Rassegna stampa - lavocedinovara.com: "Novara, che beffa: occasione persa con l’Asti"

Azzurri raggiunti sul pareggio a due minuti dal termine dopo un match controllato senza troppi grattacapi
20.09.2021 16:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: lavocedinovara.com
NOVARA FC - ASTI   1 - 1
NOVARA FC - ASTI 1 - 1
© foto di lavocedinovara.com

Un’occasione persa: l’esordio in campionato del Novara di Marchionni si può così sintetizzare, con il pareggio dell’Asti arrivato a due minuti appena dal 90esimo, quando oramai sembrava in archivio la seconda vittoria stagionale. Il tutto al termine di un match controllato senza brillare ma senza grattacapi, contro una formazione che ha tratto vantaggio nel finale della miglior condizione atletica (e non potrebbe essere diversamente) e anche di un ingresso non proprio impeccabile degli uomini dalla panchina del Novara.

Il primo tempo è di marca nettamente azzurra. Il predominio territoriale del Novara si concretizza in tre occasioni da gol, sventate dal portiere ospite in due occasioni. Poco prima del quarto d’ora, infatti, è una gran punizione di Tentoni a costringere Brustolin al grande intervento in corner. Pochi minuti dopo il fantasista azzurro (anche oggi tra i più in palla) libera invece al tiro Gonzalez dal limite (alto di poco), dopo un ottimo recupero offensivo. L’occasione più ghiotta, però, capita al 42′ sui piedi dell’attaccante albanese Vuthaj, alla prima da titolare: sulla sua girata Brustolin compie un mezzo miracolo, respingendo il pallone.

Si alza il ritmo nella ripresa, con il Novara che dopo un’uscita a vuoto di Brustolin non concretizzata, trova il vantaggio al 9′: cross da sinistra di Di Masi e girata impeccabile di Vuthaj in anticipo sul suo marcatore. Poi una mezz’ora buona di “lotta” in mezzo al campo, con il Novara che è andato spegnendosi nella seconda metà del parziale, complice la condizione fisica non ancora ottimale. Marchionni si affida alla panchina, ma l’ingresso dei subentrati non è dei più positivi e al 43′ l’Asti ne approfitta, sfruttando al meglio un “buco” centrale che libera Piana in area; l’attaccante ospite scavalca Raspa in uscita e poi insacca, regalando il pari ai suoi.

Giuseppe Maddaluno

-