Rassegna stampa - LA STAMPA: "Al Collegio di garanzia del Coni oggi si decide il futuro del Novara calcio"

Verrà discusso il ricorso dopo l’esclusione dalla Serie C
26.07.2021 15:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: lastampa.it
Leonardo Pavanati
Leonardo Pavanati
© foto di lastampa.it

Al Collegio di garanzia del Coni si decide il destino del Novara. Oggi alle 16 a Roma è convocata l’udienza sul ricorso presentato dal club contro l’esclusione dalla Serie C decretata dal consiglio federale. L’appello è stato depositato anche dalle altre società respinte: Paganese, Casertana, Carpi, Sambenedettese e in B il Chievo. Tutti i dibattimenti sono in programma nel pomeriggio, come anche quello della Cavese sui criteri di ripescaggio. Si annunciano confronti rapidi, per cui il Collegio baserà i propri giudizi soprattutto sulla documentazione inviata nei giorni scorsi dalle parti.

Il Novara è difeso dall’avvocato Cesare Di Cintio. Al club azzurro vengono contestate presunte irregolarità nel versamento di contributi Inps e ritenute Irpef da parte di soggetti terzi. La società replica affermando di avere proceduto per surrogazione tramite aziende nell’orbita del presidente Leonardo Pavanati, e che tutti i pagamenti sono stati certificati dall’Agenzia delle entrate. Le sentenze sono attese stasera o al limite domani mattina, perché alle 11 è fissato il consiglio federale che annuncerà le eventuali ripescate. Se il Collegio di garanzia ordinerà la riammissione del Novara, la squadra sarà iscritta alla C. Altrimenti si apriranno nuovi scenari. La proprietà potrà inviare al Tar una richiesta di sospensiva della delibera che boccia la domanda di iscrizione. Negli ultimi anni però solo la Paganese nel 2016 ottenne la riammissione tramite una procedura d’urgenza al tribunale amministrativo.

Per salvare almeno la partecipazione alla serie D servirebbe l’intervento del sindaco Alessandro Canelli, che potrebbe chiedere l’iscrizione ai dilettanti in sovrannumero e aprire una manifestazione d’interesse tra imprenditori locali interessati all’acquisto. In questi giorni Canelli ha sondato il terreno e durante i contatti sarebbe emersa una certa apertura.

Filippo Massara

-