L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 27/04

28.04.2021 12:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 27/04

Finale di stagione da giocare su due fronti per la Sambenedettese dopo che, come sottolinea TMW, Domenico Serafino ha mancato il versamento dei 25mila euro richiesti al Tribunale di Ascoli si è attivata la procedura che porterà la società verso il fallimento. Nelle prossime settimane, mentre la squadra di Paolo Montero si giocherà una bella fetta di futuro nei playoff promozione, i curatori fallimentari che verranno nominati dal Tribunale, prima dovranno ricostruire il passivo oggi esistente, e poi daranno il via all'asta per la cessione del titolo sportivo con l'obiettivo di far mantenere la categoria, sia essa Serie C o Serie B, alla società marchigiana.

Inizia a muoversi qualcosa attorno al cambio di proprietà del Potenza. Come evidenzia TMW da mesi oramai il presidente Salvatore Caiata ha palesato la propria volontà di fare un passo indietro e nella giornata di ieri, secondo quanto riporta la Gazzetta di Basilicata è arrivata la proposta del Gruppo SBM per l'acquisizione della società lucana. Nel weekend, poi, lo stesso Caiata incontrerà il gruppo di imprenditori locali che hanno manifestato la volontà di essere parte integrante del progetto sportivo legato al nome dello stesso presidente.

Bari in caduta libera e contestato duramente dalla tifoseria con un gesto macabro. Come riferisce bari.ilquotidianoitaliano.com dopo il 3-0 subito domenica dalla Turris, sui cancelli dello stadio San Nicola, è stato infatti esposto uno striscione una testa di maiale appesa. “Se non ci credete, questa fine farete”, la minaccia dei sostenitori biancorossi.

Frenata tra Tacopina e il Catania, in vista del closing. L'ex proprietario del Venezia ha fatto chiarezza tramite un comunicato rilasciato a TMW: 

“Molti giornalisti e tifosi mi hanno scritto chiedendomi di dare un segnale, dunque anche se avevo scelto il silenzio per permettere a SIGI di lavorare senza pressione, ora è mio compito ed è quasi mio dovere chiarire alcune informazioni non accurate che ho letto sugli organi di informazione, nel corso delle ultime settimane, a proposito del closing per l'acquisizione del Calcio Catania.  

Queste informazioni poco accurate alterano i fatti e confondono il lettore. La cronaca è ben diversa ed i passaggi effettivi della vicenda sono inconfutabili.  Dopo molti mesi di negoziazioni, abbiamo firmato il contratto preliminare nel gennaio 2021. La chiusura dell'accordo, come noto, era prevista per il 26 febbraio.  Ero pronto a chiudere in tale data e avevo dato prova di possedere i fondi necessari, come richiesto dal contratto; SIGI non era pronta ed in grado di procedere, in quella data, perché non possedeva i molti documenti richiesti, incluse le fondamentali certificazioni attestanti la riduzione del debito. 

Se ci sarà un closing, a questo punto, potrà verificarsi soltanto dopo la fine del campionato. Non essendo SIGI riuscita a soddisfare in tempo, nelle due circostanze citate, le clausole contrattuali sostanziali, ed essendo così tecnicamente impedita la chiusura, siamo infine costretti a recedere dal contratto firmato a gennaio. Sono ancora a disposizione e sto lavorando con SIGI ed i suoi rappresentanti, sto facendo tutto ciò che è in mio potere per fare in modo che l'accordo si firmi".

Sei gol, 5 assist, 5 rigori procurati e cinque cartellini rossi provocati. Numeri importanti per King Udoh, attaccante che si sta mettendo in grande mostra con la casacca dell'Olbia. Sul giocatore, secondo quanto raccolto da TuttoC.com, iniziano a esserci sondaggi di diverse società di categoria superiore. Ma di certo il club sardo non lo lascerà partite a cuor leggero, visto l'impatto del giocatore e il contratto in scadenza a giugno 2022. 

Dario Lo Cascio

-