Rassegna stampa - LA STAMPA: "Dalle speranze iniziali, agli ultimi mesi difficili: il pazzo 2020 del Novara calcio"

04.01.2021 09:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lastampa.it
Rassegna stampa - LA STAMPA: "Dalle speranze iniziali, agli ultimi mesi difficili: il pazzo 2020 del Novara calcio"

Senza mezze misure, il 2020 del Novara calcio: dall’euforia per la corsa alla Serie B, all’incubo di dover lottare per non precipitare nei dilettanti.

Non è la prima volta che la società viaggia sulle montagne russe. L’anno appena concluso è stato un concentrato di gioie e paure. A febbraio gli azzurri sono settimi in classifica quando il campionato di serie C si ferma per l’emergenza Covid. L’80% delle quote del club è appena stato ceduto dalla famiglia De Salvo ai Rullo. La nuova proprietà annuncia di voler puntare al ritorno in serie B, ma il Monza di Berlusconi è inavvicinabile. La lotteria playoff e ancora di più la stagione successiva possono quindi rivelarsi un trampolino di lancio ideale. L’incertezza sulla ripresa però è totale.

Il rischio è che le posizioni vengano congelate senza autorizzare il ritorno in campo. Lo stesso Maurizio Rullo viene colpito dal virus in maniera molto grave: ricoverato il 4 marzo, viene dimesso dopo 41 giorni trascorsi anche in terapia intensiva. Proprio il Novara è comunque una delle società che spingono per la ripresa e offre il proprio centro sportivo come sede degli spareggi. La maggior parte dei club riuniti nell’assemblea di Lega pro vota in realtà lo stop, ma il consiglio federale boccia la decisione. Si giocano allora i playoff: il Novara supera il primo turno grazie allo 0-0 contro l’Albinoleffe e passa a tavolino il secondo per la rinuncia del Pontedera. Elimina fuori casa 2-1 il Renate e con lo stesso punteggio fa fuori anche il Carpi. Il 17 luglio in semifinale viene estromesso dalla Reggiana, sempre per 2-1, con un palo colpito nel finale da Cesare Pogliano che ancora oggi non fa dormire mister Simone Banchieri.

Al ritorno dalla trasferta nella notte, un gruppo di tifosi attende la squadra a Novarello per celebrarne il grande percorso. L’assalto alla serie B riparte ad agosto con maggiore consapevolezza e la promessa di allestire una rosa ancora più competitiva. Gli arrivi di Panico, Firenze, Lanini e Migliorini sono sulla carta un biglietto da visita promettente. Dopo una partenza più che discreta, con 4 vittorie e 2 sconfitte, il Novara si smarrisce. Tra incertezze societarie, allenatore subito messo in bilico dalla proprietà e giocatori che non rendono come si pensava, gli azzurri cedono campo e punti. Michele Marcolini, subentrato in panchina il 2 novembre dopo l’8ª giornata, fa molto peggio di Banchieri. Resiste appena 43 giorni (4 pareggi e 3 sconfitte) prima di essere esonerato per far posto al tecnico richiamato. Nelle due gare che hanno chiuso l’anno non è però arrivata la vittoria, che manca ormai dai 11 giornate.

Filippo Massara

-