Cesena, Benedettini: "Dalla C a Wembley: pensare stavo per smettere"

07.04.2021 18:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Elia Benedettini
© foto di tuttoc.com
Elia Benedettini

Elia Benedettini, portiere del Cesena e della Nazionale di San Marino, a Gianlucadimarzio.com ha raccontato la sua 'strana' carriera:

"Un salto di livello incredibile: dalla Serie C ad affrontare i più forti al mondo fa un certo effetto. Da giovane giocammo a Wembley, io ero in panchina e rimasi impressionato da quello stadio così pieno. Quando ho visto i sorteggi ero al settimo cielo, sognavo di giocarci. Peccato per il Covid, ma anche vuoto ti lascia senza fiato.

La fine di un incubo dopo due anni davvero duri. Un calvario iniziato nel settembre 2019 e proseguito tra ricadute e la pandemia che mi ha costretto a interrompere la riabilitazione per tre mesi.

A giugno ho ripreso e mi sono stirato, poi con un allenamento sulle gambe ho giocato con Gibilterra e Liechtenstein. Intanto il Novara aveva deciso di rescindere il contratto e a ottobre mi sono ritrovato svincolato. Ero fermo da un anno e mezzo e i vari direttori puntavano sempre su altri portieri. Non sapevo cosa mi aspettasse, per la testa mi è passata l’idea di smettere.

A gennaio l'accordo col Cesena: ero contentissimo. Due settimane e scoppia un focolaio. Abbiamo preso il Covid in quindici e, recuperando partite ogni tre giorni, abbiamo perso punti per strada".

Sebastian Donzella

-