Hockey Pista - Diciotto anni fa l’ultimo scudetto dell’Hockey Novara

Il 18 maggio del 2002 il titolo numero 32 del glorioso club azzurro, destinato da lì a poco a un lungo calvario e alla scomparsa, il record di Scudetti è stato eguagliato solo nel 2005 dalla Juventus
19.05.2020 08:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lavocedinovara.com
Hockey Pista - Diciotto anni fa l’ultimo scudetto dell’Hockey Novara

Sono passati 18 anni dall’ultimo grande acuto dell’Hockey Novara, la più gloriosa e vincente società sportiva cittadina e, per oltre un decennio, anche d’Italia.

Fondato nel 1924 (come Vittoria Hockey Club), l’Hockey Novara ha rappresentato per oltre sette decenni la punta di diamante dello sport cittadino, dal primo titolo nazionale datato 1930 fino all’ultimo, conquistato il 18 maggio 2002. Sono stati 58 in totale (con anche 20 Coppe Italia, 3 Coppe di Lega e, in Europa, 3 Coppe Cers) i titoli conquistati dagli azzurri negli anni, prima della retrocessione forzata (dovuta al mancato svolgimento della regolare attività giovanile) del 2009 e alla conseguente chiusura delle attività.

Tantissimi, negli anni, i campioni italiani e stranieri che hanno calcato le piste da hockey cittadine, con la ferita ancora oggi aperta del dramma di Stefano Dal Lago, morto per un malore sulla pista del palasport oggi a lui dedicato in viale Kennedy nel 1988, a soli 24 anni. Indimenticabile il seguito ottenuto negli anni per quella che, fino al 2002, è stata con ogni probabilità la prima squadra cittadina per seguito, arrivando a superare per tifo e presenza addirittura il Novara Calcio.

Curioso che l’ultimo trionfo del club sia arrivato nel momento d’oro dello sport cittadino, quando l’Agil si godeva la sua prima (ma dall’esito negativo) finale Scudetto da neopromossa in serie A1 di volley, la Cimberio Borgomanero faceva sognare il popolo della palla a spicchi lottando per una clamorosa promozione in A1 di basket e, ancora, il Novara Calcio dava segni di risveglio dopo annate travagliate, preparandosi al ritorno in C1 arrivato dodici mesi più tardi. Poi, la cessione della società dal presidente dei trionfi, Ubezio, a Massimo Rapetto lasciato solo negli anni tanto dal mondo dell’imprenditoria quanto da buona parte del tifo, complice anche l’inizio di una crisi di popolarità dell’hockey a rotelle dopo gli anni del “boom”. Nel 2009, come detto, la fine del sogno azzurro.

Nel decennio successivo ci sono stati diversi tentativi di “rinascita”, sebbene nessuno sia riuscito a restituire al movimento novarese i fasti degli anni d’oro, quando ci fu anche l’exploit delle tre società cittadine impegnate in contemporanea in serie A (oltre all’Hockey Novara anche il Roller Novara e la Rotellistica). Il club, intanto, non è mai fallito: semmai, si potrebbe dire che è ibernato, in attesa di un progetto sportivo che possa rimettere i pattini ai piedi degli azzurri.

Giuseppe Maddaluno

-