Top & Flop di Pergolettese-Novara

15.12.2020 15:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Top & Flop di Pergolettese-Novara

La Pergolettese tra le mura di un “Voltini” sul quale si poggia una fitta nebbia per tutta la gara, porta a casa tre punti di vitale importanza grazie al successo per 2-0 ai danni del Novara.

Continua la serie negativa dei piemontesi, feriti dalle marcature, entrambe al volo, di Villa prima e Varas poi.

Prima frazione avara e priva di acuti offensivi da parte delle due squadre. Difatti, dopo un’occasione per parte, entrambe annoverate nei primi 120’ secondi del match, in campo è regnato l’equilibrio più assoluto. Il primo pallone gestito dalla Pergolettese ha visto Andreoli raccogliere un cross da sinistra e calciarlo in rete, trovando l’intervento centrale di Lanni. Ribaltamento di fronte che invece ha visto Hrkac andare vicino al gol dopo una sua conclusione deviata da Bakayoko. Per il resto si annovera una conclusione di Natalucci, anch’essa deviata da Bakayoko, che al quarto d’ora ha chiamato all’intervento plastico Ghidotti, e nulla più. Gara oltretutto molto spezzettata e con un pizzico in più di agonismo, che ha visto addirittura ben tre calciatori finire sul taccuino dei cattivi.

Secondo tempo che caratterizza il finale della gara, con una Pergolettese che approfitta delle forze fresche e di un calo fisico del Novara, portando a casa i tre punti. Il gol del vantaggio arriva dai piedi di Villa, il qaule raccoglie un cross allontanato dalla difesa avversaria e calcia al volo in direzione secondo palo trovando la prima marcatura della gara. Poco più tardi dopo la consueta girandola dei cambi arriva anche il gol di Varas, centrocampista dei padroni di casa che approfitta di un buco della difesa avversaria e che insacca con il piattone alle spalle di Lanni. Nel finale la Pergolettese prima sbaglia un calcio di rigore con Bortoluz, poi rischia di far riaprire il discorso al Novara, con i piemontesi che vedono una conclusione di Gonzalez imbattersi sul palo.

TOP

Bakayoko (Pergolettese): il perno difensivo riesce a trattenere le sortite offensive avversarie e aiuta la squadra a non subire il gol, fattore non di poco conto se si considera che i gialloblù risultano essere la seconda peggior difesa del girone. Ottimo periodo di forma per lui che da due domeniche a questa parte ha influito in positivo ! NEVRALGICO

Natalucci (Novara): propositivo e spina pungente di un Novara stanco e in ombra. Brilla in mezzo a tante stelle spente o poco luminose, grazie a delle ottime incursioni e discese sulla catena di destra, inoltre nel primo tempo richiama Ghidotti a un intervento miracoloso in seguito a una sua conclusione da fuori area. LUCIDO

FLOP

Bariti (Pergolettese): il tecnico lo lancia dal primo minuto ma lui non riesce quasi mai a fare la differenza sull’out di destra, se non per un paio di scambi avvenuti sullo stesso lato con Candela. Date le due doti offensive dovrebbe fare la differenza su quel fronte, bensì non riesce. Viene sostituito a mezz’ora dal termine. SUPERFICIALE

Panico (Novara): l’attaccante ex Cittadella dovrebbe fare la differenza e risultare il più pericoloso. Spesso si avventa sulla sfera di gioco e va incontro ai compagni, senza però riuscir mai ad affondare il colpo. Inoltre in un paio di ripartenze veloci non riesce a far male, bensì perde il pallone al ridosso dell’area o sbaglia l’ultimo passaggio. IN OMBRA

Simone Cataldo

-