Rassegna stampa - LA STAMPA: "Il Novara è pronto a tornare in ritiro in Valle d’Aosta dopo sei stagioni: forse a Chatillon"

30.07.2020 09:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lastampa.it
Chatillon
© foto di lovevda.it
Chatillon

Sarebbe un ritorno in Valle d’Aosta dopo sei anni filati a Novarello.

In vista del prossimo ritiro estivo, il Novara calcio valuta di prenotare un soggiorno a Chatillon.

Al club attendono una risposta dall’hotel contattato per chiedere la disponibilità necessaria di camere dal 24 al 30 agosto.

La settimana ai piedi del Cervino potrebbe spezzare il lungo periodo di allenamenti programmato al Villaggio azzurro.

Il ritiro partirà il 18 agosto - si attende l’ufficialità - con le visite mediche dei giocatori all’istituto clinico di Verano Brianza, che fa capo al Policlinico di Monza ed è la classica sede dei test prestagionali.

Nei primi giorni di ripresa i calciatori lavoreranno a Novarello, anche se resta da risolvere il grosso punto interrogativo sull’applicazione del protocollo sanitario anti Covid.

Il presidente federale Gabriele Gravina lo ha definito «inapplicabile» per la prossima stagione. Il riferimento è soprattutto alla regola dei tamponi da svolgere ogni quattro giorni per ciascun componente del gruppo squadra.

Anche il dg azzurro Roberto Nespoli ha auspicato chiarezza nelle norme e decisioni condivise, da prendere al più presto per organizzare l’attività.

Con il trasferimento a Chatillon, il Novara tornerebbe nel paese che ospitò parte delle sue preparazioni nel 2011 in serie A e nel 2012 in B.

Anche Juventus e Torino si alternarono negli anni scorsi su quei campi.

L’ultimo ritiro estivo del club azzurro in montagna risale invece al 2013 a Morgex.

Da allora la società ha sempre preferito puntare solo su Novarello.

Organizzando la trasferta, gli Azzurri avrebbero poi l’opportunità di completare la preparazione a casa per puntare il 27 settembre con il via del campionato.

Filippo Massara

-