L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 23/04

24.04.2021 11:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 23/04

La S.S. Arezzo comunica che il calciatore Alessio Cerci ha rescisso consensualmente il suo contratto che lo legava al Cavallino fino al 30 giugno 2023. 

Tempo di rinnovi in casa Virtus Verona col club rossoblu che annuncia di aver trovato l'accordo per la prosecuzione del rapporto col centrocampista Lorenzo Vaia Lonardi. Il classe '99 stamattina ha infatti firmato un contratto che lo legherà ai veneti fino al 2023.

Massimo Collina, commercialista della Sambenedettese, ha rassegnato ieri le sue dimissioni e lo ha fatto comunicandolo attraverso una nota ufficiale: 

"Ho rimesso il mio mandato di Responsabile Amministrativo della S.S. Sambenedettese Srl e di incaricato al contatto con gli interessati all’acquisto della società stessa. Avendo sostenuto il ricorso alla procedura prevista dall’art. 161 comma 6 della Legge Fallimentare (domanda di concordato prenotativo) con la convinzione professionale che le protezioni garantite dalla norma potevano far arrivare a conclusione almeno una delle trattative per la cessione della società a soggetti in grado di sanare la crisi e soddisfare l’intera platea di creditori, a distanza di una settimana posso solo constatare che gli interessati abbiano ritenuto opportuno defilarsi e che quindi non vi sono, a mio parere, altre strade da percorrere per la soluzione dello stato di crisi economico-finanziario della società.

Volendo l’Amministratore Unico, ancora convinto del buon esito del suo piano di ristrutturazione, insistere nell’utilizzo degli strumenti concessi dalle normative senza voler appieno considerare il parere e le volontà del "popolo rossoblù" ho sentito il dovere di rimettere l’incarico. A conclusione di questa esperienza di passione e lavoro voglio rivolgere un saluto a tutti coloro con cui ho collaborato nei sette anni trascorsi, e per farlo scelgo simbolicamente di lanciare un messaggio di incoraggiamento a tutti i protagonisti del Settore Giovanile, vere risorse della società, che più di tutti hanno sofferto non avendo potuto gioire nemmeno nei momenti di completa euforia collettiva della prima parte della corrente stagione".

La Guardia di Finanza di Catania ha emesso una nota relativa a Pietro Lo Monaco, ai tempi legale rappresentante del Catania, a seguito di una indagine finanziaria condotta sul club etneo: 

“Nell’ambito di attività di indagine coordinate da questa Procura della Repubblica, i Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, emesso dal Giudice per le indagini preliminari presso il locale Tribunale, nei confronti di Pietro LO MONACO sottoposto a indagini, in qualità di legale rappresentante pro tempore del CALCIO CATANIA spa, per omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto con riferimento all’anno 2018. Nel dettaglio, le indagini hanno tratto origine da una segnalazione pervenuta in data 13.03.2021 dalla locale Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate, con la quale da anni sono stati sottoscritti protocolli per rendere tempestivi flussi informativi in tema di reati tributari nell’ambito di un rapporto di proficua collaborazione istituzionale.

I successivi approfondimenti hanno consentito di accertare che LO MONACO, all’epoca dei fatti rappresentate legale del Calcio Catania, ha omesso di versare, per conto della predetta società sportiva, l’imposta relativa all’anno 2018 per un importo di 640 mila euro, integrando così il reato previsto e punito dall’art. 10-ter del d.lgs. n. 74 del 2000. A seguito delle indagini finanziarie svolte sui conti correnti del Calcio Catania e del predetto LO MONACO, è stata individuata la somma corrispondente al profitto del reato sottoposta a sequestro preventivo con provvedimento del Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Catania del 26.03.2021 adottato su richiesta di questo Ufficio”.

Dario Lo Cascio

-