Auguri a Massimo Borgobello, ex calciatore e allenatore di calcio italiano, attaccante azzurro nel biennio 1994-96, da calciatore 1 Serie C2 (Novara), 1 Serie C1 (Ternana), da allenatore 1 Campionato Giovanissimi Nazionali (Palermo) !

Nel 2020 Tuttonovara fa gli auguri di buon compleanno ai calciatori viventi che vestono o hanno vestito la maglia Azzurra
17.05.2020 09:10 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: it.wikipedia.org
Massimo Borgobello
Massimo Borgobello

Il 17 maggio 1971 è nato a Sacile, comune in provincia di Pordenone, in Friuli-Venezia Giulia, Massimo Borgobello, ex calciatore e allenatore di calcio italiano, che oggi dunque compie 49 anni.

Alto 1,80 per 77 kg., ha giocato a calcio come attaccante nel ruolo di punta centrale (piede sinistro) dal 1986 al 2009. E' poi allenatore di calcio dal 2009. 

Tuttonovara gli fa i migliori auguri di buon compleanno !

-

Nota

Calciatore

Con 74 reti all'attivo Massimo Borgobello è considerato il bomber più prolifico della Ternana nel dopoguerra.

-

Caratteristiche tecniche

Calciatore

Classica punta d'area di rigore, Massimo Borgobello era forte fisicamente, dotato di una buona elevazione e fiuto del gol.

-

Carriera

Calciatore

Massimo Borgobello è cresciuto calcisticamente nelle Giovanili del Conegliano dal 1986 al 1988.

Ha poi iniziato la carriera cambiando diverse squadre, militando inizialmente con il Conegliano (3 stagioni nel Campionato Interregionale dal 1988 al 1991) e con il Caerano di Caerano di San Marco (Treviso) (dal 1991 al 1993, 1 stagione nel Campionato Interregionale e 2 nel Campionato Nazionale Dilettanti, nuova denominazione dello stesso campionato).

Ha poi giocato in Serie C2 con Giorgione e Novara (due stagioni, con la conquista della C1 nel 1995-96) e in Serie C1 con Ischia e Brescello, con una breve apparizione in B nel Chievo durante il campionato 1996-97 quando è sceso in campo in 2 occasioni.

Voluto poi nella Ternana dal tecnico Luigi Delneri, l'attaccante ha contribuito con i suoi 11 goal al ritorno della squadra umbra tra i cadetti nel torneo di Serie C1 1997-98. Nella stagione 1998-99 ha realizzato 15 gol, tra cui una doppietta nell'ultima giornata di campionato contro la Fidelis Andria, con cui ha salvato le Fere dalla retrocessione e ha condannato i pugliesi alla Serie C.

Da segnalare come la sua permanenza nella formazione rossoverde sia stata intervallata da una breve esperienza in Serie A in prestito al Venezia dove il giocatore ha esordito il 12 settembre 1999 nella partita Torino-Venezia (2-1). Proprio con i veneti è riuscito a disputare le sue uniche 6 gare nella massima serie (senza reti all'attivo).

E' riapprodato in rossoverde in Serie B alla Ternana nel gennaio del 2000 ed è anche ritornato subito alle reti, realizzando in una metà stagione 6 reti in 14 giornate. La stagione successiva sempre a Terni ha formato coppia prima con Corrado Grabbi e poi con Fabrizio Miccoli e nella stagione 2000-01, con 10 reti in 34 gare, ha sfiorato la promozione in Serie A con le Fere. La stagione successiva è iniziata male per Borgobello che si è infortunato gravemente al menisco e ha dovuto saltare i primi mesi del campionato; al suo ritorno però ha realizzato 2 reti in 14 gare (di cui solo 7 da titolare). Nonostante questo la squadra rossoverde è retrocessa per poi essere successivamente ripescata. La stagione successiva, il 2002-03 si è rivelata la più prolifica, Borgobello ha messo a segno 18 reti e la Ternana è arrivata al settimo posto a solo sei punti dalla Serie A. L'anno successivo ha formato una grandissima coppia con Riccardo Zampagna e Mario Frick e ha portato le fere a sfiorare la promozione in Serie A; in quella stagione ha realizzato 11 reti in 34 presenze.

Nella stagione 2004-05 ha continuato a giocare tra i cadetti ma ha cambiato maglia due volte: prima è passato alla Salernitana e, dopo sei mesi, è tornato al Venezia, nel frattempo retrocesso in Serie B.

Nel 2005-2006 è andato sempre in B alla Triestina dove ha siglato 6 reti.

Nel 2006-07 ha giocato in C1 con il Monza ed è arrivato a disputare i play-off, in cui ha siglato 2 reti.

L'anno successivo è stato ingaggiato dalla Cisco Roma in Serie C2, nella quale ha avuto come compagno di squadra Paolo Di Canio.

Nella stagione 2008-09 è passato alla Viterbese in Serie D, dove ha formato coppia con Alessandro Ambrosi. A causa di un infortunio, ha abbandonato l'attività agonistica dopo alcune partite e nessuna rete.

Allenatore

A Viterbo, subito dopo il suo ritiro, gli viene affidato l'incarico di allenatore del Settore Giovanile della Viterbese.

Dalla stagione 2010-11 Borgobello diventa allenatore dei Giovanissimi del Palermo. Nella prima stagione la squadra è eliminata ai quarti dal Milan mentre poi riesce a vincere il campionato 2011-2012 battendo in finale la Lazio 3-2.

Per la stagione 2012-13 firma un biennale come allenatore della Vis Pesaro in Serie D: la prima stagione si chiude al quinto posto, con la sconfitta nella finale playoff contro il Macerata. La stagione successiva si conclude al sesto posto e Borgobello non rinnova il contratto con la squadra marchigiana.

Nel 2014-15 gli è affidata la panchina del Martina Franca, squadra militante in Lega Pro. Dopo un avvio disastroso dovuto soprattutto ai problemi economici della società e alla perdità di moltissimi calciatori importanti, la squadra si ritrova all'ultimo posto. Tuttavia, nonostante questo, Borgobello riesce a riunire la squadra e a raggiungere a fine stagione un quattordicesimo posto inaspettato che porta la squadra pugliese anche ad evitare i playout.

Il 10 giugno 2015 firma un contratto biennale con il Matera in Lega Pro dove conclude la stagione al sesto posto, ma a fine anno insieme alla società decide di rescindere il contratto.

L'anno successivo diventa allenatore della Berretti del Lecce.

Nel 2017 torna in Serie C alla Sicula Leonzio.

Il 16 luglio 2018 firma un contratto biennale sempre in C con la Viterbese, ma il già 19 ottobre si dimette, con la squadra che ancora non ha esordito in nessun campionato, in contrasto con la  forte volontà della società di voler cambiare Girone.

Il giorno dopo firma per il Rieti sempre nel Girone B di Lega Pro, dove conclude la stagione al 15esimo posto.

Dall'8 ottobre 2019 è allenatore sempre in Serie C dell'Arezzo.

-

Ecco in sintesi la carriera di Massimo Borgobello. Nell'ordine sono indicate le stagioni e le squadre di club (con → sono segnati i prestiti) nelle quali ha militato e che allena e ha allenato, il numero di presenze in campionato da calciatore e, tra parentesi, il numero di gol segnati:

Calciatore

Giovanili

1986-88 - Conegliano - Giovanili

Squadre di club

1988-91 - Conegliano - 55 (18)

1991-93 - Caerano - 63 (29)

1993-94 - Giorgione - 33 (14)

1994-96 - Novara - 53 (19)

1996 - Chievo - 2 (0)

1996-97 - Ischia Isolaverde - 23 (4)

1997 - Brescello - 7 (1)

1997-99 - Ternana - 56 (26)

1999-2000 ----> Venezia - 6 (0)

2000-04 - Ternana - 132 (48)

2004-05 - Salernitana - 8 (1)

2005 - Venezia - 9 (2)

2005-06 - Triestina - 16 (5)

2006-07 - Monza - 18 (2)

2007-08 - Cisco Roma - 14 (2)

2008-09 - Viterbese - 8 (0)

Allenatore

2009-10 - Viterbese - Juniores

2010-12 - Palermo - Giovanissimi

2012-14 - Vis Pesaro

2014-15 - Martina

2015-16 - Matera

2016-17 - Lecce - Berretti

2017-18 - Sicula Leonzio

2018 - Viterbese

2018-19 - Rieti

2019-oggi - Arezzo

-

Palmarès

Calciatore

Club

Competizioni nazionali

Serie C2: 1   (Novara: 1995-96)

Serie C1: 1   (Ternana: 1997-98)

Allenatore

Club

Competizioni giovanili

Campionato Giovanissimi Nazionali: 1   (Palermo: 2011-12)

-

Dati di mercato

Valore più alto: 100 mila € (al 30/mar/2005)

-