La storia del Novara Calcio (l'Associazione Calcio Novara nella stagione 1933-34)

Da sabato 2 gennaio Tuttonovara pubblica settimanalmente la storia del Novara Calcio a partire dalla stagione 1912-13
24.04.2021 09:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
La Sampiedarenese 1933-34
© foto di federclubs.it
La Sampiedarenese 1933-34

Raccogliamo qui le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Novara nelle competizioni ufficiali della stagione 1933-34.

-

Presidente: Guido Beldì

Allenatore: Mario Meneghetti, poi Ettore Reynaudi

Stadio: Stadio del Littorio

-

ll Novara si classifica al 4° posto nel girone A della Serie B.

La Serie B 1933-1934 è la 7ª edizione di un torneo nazionale cadetto del campionato italiano di calcio ad essere organizzata dal Direttorio Divisioni Superiori, la 5ª dall'istituzione della categoria che per la prima volta viene suddivisa in due gironi distinti.

Alla Serie B partecipano: Cagliari (Stadio Comunale Via Pola), Catanzarese di Catanzaro (Stadio Militare), Derthona di Tortona (Campo Derthona), Legnano di Legnano (MI) (Stadio di via Carlo Pisacane), Messina (Stadio Gazzi), Novara (Stadio del Littorio), Pavia (Stadio Comunale), Pro Patria di Busto Arsizio (VA) (Stadio Comunale), Sampierdarenese di Genova (Stadio del Littorio), Seregno (MI) (Campo via Cesare Correnti), Spezia di La Spezia (Stadio Alberto Picco), Vezio Parducci di Viareggio (LU) (Stadio Polisportivo), Vigevanesi di Vigevano (PV) (Campo Bepi Crespi).

Per la prima volta viene modificato il meccanismo della competizione: annullate le retrocessioni di Atalanta e Pistoiese e ammesse tutte le vincitrici dei gironi di Prima Divisione senza riguardo agli esiti delle finali, le squadre partecipanti aumentano a 26 e vengono divise in due distinti gironi secondo la provenienza geografica (squadre del nord-ovest e insulari più la Catanzarese nel girone A, le squadre del nord-est e adriatiche nel girone B); le prime tre classificate di ogni girone disputano un girone finale che decreta il nome dell'unica squadra ammessa in Serie A (alla fine è promossa la Sampierdarenese, dopo lo spareggio del 24 giugno 1934 contro il Bari). Nel girone B, si ricorre all'organizzazione di un piccolo girone che sancisce la retrocessione di due squadre tra Vicenza, Serenissima e Verona e che si conclude con la vittoria degli scaligeri. Comunque, anche per quest'anno, vengono successivamente annullate tutte le retrocessioni.

A dire la verità, questo metodo non ha grande successo, e già nella seduta del Direttorio Federale del 14 luglio 1934 si stabilisce che il torneo della stagione successiva avrà carattere di qualificazione in vista del ritorno al girone unico.

Vincitore: Sampierdarenese (1º titolo)

Retrocessioni: nessuna

Capocannoniere del torneo: Remo Galli (Modena) con 26 reti.

-

La rosa

Portieri: Italo Zamberletti

Difensori: Aldo Buratti, Libero Checco, Mario Meneghetti, Edmondo Mornese, Camillo Martinengo, Riccardo Rabaglio

Centrocampisti: Rodolfo Negri, Pasquale Parodi, Remo Versaldi

Attaccanti: Teresio Bercellino, Renato Cappellini, Luigi Cevenini, Armando Diena, Armando Massiglia, Paolo Patrucchi, Mario Portaluppi, Augusto Ravetta, Ezio Rizzotti, Giorgio Verità

-