Rassegna stampa - LA STAMPA: "Punto...a capo. La saggezza di Buzzegoli dà un aiuto ai più giovani del Novara calcio"

La rubrica di Renato Ambiel dopo la vittoria con la Carrarese 
23.02.2021 16:30 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lastampa.it
Daniele Buzzegoli
Daniele Buzzegoli

«Quel destro a girare, rientrando dalla sinistra, è il suo gol». Questo, dopo Pontedera, era il commento di un ex dirigente che di settore giovanile se ne intende. Allora, la palla del possibile pareggio era finita sulla traversa. A Carrara, invece, Marco Zunno, vent’anni il 5 maggio, ha ripetuto la sua magia. Questa volta con miglior fortuna siglando il suo primo gol da professionista. Il successo è venuto poi con il gol di Corsinelli difensore di 23 anni. La bella gioventù del Novara alla ribalta. Quella che proietta gli azzurri a metà strada fra paradiso e purgatorio. Ma per carità, non parliamo più di play (out o off che siano). Godiamoci il ritorno al successo in terra toscana. Poi si vedrà. D’altra parte il buon Banchieri l’ha sempre detto «noi viviamo alla giornata».

Certo, quando non si può fare diversamente. A tutti i livelli, s’intende. Ma accanto alla bella gioventù, sostenuta da Schiavi e Collodel, ormai titolari in mezzo al campo, piace sottolineare la prestazione di un protagonista diversamente giovane.

Il capitan Daniele Buzzegoli deve aver vissuto momenti di riflessione quando l’allenatore ha deciso di rivoluzionare il centrocampo. Con tanti elementi d’esperienza, a disposizione, ha preferito affidarsi ai giovani. «Buba» non s’è perso d’animo, figurarsi con il suo passato da vincente e la sua storia. Così, quando un ragazzo ha bisogno di tirare il fiato, perché rincorrere tutti e pressare alto è dispendioso, lui c’è. E cosa fa? Ritorna ragazzo dispensando saggezza calcistica. Facendo correre la palla più forte e meglio di quanto sanno fare i giovani che poi finiscono per esaurirsi.

È anche questa una bella immagine, e un esempio, di un Novara che, pur fra mille difficoltà, non solo in campo, s’intende, si sta ritrovando. Non potrà certo onorare i programmi velleitari che erano stati sbandierati ad’inizio stagione, ma si sta riconciliando con i suoi tifosi. E non è risultato da poco se si pensa allo scetticismo che ha fin qui accompagnato una stagione contraddittoria e sfortunata.

Renato Ambiel

-