Rassegna stampa - LA STAMPA: "Novara, calciatori a sudare sotto il sole aspettando novità dal ricorso al Coni"

La prima sgambata con un allenatore 'a tempo': “Ora pensiamo a lavorare”
21.07.2021 15:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: lastampa.it
Gli Azzurri
© foto di lastampa.it
Gli Azzurri

In apparenza a Novarello non sembra che il futuro della società sia appeso a un filo.

Scatta il ritiro e tutti i campi del Villaggio azzurro sono tirati a lucido. Anche negli anni bui post retrocessione è sempre stato così.

Notarlo quest’estate fa però un certo effetto perché il Novara calcio è a un bivio della sua storia. Settimana prossima al Collegio di garanzia del Coni non si sa cosa accadrà, dunque il club ha affidato la guida della squadra a un tecnico per ora «a tempo».

È Nunzio Zavettieri, che dal 2012 al 2014 aveva sfidato gli azzurri sulla panchina del Bari in Serie B prima come vice e poi allenatore.

«Ricordo quelle partite e ho sempre avuto una certa simpatia per il Novara - sorride -. Ho accettato di venire qui perché mi ha colpito l’entusiasmo della nuova società. Non sono un fiscalista, non entro nel merito del ricorso. Per me esiste solo il campo».

La prima giornata di lavoro scatta alle 9,30. Nel pomeriggio, una nuova seduta alle 17 con gruppi divisi tra le varie strutture del centro sportivo. Per tutta la settimana sono previsti due turni quotidiani di allenamento, senza amichevoli. I convocati sono 29, ma ieri in sei non hanno partecipato all’attività completa perché impegnati in lavori specifici, in recupero post Covid o in isolamento preventivo dopo contatti sospetti: sono Bellich, Niccolò e Tommaso Bianchi, Bove, Pagani e Tordini.

«Ai ragazzi ho chiesto solo di vivere questo periodo rispettando l’etica professionale - avverte Zavettieri -. In realtà non c’è stato alcun bisogno di insistere. Ho trovato un gruppo sano e solido, che ha reagito. Molti ragazzi li conosco bene per averli allenati in passato o affrontati da avversario. Nello spogliatoio c’è consapevolezza per quello che sta accadendo, ma allo stesso tempo voglia di correre e giocare. Queste giornate non vanno sprecate».

Neanche il tecnico intende farlo. Se per i giocatori la preparazione può comunque essere «un’opportunità - dice lui - vale lo stesso per l’allenatore. Perché la società non ha annunciato a chi intende affidare la panchina nel caso in cui il Collegio di garanzia del Coni ribalti il verdetto della Figc».

Il presidente Leonardo Pavanati ha anticipato che i membri dello staff rimarrebbero nel club, occupandosi di settore giovanile.

Al momento non c’è stato un accenno diretto all’eventuale sviluppo di un programma con Zavettieri, che vanta comunque più di 150 panchine tra i professionisti in Italia.

«In questi giorni darò tutto me stesso - promette lui -. Trascorsa la prima settimana e se le cose andranno come speriamo, potremo confrontarci sul futuro».

Filippo Massara

-