INTERVISTA TC - Nespoli, Dg Novara: "Obiettivo playoff. Cessione ? C'è l'offerta"

16.04.2021 16:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Roberto Nespoli
Roberto Nespoli

Una stagione particolare per il Novara, partita come ben altre ambizioni ed un periodo di flessione importante tra la fine del 2020 e l'inizio del 2021.

Adesso la ripresa, i playoff a portata di mano ed un futuro tutto da scrivere.

A tal proposito, ai microfoni di TuttoC.com, è intervenuto il direttore generale del club piemontese Roberto Nespoli.

- Direttore l'obiettivo adesso sono i playoff ?

"Certo, questo l'obiettivo. Dobbiamo assolutamente prima conquistarli, abbiamo una gara contro una squadra che metterà tutto quello per evitare una retrocessione senza playout come la Pistoiese mentre nelle ultime due una diretta concorrente come l'Olbia e poi l'Alessandria. Una volta arrivati ai playoff è vero che tutto può succedere, se qualcuno potesse scegliere sicuramente ci vorrebbe evitare. Visto come eravamo messi a dicembre e gennaio è già uno scenario completamente diverso". 

- Sei punti dalla quintultima alla decima, si aspettava un campionato così equilibrato ed una classifica così corta ?

"Che fosse un campionato equilibrato me lo aspettavo soprattutto nella parte alta, che ci fosse una classifica così corta invece no. Nel nostro girone forse si raggiungerà il record di punti fatti dalla quintultima anche perché chi sta sopra ha fatto meno punti del previsto".

- Banchieri, Marcolini e di nuovo Banchieri. Due cambi in panchina, un campagna acquisti importanti in estate. Ci si aspettava qualcosa in più da questo Novara ?

"Indubbiamente, non equivale a dire che mi aspettavo di vincere il campionato ma sicuramente rimanere stabilmente in zona playoff. Durante la stagione abbiamo capito che qualche scelta fatta non era funzionale al tipo di squadra e alla categoria. Le aspettative erano quelle di non uscire dalle prime dieci, c'è stato un momento dove ci siamo trovati nelle ultime cinque posizioni di classifiche. Mi aspettavo di essere una posizione diversa sicuramente, comunque siamo felici da gennaio in poi per risultati e prestazioni".

- Quanto sono importanti per il Novara i nuovi talenti come per esempio Zunno ?

"Per questa società l'importanza del settore giovanile è essenziale soprattutto in Lega Pro. Un settore giovanile performante ti consente di mettere in mostra giocatori che poi possano supportare la società come per esempio Montipò, Bruno Fernandes, Barbieri, Vicari e non solo. Adesso diventa ancora più essenziale con uno scenario del genere, il calcio vive perché c'è l'azienda calcio che lo fa vivere.

Società di calcio che si autosostengono sono difficili da trovare anche in Serie A. In questo momento vediamo Zunno saldamente in prima squadra ma abbiamo anche altri giovani come per esempio Tordini che ha esordito. Non dimentichiamo che noi in rosa abbiamo Bellich, Bove, Collodel e Schiavi che sono cresciuti nel nostro settore giovanile. Lo spirito di questa società è stato sempre quello di valorizzare i propri calciatori".

- Tante voci riguardo la cessione della società, queste voci possono anche disturbare la squadra ?

"A prescindere dalle dichiarazioni di facciata, è normale che le voci possano incidere nella testa di un calciatore. La squadra e lo staff tecnico sono stati bravi a non farsi condizionare. C'è un soggetto che ha avanzato un'offerta d'acquisto che sarà valutata dagli organi competenti".

Antonino Sergi

-