Rassegna stampa - LA STAMPA: "Il sindaco Canelli aspetta la risposta della Figc: “Mi sostengono sponsor ed esperti veri”"

Inviato la lettera con la manifestazione d’interesse al presidente Gravina e a Cosimo Sibilia della Lega nazionale dilettanti
28.07.2021 16:00 di Roberto Krengli Twitter:    vedi letture
Fonte: lastampa.it
Gli Azzurri
Gli Azzurri
© foto di lastampa.it

L’appello del sindaco per salvare il calcio a Novara, non è caduto nel vuoto.

Già ieri mattina Alessandro Canelli ha inviato la lettera con la manifestazione d’interesse al presidente della Figc Gabriele Gravina e a Cosimo Sibilia della Lega nazionale dilettanti.

«Per non disperdere il patrimonio sportivo calcistico di una società storica che rappresenta la città chiediamo l’iscrizione in sovrannumero al campionato di serie D per un nuova società che va costituendosi».

È il primo passaggio formale. Seguirà una ricerca diretta dei soci o un avviso esplorativo per la costituzione della nuova società.

«Opterò per la seconda ipotesi - dice il sindaco -. Questo dopo la risposta della Federazione, attesa nell’arco di pochi giorni».

Intanto però il Novara calcio, bocciato anche dal Coni, non si rassegna e ha deciso di ricorrere al Tar.

«Sono stato informato da Pavanati che vorrà parlarmi. La nostra iniziativa, per portarci avanti, è chiaramente legata agli esiti del Tar. Lo specifichiamo anche nel bando. Se il Tar darà ragione al Novara rimettendolo in corsa, è chiaro che non potremo pensare all’iscrizione di una seconda squadra in sovrannumero. I soci della nuova società decideranno poi cosa fare».

Ieri Canelli ha incontrato alcuni soggetti interessati a questa soluzione alternativa. Fra questi, il manager del settore ambientale Daniele Barbone ha un ruolo di coordinamento.

«Ma non è il solo - precisa Canelli - esiste una rete di soggetti fra i quali alcuni anche molto qualificati per le esperienze pregresse. Barbone coordina questa iniziativa avvalendosi di competenze anche ad alti livelli. Poi parteciperà al bando confrontandosi eventualmente con altre iniziative».

Lo stesso sindaco, per quest’operazione che esula dai suoi compiti strettamente amministrativi, sta consultando esperti del settore come ad esempio Pasquale Sensibile, il direttore sportivo della doppia promozione con Tesser. Sensibile che oggi collabora con il procuratore Pastorello, non avrà un ruolo nella futura società «ma è persona competente di cui mi fido che lavora nel mondo del calcio e può darci utili consigli».

Così come per i rapporti con la Federazione può tornare utile l’esperienza del commercialista Carlo Accornero già presidente del Novara calcio e consigliere della Figc.

- Quale ruolo sosterranno gli imprenditori novaresi ?

«Non si occuperanno di aspetti gestionali ma hanno garantito un impegno, anche sostanzioso, di sostegno al progetto sotto forma di sponsorizzazione».

Il sindaco sta incontrando diversi soggetti delle società dilettantistiche. Vuol ripristinare rapporti di stretta collaborazione, in particolare per il settore giovanile, sul modello del Sestante novarese. Spinto anche dalla necessità di riallacciare una serie di rapporti con la città che negli ultimi tempi si sono persi.

Renato Ambiel

-