscenico più importante per il debutto nel mondo dei club: Conegliano. Un banco di prova durissimo, nel quale però, visti i tanti impegni della squadra di Santarelli, sarà possibile magari trovare qualche spazio tra Coppe Europee e campionato per fare le prime esperienze ad altissimo livello. Di lei tutti i tecnici parlano benissimo, sia fisicamente che tecnicamente.

ALESSIA POPULINI (NOVARA): schiacciatrice, classe 2000 e nativa di Brescia, rientra a Novara dove ha vissuto un triennio di grande escalation, compiendo tutta la trafila del settore giovanile (C, B2 e B1) fino ad assaporare anche l’emozione della prima squadra, partecipando alla Supercoppa vinta nel 2017, prima dell’esperienza al Club Italia.

AGNESE CECCONELLO (SCANDICCI): centrale, triestina, classe 1999, cresciuta nel Volleyrò Casal De’ Pazzi, affronta per la prima volta l’avventura in serie A1 dopo le esperienze in serie A2 tra Olbia, Baronissi e Roma. Non partirà titolare ma avrà sicuramente possibilità di mettersi in mostra in una delle squadre più forti del torneo.

FEDERICA SQUARCINI (MONZA): la centrale sarà una giocatrice della Saugella Monza anche per la stagione 2020-2021. Nata a Pontedera nel 2000, la giovane centrale è stata tra le protagoniste delle monzesi, soprattutto grazie al suo servizio (18 ace realizzati su 20 gare disputate, nona in classifica generale alla sua prima esperienza in Serie A1 femminile) e il prossimo anno reclamerà ancora più spazio.

GAIA GIOVANNINI (CUNEO): schiacciatrice bolognese, 182 centimetri di altezza, ha mosso i primi passi nella squadra del suo paese, San Giovanni in Persiceto, per passare poi all’Idea Bologna, dove milita fino alla chiamata della Moma Anderlini. Dopo due stagioni nelle fila della squadra modenese in Serie C e in Serie B2 nell’estate 2019 arriva il grande salto in Serie A2 con la maglia dell’Exacer Montale, che al momento dell’interruzione della stagione era impegnato nella Poule Salvezza. E’ alla prime esperienza in A1.

ANASTASIA SCARABOTTINI (PERUGIA): la più giovane di tutte, schiacciatrice, classe 2004, al primo anno in forza a Perugia, proveniente dal Marsciano, società con grande tradizione di campionati nazionali e al momento protagonista in serie C umbra. Da tifosa della Bartoccini a giocatrice di una delle squadre più attese della prossima stagione il passo è stato brevissimo.

TERRY ENWEONWU (FIRENZE): origini nigeriane, cugina di Paola Egonu, opposta plurivincente a livello giovanile, l’anno scorso ha esordito in A1 nelle file nientemeno che di Conegliano collezionando qualche apparizione sia in campionato che in Champions. A Firenze potrà misurarsi da titolare in una squadra che punta in alto.

SARA PANETONI (FIRENZE): ultimo prodotto del glorioso vivaio di Ravenna, libero, oro mondiale under 18 ed europeo under 19, arriva da due stagioni di Club Italia e approda a Firenze dove potrà esordire in serie A1 a meno di 20 anni.

Enrico Spada

-