Auguri a Pablo Andrés González, calciatore argentino, attaccante azzurro nel biennio 2009-11, dal 2012 al 2016 e dal 2018, 2 Lega Pro e 2 Superc.Lega Pro (Novara), 1 CI Serie C e capocann.Lega Pro (Aless.) !

Nel 2020 Tuttonovara fa gli auguri di buon compleanno ai calciatori viventi che vestono o hanno vestito la maglia Azzurra
28.05.2020 09:15 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Pablo Andrés González
Pablo Andrés González

Il 28 maggio 1985 nasce a Tandil, città in provincia di Buenos Aires, in Argentina, Pablo Andrés González, calciatore argentino, che oggi dunque compie 35 anni.

Alto 1,82 per 82 kg., gioca a calcio come attaccante nel ruolo di punta centrale o di ala destra o di trequartista (piede sinistro) dal 2005. Attualmente è un calciatore del Novara in Serie C.

Tuttonovara gli fa i migliori auguri di buon compleanno !

-

Nota

Pablo González è il fratello minore di Mariano. In patria è soprannominato "Puci" o "Cartero", visto che prima di essere tesserato dal Novara svolgeva il lavoro di portalettere per arrotondare lo stipendio, mentre in Italia è chiamato "Speedy". La sua esultanza dopo un gol deriva dal cantante argentino Indio Solari. Il 14 ottobre 2010 ha sposato la connazionale Veronica Villar.

-

Caratteristiche tecniche

Calciatore

Pablo González è un attaccante molto veloce in grado di giocare in tutti i ruoli d'attacco: prima punta, seconda punta o esterno. Dotato di un buon tiro di sinistro, possiede una raffinata tecnica e buon senso del gol.

-

Carriera

Calciatore

Pablo González cresce calcisticamente dal 2005 nelle Giovanili del Racing Club de Avellaneda, conosciuto come Racing Club oppure come Racing Avellaneda, società polisportiva con sede nella città di Avellaneda, nella provincia di Buenos Aires, in Argentina.

Esordisce nello stesso Racing Club nella stagione 2006-07 sotto la guida tecnica di Diego Simeone, giocando 4 partite della Primera División, nota anche come Liga Profesional de Fútbol (LPF), il massimo livello del campionato di calcio argentino.

Nella stagione 2007-08 viene acquistato dalla squadra svizzera del Locarno che milita in Challenge League, la seconda Serie svizzera. Il debutto arriva alla seconda giornata in trasferta contro il Winterthur (sconfitta per 2-0) partendo dalla panchina, mentre la prima partita da titolare la gioca alla quarta giornata, in Kriens-Locarno (2-0). Con il Locarno, nel quale trova poco spazio (14 presenze), segna 2 reti: la prima in Vaduz-Locarno (2-2, rete valida per il pareggio finale), la seconda ed ultima in Delémont-Locarno (5-2).

Per la stagione 2008-09 torna in Argentina al Tandil, squadra che milita nel Torneo Argentino B ovvero quarta divisione argentina. Con la squadra argentina gioca 28 partite e segna 17 reti.

Per la stagione 2009-10 firma con la squadra italiana del Novara, segnalato da Aldo Sensibile a suo figlio Pasquale, direttore sportivo della squadra piemontese. Esordisce con la nuova maglia in Novara-Sorrento (2-1) valida per la seconda giornata del campionato di Lega Pro Prima Divisione, mentre la prima rete arriva in Novara-Monza (1-1) alla quinta giornata. Chiude la stagione segnando 5 gol in 25 presenze di campionato (conclusosi con la promozione in Serie B), un gol nell'unica partita giocata dalla squadra in Coppa Italia Lega Pro (sconfitta contro il Como ai tiri di rigore), tre gol in Coppa Italia contro squadre di massima serie come Siena (doppietta) e Milan e un gol nella finale di ritorno della Supercoppa di Lega di Prima Divisione vinta a maggio dopo il doppio confronto col Portogruaro, per un totale di 10 gol in stagione. Segna la sua prima rete nella serie cadetta durante la seconda giornata di campionato contro la Triestina, partita vinta dai piemontesi per 2-0. Il 10 ottobre 2010 segna una quaterna nella vittoria dei piemontesi per 1-5 in trasferta contro il Portogruaro. Nel gennaio 2011 il Novara comunica di aver ricevuto un'offerta seria e concreta per l'acquisizione del giocatore da parte dell'Atalanta, squadra che come i piemontesi milita nella serie cadetta. Il 31 gennaio 2011, ultimo giorno della sessione invernale del calciomercato, il Palermo acquista il giocatore per 5 milioni di euro lasciandolo in prestito al Novara fino a fine stagione; nella trattativa sono rientrate le compartecipazioni del portiere Samir Ujkani e del difensore Michel Morganella, fino a quel momento solo in prestito alla squadra piemontese. Chiude la seconda stagione al Novara (iniziata bene e conclusa in calo), in cui si rivela uno dei migliori giocatori del campionato cadetto, con 38 presenze in campionato (chiuso al terzo posto) più le 4 dei play-off, segnando 14 reti nella stagione regolare ed 1 nella finale di ritorno dei play-off vinta per 2-0 sul Padova (la sua rete è quella che sblocca il risultato) che regala al Novara la promozione in Serie A; a questi dati si aggiungono 2 presenze in Coppa Italia.

Finito il prestito, si trasferisce al Palermo. Il 4 agosto fa l'esordio ufficiale in maglia rosanero, e contestualmente nelle coppe europee, in occasione della sfida di ritorno del terzo turno preliminare di Europa League contro gli svizzeri del Thun (1-1), giocando titolare; dopo aver segnato il gol del vantaggio rosanero, esce al 63' per far posto ad Eran Zahavi. È questa l'unica presenza con il Palermo.

Il 31 agosto 2011, l'ultimo giorno di calciomercato, passa al Siena in prestito oneroso di 100.000 euro con diritto di riscatto sulla compartecipazione. Esordisce in maglia bianconera l'11 settembre in occasione di Catania-Siena (0-0) della seconda giornata di campionato (la prima è stata rinviata), esordendo così nel massimo campionato italiano. Segna la prima rete sia in Serie A che con la maglia bianconera in Siena-Cesena (2-0) dell'ottava giornata, sbloccando il risultato. Con il Siena gioca 16 partite in campionato (segnando la rete già citata) e 4 in Coppa Italia, competizione nella quale segna 2 gol arrivando fino alla semifinale: per il Siena, che mai aveva superato gli ottavi, si tratta di un traguardo storico.

Scaduto il prestito al Siena, il 22 giugno 2012 il Palermo cede il giocatore a titolo definitivo al Novara e Gonzalez torna così a giocare in Piemonte. Col Novara gioca in Serie B; poi, dopo la retrocessione degli Azzurri nel 2014, in Lega Pro, ma nel 2015 riconquista la Serie cadetta, risultando il capocannoniere della squadra.

Il 24 luglio 2016 viene acquistato a titolo definitivo in Lega Pro dall'Alessandria, con cui firma un contratto quadriennale. All'esordio in campionato con il nuovo club va subito a segno, il 28 agosto, contro la Pro Piacenza, ripetendosi poi anche nei due incontri successivi. In campionato segna 22 gol al primo anno e 13 al secondo compresi i play-off di Serie C e vince la Coppa Italia Serie C 2017-2018. Il 27 settembre 2018 si svincola dal club piemontese.

Il 14 dicembre 2018 viene nuovamente tesserato dal Novara, con cui firma un contratto fino a giugno 2021.

-

Ecco in sintesi la carriera di Pablo González. Nell'ordine sono indicate le stagioni e le squadre di club (con → sono segnati i prestiti) nelle quali milita e ha militato, il numero di presenze in campionato e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Giovanili

2005-06 - Racing Club - Giovanili

Squadre di club

2006-07 - Racing Club - 4 (0)

2007-08 →  Locarno - 14 (2)

2008-09 - Tandil - 28 (16)

2009-11 - Novara - 64 (20)

2011 - Palermo - 0 (0)

2011-12 →  Siena - 16 (1)

2012-16 - Novara - 144 (45)

2016-18 - Alessandria - 67 (32)

2018-oggi - Novara

-

Palmarès

Calciatore

Club

Competizioni nazionali

Supercoppa di Lega di Prima Divisione: 1   (Novara: 2009-10)

Lega Pro Prima Divisione: 1   (Novara: 2009-10)

Lega Pro: 1   (Novara: 2014-15)

Supercoppa di Lega Pro: 1   (Novara: 2015)

Coppa Italia Serie C: 1   (Alessandria: 2017-18)

Individuale

Capocannoniere della Lega Pro: 1   (Alessandria: 2016-17 (Girone A, 20 gol, a pari merito con Bocalon))

-

Dati di mercato

Procuratore: senza procuratore

Valore attuale: 275 mila € (aggiornato al 16/dic/2019)

Valore più alto: 2,50 mln € (al 25/giu/2013)

-