Presentate a Roma le CEV Champions League Super Finals

21.04.2021 14:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallarivolley.com
© foto di dallarivolley.com
Presentate a Roma le CEV Champions League Super Finals

Il prestigioso Salone d’Onore del CONI ha ospitato lo scorso giovedì mattina la presentazione delle CEV Champions League Super Finals in programma a Verona sabato 1 maggio. All’atto conclusivo della più importante manifestazione per club del Vecchio Continente parteciperà la formazione tricolore femminile dell’Imoco Volley Conegliano se la vedrà con le turche del VakifBank Istanbul. Numerose le autorità politiche e sportive nazionali e internazionali intervenute all’appuntamento che di fatto anticipa di qualche giorno il ritorno in Italia della grande pallavolo internazionale.

Moderatrice della presentazione è stata la giornalista di Rai Sport Simona Rolandi che ha aperto ufficialmente i lavori dando la parola al Sottosegretario di Stato allo Sport Valentina Vezzali:

“Da donna di sport e da sottosegretaria è per me motivo di orgoglio essere qui alla presentazione di un grande evento come le Finals di Champions League. Il nostro Paese ha bisogno di sport, i giovani devono riprendere al più presto la pratica sportiva. La ripartenza passa attraverso le riaperture, ma anche attraverso un’azione congiunta che deve portare a recuperare più persone possibili alla pratica sportiva a cominciare dai più giovani che in questo anno di stop hanno subìto le peggiori conseguenze. La pallavolo da sempre in Italia fa breccia nei nostri giovani non solo attraverso i grandi campioni, ma anche perché svolge un grande ruolo nella scuola contribuendo alla formazione di tantissimi ragazzi. Ieri ho avuto modo di incontrare il presidente Manfredi – sottolinea il sottosegretario allo sport - con il quale ho discusso sui progetti di rilancio dello sport e della pallavolo nel post pandemia. Il Veneto ospiterà la finale, una regione con una grande tradizione sportiva. Un grande grazie poi al presidente della CEV Boricic per aver dato fiducia all’Italia nell’ospitare un grande evento sportivo come le Finals. Voglio fare – conclude Vezzali - un grosso in bocca al lupo a Conegliano".

In collegamento da Venezia è intervenuto poi il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia: “Il Veneto è la seconda regione italiana per numero di tesserati e praticanti della pallavolo. Il legame tra il nostro territorio e il volley è stato sempre molto forte. Sono felice che Verona possa ospitare un evento di così grande valore. Una delle formazioni finaliste, tra l’altro, è l’Imoco Volley Conegliano, la squadra della mia città che lavora da tantissimi anni per raggiungere grandi traguardi in Italia e nel mondo. Voglio ringraziare – conclude Zaia - il presidente Manfredi e quelli territoriali Maso e Bianchini per il grande lavoro che fanno quotidianamente sul nostro territorio.  Le Super Finals nel 2019 hanno avuto più di 50 Paesi collegati, Verona quest’anno si appresta quindi ad essere la vetrina di un grande evento sportivo e sono sicuro che faremo tutti un grande lavoro per regalare uno spettacolo di livello assoluto".

Il terzo intervento è stato del Presidente della CEV Aleksandar Boričić“Voglio innanzitutto ringraziare il CONI per l’ospitalità in questa prestigiosa sede. Ringrazio la FIPAV, Regione Veneto e la Città di Verona per l’impegno profuso nell’organizzare un evento così importante. Lo scorso anno a causa della pandemia non sono state disputate le Super Finals, quest’anno vogliamo che la pallavolo riparta e questo evento è un appuntamento fondamentale di una stagione internazionale che ci auguriamo possa essere lunga e ricca di soddisfazioni. Siamo orgogliosi di poter comunicare che abbiamo aumentato il montepremi dell’evento portandolo a 4,8 milioni di euro. Crediamo che l’aumento del prize money sia anche una forma di rispetto verso le tante società europee che partecipano alla competizione. Verona sta organizzando un evento che valorizza l’attività degli atleti in un periodo molto complicato per tutti, da parte mia vanno le congratulazioni alla FIPAV e a tutte le persone che con grande impegno stanno lavorando all’evento.  Sfortunatamente non ci sarà la possibilità di avere spettatori nel palazzetto – conclude Boričić - ma i 5 continenti saranno collegati per permettere a tutti coloro che lo vorranno di assistere ad un grande evento sportivo con in campo quattro tra le migliori squadre d’Europa”.

E' stata poi la volta del presidente del CONI Giovanni Malagò“Permettetemi di ringraziare tutta la famiglia della pallavolo oggi schierata al completo a livello internazionale e nazionale. Questo evento che si terrà a Verona ha un valore molto importante che simboleggia la voglia di ripartenza. E’ importante che gli organismi internazionali credano sempre nell'Italia e nelle sue capacità organizzative. È bastato un contatto a tre con il presidente Manfredi e il presidente Zaia per organizzare le Finals in un luogo che ha anche una valenza simbolica. I nostri mondi sono molto vicini e ci tengo a ricordare che a Verona ci sarà la cerimonia conclusiva delle Olimpiadi Invernali 2026 e non mi sembra una coincidenza banale. Già che ci sono – ha proseguito il numero 1 dello sport italiano – colgo l’occasione per ricordare che la pallavolo è l’unico sport che ha qualificato sia la squadra maschile sia quella femminile alle Olimpiadi di Tokyo con largo anticipo. Non possiamo poi dimenticare i ragazzi del beach volley; insomma andremo lì con grandi aspettative. A mio avviso è qualcosa di incredibile e sul quale riflettere”.

Così il presidente FIPAV Giuseppe Manfredi“Sono molto felice che tutti voi siate intervenuti oggi; potersi confrontare con un sottosegretario proveniente dal mondo sportivo come Vezzali è un grande vantaggio, ci si intende in pochi minuti. Le Super Finals di Verona sono un evento che abbiamo pianificato in davvero pochissimo tempo. Ieri, tra l'altro, abbiamo avuto un incontro e siamo rimasti colpiti di come conoscesse nel dettaglio le tematiche di cui abbiamo parlato. È stato davvero un colloquio costruttivo che ci ha lasciato sensazioni molto positive. Come FIPAV ci siamo e ci saremo in tutti quegli eventi che rappresenteranno un veicolo di promozione. Con il presidente Boričić abbiamo cominciato un percorso di proficua collaborazione con l’obiettivo di far crescere il movimento pallavolistico. La FIPAV, a detta di tutti, è tra le Federazioni più importanti nel panorama internazionale. Tra l'altro, in quattro anni, abbiamo vinto cinquanta medaglie fra settore giovanile e seniores. Abbiamo fatto un investimento di oltre 5 milioni di euro per sostenere le nostre società in questo difficilissimo momento e siamo pronti, come consiglio federale, a intervenire ancora, ma lo faremo in termini di ripartenza. Noi continueremo a batterci, insieme al presidente Malagò e Petrucci, per cercare di riaprire in sicurezza. Dal punto di vista organizzativo, poi, tutte le manifestazioni che abbiamo tenuto in Italia fino a ora sono state pianificate e concluse in totale sicurezza, ricevendo moltissimi elogi. Ringrazio, infine, i presidenti di Lega perché in questi mesi le società di serie A hanno tenuto viva la fiammella del nostro sport. Siamo molto orgogliosi della presenza delle nostre squadre alle SuperFinals. Grazie ancora vi aspetto tutti a Verona”.

Ultimo relatore è stato il sindaco della città scaligera Federico Sboarina, anche lui collegato in video conferenza: “Grazie a tutti coloro che hanno creduto in Verona per l'organizzazione delle Super Finals, manifestazione che rappresentano un grande orgoglio. La città è pronta anche se purtroppo non ci sarà il pubblico. Qui da noi la grande pallavolo è di casa e abbiamo tanti eventi in cantiere. Il nostro paese ha bisogno di sport e della sua ripartenza. Sono molto orgoglioso che la bellezza di Verona possa far da sfondo a questo grande evento internazionale”.

Successivamente il presidente della Lega Femminile Mauro Fabris: “Ringrazio tutti per aver scelto il nostro Paese per questo importante appuntamento. D’altra parte le capacità “tecnico-sportiva” del movimento pallavolistico italiano sono universalmente riconosciute sul campo. Le ultime competizioni europee hanno visto le squadre femminili italiane trionfare e spero che questo possa succedere anche il primo maggio. Quello che è successo quest’anno ha dell’eroico. Il fatto di riuscire a concludere i campionati nei quali ogni club ha sofferto moltissimo è qualcosa da non sottovalutare. Mi auguro che il Sottosegretario da donna di sport e ora esponente del governo possa aiutarci a trovare le soluzioni migliori”.

In platea erano inoltre presenti il Capo della Segreteria del Sottosegretario allo Sport Linda Elezi, il vice Presidente CEV Renato Arena e il Direttore Generale CEV Thorsten Endres, il General Manager di Trento Bruno Da Re e il co-presidente di Conegliano Piero Garbellotto. Naturalmente presenti il Segretario Generale FIPAV Alberto Rabiti, i vicepresidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi e il consigliere Davide Anzalone. Con loro i rappresentati territoriali FIPAV di Veneto, Lazio, Verona e Roma.  

-